Kalahari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 23°00′S 23°00′E / 23°S 23°E-23; 23

La posizione del deserto del Kalahari sulla mappa dell'Africa
Panorama del Kalahari, Namibia

Il deserto del Kalahari è una vasta distesa sabbiosa dell'Africa meridionale, che si estende per circa 520.000 km2;. È il quarto deserto al mondo per estensione.

È parte di un immenso altopiano africano e si trova ad una altezza media di 900 metri. Copre il 70% del territorio del Botswana e parti dello Zimbabwe, della Namibia e del Sudafrica.

Includendo, oltre al deserto vero e proprio, anche il bacino semiarido che lo comprende si ottiene un'area di oltre due milioni e mezzo di chilometri quadrati.

Il nome Kalahari deriva dalla parola Kgalagadi della lingua Tswana, e vuol dire "la grande sete".

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il Kalahari è un deserto di sabbia rossa in parte arido e in parte semiarido. Parti del Kalahari ricevono più di 250 mm di acqua piovana ogni anno, mentre la zona veramente arida si trova a sud-ovest, dove ogni anno piovono meno di 175 mm d'acqua, rendendo quest'area un deserto di tipo fossile. Le temperature estive variano dai 20 ai 40 °C. In inverno il clima è secco e freddo, con una temperatura minima che in media può essere sotto lo zero, e di notte sono frequenti le gelate. Le uniche riserve permanenti d'acqua di grandi dimensioni sono costituite dalle saline, tra cui le più grandi sono quelle di Makgadikgadi in Botswana e di Etosha in Namibia.

Ambiente[modifica | modifica sorgente]

Donna Nama nel deserto del Kalahari

Il Kalahari ha una serie di riserve naturali, la Central Kalahari Game Reserve (Riserva di caccia del Kalahari Centrale) la seconda area protetta più grande del mondo, la Khutse Game Reserve (Riserva di caccia di Khutse) e il Parco transfrontaliero Kgalagadi. Tra gli animali che vivono nella regione vi sono le iene, i leoni, i suricati, diverse specie di antilopi (incluso l'orice), e molte specie di rettili e uccelli. La vegetazione è molto variegata e comprende più di 400 specie di piante, ma consiste principalmente di graminacee e acacie.

Il Kalahari ospita l'antico popolo nomade dei San (Boscimani), che si crede vivano in queste terre come cacciatori-raccoglitori da almeno ventimila anni. Vi sono numerosi giacimenti di carbone, rame e nichel, e una delle più grandi miniere di diamanti del mondo, che si trova a Orapa nel regione del Makgadikgadi, nel nord-est del deserto.

Archeologia[modifica | modifica sorgente]

In seguito a recenti studi svolti utilizzando la piattaforma Google Earth è stato possibile individuare dei tracciati a forma di spirale all'interno dell'area desertica denominata "Verneukpan". Questi segni furono notati dal ricercatore Jaimy Visser che osservò dei geoglifi, principalmente circolari con spirali, paragonabili alle famose linee di Nazca distribuiti su un'area di circa 30 chilometri quadrati. L'area può essere osservata a queste coordinate: -30° 0′ 21.64″, +21° 6′ 21.69″[senza fonte]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]