Dev-C++

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dev-C++
Logo
Schermata di Dev-C++

Schermata di Dev-C++
Sviluppatore Colin Laplace / Orwell
Ultima versione 5.6.2 (16 marzo 2014)
Sistema operativo Microsoft Windows
Linguaggio Delphi
Genere Integrated development environment
Licenza GPL
(Licenza libera)
Sito web "Orwell (Ultima Relase)" "BloodShed"

Dev-C++ è un IDE gratuito distribuito sotto la Licenza GNU per la programmazione in C/C++, ed è scritto in Delphi.

Il progetto è sponsorizzato da Sourceforge.net.

Dev-C++ è stato fondato originariamente dal programmatore Colin Laplace e la sua compagnia, Bloodshed Software. Dev-C++ attualmente funziona esclusivamente su Microsoft Windows. È disponibile un port su Linux, ma il progetto è stato abbandonato da tempo.

Il programma ha un aspetto simile al più largamente usato Microsoft Visual Studio. Una caratteristica in più di Dev-C++ è il suo uso dei DevPaks, estensioni sull'ambiente di programmazione con librerie addizionali, template e strumenti. I DevPaks solitamente contengono strumenti GUI, inclusi kit di sviluppo come GTK+, wxWidgets, e FLTK. Altri DevPaks includono librerie per usi delle funzioni più avanzate.

Status[modifica | modifica sorgente]

Il progetto non è più attivo, l'ultima notizia risale a febbraio 2005[1]. Risulta ancora uno degli IDE più utilizzati[senza fonte], tanto che è stato l'ambiente di sviluppo ufficiale delle olimpiadi di informatica a livello nazionale fino al 2010[2].

Tuttavia c'è un team di sviluppatori che ha migliorato l'IDE Dev-C++ e aggiunto nuove funzionalità come il supporto per più compilatori e un RAD designer le applicazioni wxWidgets. Questo IDE si chiama wxDev-C++.

Il progetto è stato ripreso da un programmatore di nome Orwell, realizzandone una versione aggiornata, le cui caratteristiche principali consistono nell'aver aggiornato il compilatore MinGW, ed aver ripulito ed aggiornato il codice: Orwell Dev-C++.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bloodshed Software - Providing Free Software to the internet community
  2. ^ http://81.208.32.83:8080/ioi/files/OII-RegSelNazionale_rev_maggio2010_.pdf

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero