Athene cunicularia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Civetta delle tane
Athene cunicularia 20110524 02.jpg
Athene cunicularia
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Strigiformes
Famiglia Strigidae
Sottofamiglia Surniinae
Genere Athene
Specie A. cunicularia
Nomenclatura binomiale
Athene cunicularia
(Molina, 1782)
Sinonimi

Strix cunicularia
Speotyto cunicularia

Sottospecie

Distribuição Buraqueira.png

██ stanziale

██ estivante

██ svernante

La civetta delle tane (Athene cunicularia (Molina, 1782)) è un uccello rapace della famiglia Strigidae, diffuso in America settentrionale e meridionale.[2]

Il nome comune della specie è dovuto al fatto che questa civetta ha l'abitudine di nidificare all'interno di tane e cunicoli scavati da altri animali, come il cane della prateria.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Athene cunicularia

Una civetta delle tane misura in media 25 cm di lunghezza, con una apertura alare di 53 cm e un peso di 170 g. [3] Presenta un disco facciale appiattito con prominenti sopracciglia bianche e una macchia gulare bianca. Gli occhi hanno iridi di colore giallo brillante. Il becco va dal giallo al verde oliva a seconda della sottospecie. Il piumaggio delle parti superiori è di colore marrone con striature biancastre. Il petto e il ventre sono più chiari.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

A differenza della civetta comune, la civetta delle tane è spesso attiva nelle ore diurne.[3]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È un uccello carnivoro che si nutre di insetti e piccoli vertebrati (roditori, piccoli uccelli).[3]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La civetta delle tane fa il nido nei cunicoli, come quelli scavati dai cani della prateria. La femmina depone da 4 a 12 uova, che cova per tre o quattro settimane, durante le quali il maschio le procaccia il cibo. Dopo la schiusa delle uova, entrambi i genitori si prendono cura dei pulcini, che sono pronti a lasciare il nido entro il primo mese di vita. [3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Athene cunicularia ha un ampio areale che si estende sull'intero continente americano (Canada, U.S.A., Messico, Guatemala, El Salvador, Bahamas, Cuba, Repubblica Dominicana, Haiti, Antille Olandesi, Venezuela, Guyana, Brasile, Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia, Cile, Argentina, Paraguay e Uruguay).[1]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state descritte le seguenti sottospecie:[2]

  • A. c. amaura (Lawrence, 1878)
  • A. c. apurensis (Gilliard, 1940)
  • A. c. arubensis (Cory, 1915)
  • A. c. boliviana (L. Kelso, 1939)
  • A. c. brachyptera (Richmond, 1896)
  • A. c. carrikeri (Stone, 1922)
  • A. c. cunicularia (Molina, 1782)
  • A. c. floridana (Ridgway, 1874)
  • A. c. grallaria (Temminck, 1822)
  • A. c. guadeloupensis Ridgway, 1874
  • A. c. guantanamensis (Garrido, 2001)
  • A. c. hypugaea (Bonaparte, 1825)
  • A. c. intermedia (Cory, 1915)
  • A. c. juninensis (Berlepsch & Stolzmann, 1902)
  • A. c. minor (Cory, 1918)
  • A. c. nanodes (Berlepsch & Stolzmann, 1902)
  • A. c. pichinchae (Boetticher, 1929)
  • A. c. punensis (Chapman, 1914)
  • A. c. rostrata (C.H.Townsend, 1890)
  • A. c. tolimae (Stone, 1899)
  • A. c. troglodytes (Wetmore & Swales, 1931)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Athene cunicularia in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Strigidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 13 maggio 2014.
  3. ^ a b c d La civetta delle tane in Animali dal mondo. URL consultato il 18 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli