Ténéré

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Riserva naturale di Aïr-Ténéré
(EN) Air and Ténéré Natural Reserves
LocationTénéré.svg
Tipo Naturali
Criterio (vii) (ix) (x)
Pericolo 1992 -
Riconosciuto dal 1991
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda
Il Ténéré visto dallo spazio.

Il Ténéré è una regione desertica nella parte centromeridionale del Sahara. Comprende grandi pianure di sabbia che si estendono dal nord-est del Niger alla parte occidentale del Ciad, per un'area complessiva di oltre 400.000 km². I suoi confini sono stabiliti per convenzione lungo i Monti dell'Aïr a ovest, i Monti Ahaggar a nord, il Djado Plateau a nordest, il Tibesti a est e il bacino del Lago Ciad a sud. La parte centrale del deserto, l'Erg del Ténéré, si trova all'incirca a 17°35′N 10°55′E / 17.583333°N 10.916667°E17.583333; 10.916667.

Il nome Ténéré deriva dalla lingua tuareg e significa "deserto": allo stesso modo la parola araba per "deserto", sahara, è stata usata come nome per l'intera regione.

Il Ténéré è arida, con clima molto caldo e arido e nessuna vegetazione. Le temperature raggiungono i 42 °C (108 °F) d'estate, con poco più du 25 mm di precipitazioni in un anno. L'acqua è difficile da trovare, anche nel sottosuolo, e i pozzi distano tra loro centinaia di chilometri.

Questa regione non è sempre stata un deserto. Durante il periodo carbonifero era un fondale marino, ed in seguito divenne una foresta tropicale. Uno dei principali cimiteri di dinosauri si estende lungo il confine occidentale: molti fossili sono stati trovati in questa zona, esposti dall'erosione del suolo. I paleontologi vi hanno trovato un esemplare di un rettile simile ad un coccodrillo, il Sarcosuchus imperator, soprannominato SuperCroc.

Il deserto è anche famoso per l'Albero del Ténéré, un'acacia che era l'albero più isolato al mondo, a 400 km da ogni altra vegetazione. L'albero venne distrutto per errore nel 1973 quando venne investito da un autista di camion, e venne rimpiazzato da una scultura in metallo. Nonostante questo incidente l'albero è ancora indicato sulle mappe come punto di interesse.

Dagli anni ottanta Yamaha produce una motocicletta chiamata Ténéré proprio perché adatta ai lunghi raid nei deserti africani come la Dakar.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Ténéré è molto poco popolato. Durante la preistoria era una terra fertile, adatta alla vita umana. Venne abitata dagli umani fino al Paleolitico, circa 60.000 anni fa. La presenza di umani è documentata dai resti degli strumenti in pietra con cui cacciavano gli animali selvatici. Durante il Neolitico, circa 10.000 anni fa, dei cacciatori crearono incisioni e dipinti ancora oggi visibili in diversi punti. La popolazione si trasferì con l'inaridimento del Sahara, ed entro il 2500 a.C. l'area era interamente desertificata.

I moderni abitanti sono i Tuareg dell'Air e di Azauad. Tre federazioni Tuareg, Kel Air, Iwillimidan Kel Denneg e Kel Gres hanno governato l'area fino all'arrivo dell'armata coloniale francese, che occupò le terre. Altri gruppi etnici della zona sono gli Hausa, i Songhay, Wodaabe, i Mauri, e i Tebu.

Nel 1960 il territorio Tuareg divenne parte della repubblica indipendente del Niger. Venne diviso in sette départments. La parte centrale del Ténéré è un'area protetta, sotto il vincolo della Aïr and Ténéré Natural Reserve.

La "capitale" del Ténéré è Agadez, posta all'ombra delle montagne dell'Aïr. Ci sono anche vari insediamenti in oasi basati sull'estrazione di sale.

Le principali città del Ténéré sono:

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il deserto del Tènèrè, dà il nome al segmento di moto da Dakar della Yamaha

  • XT600Z (Ténéré prima e seconda serie)
  • XTZ750 (SuperTénéré)

La serie XT600Z è un derivato diretto della serie XT, con adattamenti per le percorrenze desertiche, mentre la serie XTZ750 è una serie sviluppata ex-novo per le esigenze della Parigi-Dakar. Ultimamente la Yamaha ha riproposto entrambi i modelli, ma molto più orientati all'enduro stradale che non all'utilizzo estremo dei loro predecessori.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]