Deserto di Chihuahua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa del deserto di Chihuahua. Immagine satellitare NASA. I confini della regione sono basati su quelli definiti dal World Wide Fund for Nature. Il confine Stati Uniti-Messico sono demarcati in nero.

Il deserto di Chihuahua si estende fra Stati Uniti d'America e Messico. Nella parte statunitense occupa le valli meridionali del Nuovo Messico, la parte occidentale del percorso del fiume Pecos in Texas e l'area sud-est dell'Arizona; nella parte messicana copre la metà settentrionale dello stato di Chihuahua, la maggior parte del Coahuila, la parte nord-est del Durango, l'estremo nord dello stato dello Zacatecas ed una piccola area nell'ovest del Nuevo León. Ha una superficie di circa 360.000  km², è quindi il terzo deserto dell'emisfero ovest ed il secondo dell'America del nord dopo il deserto del Great Basin.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Desert Chihuahuan Big Bend.JPG

Il deserto di Chihuahua è formato da una pianura interrotta da numerose piccole catene montuose, le più grandi delle quali sono la Sierra Madre, la Sierra del Carmen, i Monti Sacramento, le Sandia-Manzano Mountains, le Magdalena-San Mateo Mountains, le Chisos, le Guadalupe Mountains e le Davis Mountains. Fra queste montagne il clima è più fresco ed umido rispetto al deserto circostante quindi vi crescono conifere ed altre specie arboree che formano boschi e foreste.

L'altitudine media del deserto di Chihuahua è più elevata di quella del deserto di Sonora a ovest e varia fra i 600 e i 1.675 m s.l.m. quindi il clima d'estate è un po' meno caldo (la temperatura diurna a luglio in genere è compresa tra 35 e 40 °C), durante l'inverno invece varia fra il tiepido ed il fresco a seconda dell'altitudine e dell'intensità dei venti che spirano da nord. Le precipitazioni sono più abbondanti che nel Great Basin e nei deserti di Sonora e Mojave, comunque minori di 250 mm annui e concentrate soprattutto nella stagione dei monsoni al termine dell'estate. La neve cade solo sulle cime più alte.

Il deserto di Chihuahua non è stato studiato in modo approfondito quindi non è stato classificato in aree come il deserto di Sonora. Vi sono alcune aree urbane, la più grande è Ciudad Juárez con 2 milioni di abitanti, le città vicine di El Paso, Chihuahua e Torreon sono più piccole ma in crescita.

Secondo il World Wide Fund for Nature, il deserto di Chihuahua è quello al mondo che presenta maggiore biodiversità sia in base alla ricchezza di specie che all'endemismo anche se alcune aree sono ormai notevolmente degradate.

Durante l'ultima guerra fu molto utilizzato il Parthenium argentatum per la produzione della gomma, dato che gli Stati Uniti non potevano più rifornirsi in Malesia. Molte specie native sono state sostituite dall'onnipresente Larrea tridentata e il lupo messicano, una volta abbondante, è scomparso. La causa principale del degrado è il pascolo troppo intenso.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Chihuahua Desert Ecoregion, World Wild Fund for Nature

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]