Daffy Duck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daffy Duck
Daffy Duck
Daffy Duck
Universo Looney Tunes
Nome orig. Daffy Duck
Lingua orig. Inglese
Autore Tex Avery
1ª app. 1937
1ª app. in Caccia alle anatre
Voci orig.
Voci italiane
Specie Anatra selvatica
Sesso Maschio
Abilità
  • Può sopravvivere a qualsiasi trappola mortale e tortura
  • Buon nuotatore di natura
  • Volo
  • Camuffaggio tramite costumi diversi
« Sono così pazzo da non sapere che questo è impossibile! »
(Daffy mentre si muove sospeso in aria su un immaginario triciclo)

Daffy Duck appartiene alla "scuderia" di personaggi animati della Warner Brothers. Nei sondaggi dei fan risulta essere il secondo personaggio più popolare delle serie Looney Tunes, quasi alla pari con il celeberrimo Bugs Bunny.

Daffy Duck appare per la prima volta in Caccia alle anatre (Porky's Duck Hunt) del 1937 insieme a Porky Pig.

Il nome "Daffy" deriva da una malattia mentale ("daffy" in inglese significa pazzo), caratteristica che verrà esaltata nelle sue apparizioni come una sorta di sdoppiamento della personalità: se in un primo momento è "maniacalmente folle", nel secondo è "spregevolmente depresso".

Daffy è rappresentato come un tipico papero nero, con la caratteristica striscia bianca sul collo e becco arancione.

Gli esordi[modifica | modifica sorgente]

« Woo-hoo! Woo-hoo! Woo-hoo! Hoo-hoo! Woo-hoo! »
(Daffy Duck, in Caccia alle anatre, saltellando freneticamente.)

All'inizio il disegno di questo personaggio è rozzo, follemente allegro e decisamente diverso dall'attuale. In questo periodo presenta caratteristiche di trickster e di svitato, con tratti umorali e aggressività inaspettata.

Alcune caratteristiche principali sono rimaste invariate, come lo stupire lo spettatore e i suoi antagonisti con la scelleratezza con cui affronta le situazioni e i pericoli; nella metà degli anni quaranta raggiunge l'apice, ma oltre alla follia si può scorgere una vena calcolatrice che rimane fino ad oggi.

Nel primo episodio de i Baby Looney Tunes Nonna Granny pronuncia il suo nome per esteso (secondo i produttori) Daffy Orazio Tiberius Duck.

Gli anni cinquanta e Chuck Jones[modifica | modifica sorgente]

In questo periodo il papero viene trasformato in antagonista/spalla di Bugs Bunny, altro trickster della Warner Bros, e la sua personalità cambia di conseguenza. Il papero svitato diventa nevrotico, vendicativo e rimuginatore, in opposizione alla perfida nonchalance del coniglio.

In Pennelli, rabbia e fantasia del 1953 Daffy diventa il perfido papero calcolatore che oggi conosciamo, grazie all'apporto essenziale di Chuck Jones, e cerca in tutti i modi di soppiantare i suoi rivali (soprattutto Bugs Bunny) ma con risultati spesso disastrosi solo per lui.

In seguito, il personaggio diventa invidioso del successo del coniglio, ma finisce sempre più spesso per prenderle che per darle - come in È caduta una stella (A Star Is Bored), del 1966 o Gelosia da primadonna. Il personaggio resta comunque testardo, come tutti i personaggi WB e, per il divertimento di tutti, non si arrende mai.

Il papero spaziale e gli altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

Nel cortometraggio del 1953 Duck Dodgers nel XXIV secolo e mezzo, diretto da Chuck Jones, il papero appare nei panni di Duck Dodgers, un ipotetico (e parodico) eroe del futuro. Il nome fa un ovvio riferimento a "Capitan Rogers nel XXV secolo".

Negli anni ottanta, il personaggio viene ripreso in uno spin-off: ritorna l'eroe futuristico del XXIV secolo e 1/2, e il suo assistente Porky Pig, cadetto spaziale ingenuo e combinaguai. Nel 2003 il personaggio ottiene una sua serie vera e propria. Duck Dodgers è uno speciale "successore" di Daffy Duck che rappresenta il sogno che Daffy si porta fin da bambino.

Degni di nota sono anche lo sceriffo degli anni novanta, Daffy Scerlock, Duck Twacy (parodia di Dick Tracy), il giullare di corte e il cantante country che rimane senza suono.

Anni recenti[modifica | modifica sorgente]

La serie Loonatics Unleashed del 2005 presenta un altro discendente di Daffy, Danger Duck che conserva comunque molte delle caratteristiche di Daffy. Una versione bambina di Daffy appare in Baby Looney Tunes. Nel 2011 Daffy riappare come protagonista principale insieme a Bugs Bunny nel The Looney Tunes Show.

Apparizioni al cinema[modifica | modifica sorgente]

Nome[modifica | modifica sorgente]

Nei Baby Looney Tunes, "Non si fa la spia", la nonna Granny lo chiama Daffy Orazio Tiberius Duck dopo averlo avvisato di non prendere le forbici della cucina (perché avrebbe fatto del male agli altri o a sé stesso).

Cartoni essenziali[modifica | modifica sorgente]

Serie televisive[modifica | modifica sorgente]

Lungometraggi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • 2003, Warner Bros. Entertainment Inc., Animation Art, La Storia, I Personaggi, I Disegni Originali..., EdiCart, Legnano (MI) [ISBN 88-474-2650-2];

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti