Deserto dei Dancali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il vulcano di Erta Ale nel Deserto dei Dancali.

Il deserto dei Dancali (o anche deserto dei Danachili o deserto della Dancalia) si trova nell'Etiopia nord-orientale, nell'Eritrea meridionale e in gran parte nello stato del Gibuti. Questa è la terra di origine del popolo degli Afar. Appartiene al deserto dei Dancali anche la formazione della Depressione Afar, a 100 m al di sotto del livello del mare. L'attività principale che si pratica in questo luogo è l'estrazione del sale. Il Deserto ospita un'ampia gamma di specie animali tra cui l'asino selvatico africano.

Il vulcani Erta Ale e Dabbahu appartengono a questa regione. La rivista del National Geographic lo considera "Il posto più crudele sulla faccia della Terra".

Il potassio[modifica | modifica wikitesto]

La Dancalia è una zona è estremamente ricca di potassio che si rinviene anche in superficie. Il potassio è molto utilizzato dall'industria dei fertilizzanti e da quella degli esplosivi. Furono dapprima società minerarie italiane a tentarne lo sfruttamento. Subentrarono società degli Stati Uniti e poi società canadesi. [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nigrizia

Coordinate: 14°14′30.12″N 40°18′00″E / 14.2417°N 40.3°E14.2417; 40.3

Africa Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa