Marvin il marziano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marvin il marziano
Marvin e Duck Dodgers in Duck Dodgers nel XXIV secolo e mezzo
Marvin e Duck Dodgers in Duck Dodgers nel XXIV secolo e mezzo
Universo Looney Tunes
Lingua orig. Inglese
Autore Chuck Jones
Studio Warner Bros.
1ª app. 24 luglio 1948
Voci orig.
Voci italiane
Specie alieno
Sesso Maschio
Abilità l'intelligenza

Marvin il marziano è un personaggio dei cartoni Looney Tunes.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il direttore dell'animazione Chuck Jones notò che il maggior nemico di Bugs Bunny, Yosemite Sam era forte e violento senza però riuscire mai a combinare granché. Quindi, decise di creare un personaggio opposto: qualcuno che fosse quieto e dal parlare morbido, ma le cui azioni fossero incredibilmente distruttive e pericolose. Marvin il Marziano debuttò nel cortometraggio del 1948 Diavolo di una lepre (Haredevil Hare). Nella sua prima apparizione Mel Blanc gli diede una voce soffocata, solo successivamente il marziano adottò una voce diversa, con accento inglese.

Marvin proviene dal pianeta Marte, ma si trova spesso altrove. Spesso è accompagnato dal suo cane, "K-9", e a volte da altre creature (una volta, la prima in "Hareway to the Stars", con marziani liofilizzati che diventavano della dimensione giusta aggiungendo una goccia d'acqua),

Marvin è una parodia del soldato romano in uniforme, con scarpe da basket. La sua testa è una sfera nera con degli occhi.

Marvin ha cercato innumerevoli volte di distruggere la Terra (ostruisce la vista di Venere) con il suo "modulatore spaziale esplosivo uranio Pu-36" (il riferimento originale all'"uranio Pu-36" fu cambiato in "Illidium PU-36" nei seguenti cartoni).

Alcune persone sbagliano la pronuncia di PU dicendo Q e dicendo "Q-36". Comunque il nome dell'arma è derivato dalle lettere "PU" che casualmente sono il simbolo del Plutonio e del pianeta Plutone. Marvin è considerato pazzo da Bugs Bunny. Lui ha anche combattuto per del territorio spaziale con Duck Dodgers in Duck Dodgers nel XXIV secolo e mezzo.

Marvin non viene mai chiamato per nome nei cartoni (viene ad esempio chiamato Commander X-2 in "The Hasty Hare" del 1952), ma nei decenni successivi, quando il personaggio cominciò a suscitare interessi di merchandising, fu chiamato con il nome che ancora porta.

Apparizioni successive[modifica | modifica wikitesto]

Marvin è comparso in due recenti show animati di Cartoon Network - in versione bambino in Baby Looney Tunes, e come Martian Commander X-2 nella serie televisiva Duck Dodgers. In quest'ultima egli lavora per Queen Tyr'ahnee, dalla quale viene schiacciato. Nel decennio precedente, Marvin era comparso come guest-star negli episodi della serie Tiny Toon Adventures intitiolati "Duck Dodgers Jr.", dove era affiancato da un apprendista chiamato Marcia il Marziano.

Marvin è apparso inoltre nel videogioco Bugs Bunny Lost in Time, in cui è il boss della Dimensione X e anche nel videogioco per Mega Drive/Genesis Taz-Mania 2: Escape From Mars in cui è il principale antagonista. Lo troviamo anche in Ralph il lupo all'attacco come mandante della missione finale. Egli compare infine in un episodio della serie Taz-Mania e ha avuto un cameo nella serie The Sylvester and Tweety Mysteries ("What's the Frequency, Kitty?").

Marvin compare inoltre come inefficace arbitro nel film Space Jam, e successivamente ricopre il ruolo del cattivo nel film Looney Tunes: Back in Action, dove viene assunto dal presidente della ACME Mr. Chairman (Steve Martin), per finire (Brendan Fraser) e la gang nella Area 52, in modo tale che Marvin possa liberarsi dall'utilizzo della sua ACME Disintegrated Gun. Alla ACME Corporation Mr. Chairman ordina a Marvin di mettere il Diamante della Scimmia Blu nel satellite della ACME. Bugs e Daffy prendono tuttavia una astronave per impedire a Marvin di mettere il diamante sul satellite. Inizialmente Marvin combatte con Bugs e Daffy nella astronave. Al satellite della ACME, Marvin usa la ACME Bubble Gun per bloccare Bugs. Durante la battaglia Bugs usa tuttavia la sua spada per bloccare le bolle di Marvin. Ciononostante Marvin riesce a bloccare Bugs in una bolla e a sconfiggere Daffy, tuttavia Bugs si libererà presto. Alla fine Marvin resterà bloccato nella sua bolla.

L'ultima apparizione è nel videogioco Looney tunes Acme arsenal nel 2007, dove lo si vede alleato con Bugs Bunny.

Nel 2013 il regista Alfonso Cuarón gli dedica un sorprendente cammeo nel film pluri premiato agli Oscar Gravity (film).

Il personaggio dei fumetti DC Comics Lanterna Verde talvolta prende in giro Martian Manhunter, il suo frequente compagno nella Justice League. chiamandolo "Marvin".

Lo psichiatra George Burden[1] nota spiritosamente che Marvin è pazzo (secondo il manuale diagnostico DSM IV):

« Ora, Marvin il Marziano è un caso interessante. Ha un desiderio megalomane a senso unico di conquistare il mondo e disintegrerà tranquillamente chiunque gli si metta in mezzo alla strada, senza rimorsi. Egli è chiaramente delirante se crede, persino con la tecnologia avanzata, di poterlo fare con una mano sola (o tuttalpiù con l'aiuto del suo cane).

Marvin soffre molto probabilmente sia di disturbo psicotico, sia di disturbo delirante di natura particolarmente grande e grave, con codice diagnostico 297.1. Il suo cane d'altro canto, condivide il delirio del padrone, seguendolo servilmente nonostante la malattia di Marvin e chiaramente dovrebbe essere etichettato come un disturbo psicotico condiviso (folie à deux), 297.3. »

Voce[modifica | modifica wikitesto]

Marvin ha originariamente la voce del grande Mel Blanc, e solo in anni recenti è stato doppiato da Joe Alaskey, Bob Bergen e Eric Goldberg. Altri doppiatori come Dan Castellaneta hanno imitato la sua voce in sue parodie. Il personaggio è stato di recente doppiato in Italiano da Stefano Mondini, nella serie Duck Dodgers da Roberto Stocchi e in The Looney Tunes Show da Mino Caprio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://marvin-the-martian.generalanswers.org/ , originariamente pubblicato in http://www.medicalpost.com/mpcontent/article.jsp?content=/content/EXTRACT/RAWART/3508/63.html , Really Loony Toons, di George Burden
fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti