Diavolo di una lepre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diavolo di una lepre
Haredevil Hare title card.png
Titolo originale
Titolo originale Haredevil Hare
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1948
Durata 7 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.37:1
Genere animazione, commedia, fantascienza
Regia Chuck Jones
Sceneggiatura Michael Maltese
Produttore Edward Selzer
Casa di produzione Warner Bros.
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Animatori Ken Harris, Phil Monroe, Lloyd Vaughan, Ben Washam, Pete Burness, Abe Levitow
Montaggio Treg Brown
Effetti speciali A.C. Gamer
Musiche Carl W. Stalling
Scenografia Robert Gribbroek
Sfondi Peter Alvarado
Doppiatori originali

Mel Blanc: Bugs Bunny, Marvin il marziano, K-9, Cantante alla radio, Tecnici del centro di controllo

Doppiatori italiani

Diavolo di una lepre (Haredevil Hare) è un film del 1948 diretto da Chuck Jones. È un cortometraggio animato della serie Looney Tunes, prodotto dalla Warner Bros. e uscito negli Stati Uniti il 24 luglio 1948. Ha come protagonista Bugs Bunny, ed è il debutto per Marvin il marziano - anche se non viene nominato in questo film - insieme al suo cane marziano, K-9. Il titolo originale è un gioco su "daredevil" ("temerario"), anche se ha solo un vago collegamento metaforico alla trama, poiché Bugs è un partecipante riluttante nelle acrobazie del cartone animato.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il primo incontro tra Bugs Bunny e Marvin il marziano

Bugs Bunny viene messo come unico passeggero nel primo razzo diretto sulla Luna. Inizialmente Bugs è riluttante all'idea di entrare nel razzo, ma cambia presto idea quando questo comincia ad essere riempito di carote. Atterrato sul satellite, si rende conto di essere la prima creatura vivente a metterci piedi, nonostante su una grande roccia ci sia la scritta "Kilroy was here". Presto atterra un altro razzo chiamato Mars to Moon Expeditionary dal pianeta Marte, e da esso emerge un marziano senza nome (più tardi noto come Marvin il marziano) deciso a far saltare in aria il pianeta Terra utilizzando un "esplosivo all'uranio PU-36 modello spaziale 8", che assomiglia ad un semplice bastone di dinamite.

Bugs appare incuriosito dal marziano e dal suo progetto, fino a quando non si rende conto che Marvin ucciderà un sacco di persone sulla Terra se lascia partire l'esplosivo. Bugs ruba quindi l'uranio PU-36, ma presto deve fare i conti con il cane marziano di Marvin, chiamato K-9, che lo recupera mentre Bugs è distratto cercando di inviare un SOS alla Terra. In uno dei suoi classici scambi di parole, Bugs riesce a riavere indietro l'esplosivo. Poi si traveste da marziano e lo riporta a Marvin, stavolta collegato a un detonatore. Bugs fa quindi esplodere l'uranio PU-36, e nel processo salta in aria anche la luna.

Dopo aver ridotto la Luna a una mezzaluna per contrastare il marziano, Bugs rimane pericolosamente appeso al bordo della stessa, con Marvin e K-9 aggrappati sotto a lui. La Terra contatta Bugs Bunny, chiedendogli una dichiarazione per la stampa. Così Bugs grida: "TIRATEMI FUORI DI QUI!".

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Col senno di poi, Chuck Jones arrivò a considerare questo come uno dei cortometraggi animati con cui riuscì a "voltare pagina" in direzioni strane, nuove ed incantevoli. In questo caso, perché si trattava del suo primo corto ad essere ambientato nello spazio e perché segnava il debutto di Marvin il marziano.[1]

Questo fu anche il cartone animato Warner più recente ad essere acquistato dalla Associated Artists Productions per la distribuzione, segnando la fine della cosiddetta era "pre-agosto 1948" per i cartoni Warner Bros. (fu anche l'unico cartone animato di Marvin il marziano ad essere venduto alla a.a.p., tutti gli altri sono stati trattenuti dalla WB). È anche l'ultimo cartone animato WB di proprietà dell'a.a.p. ad essere stato originariamente distribuito in Technicolor, alcuni prodotti in seguito vennero distribuiti in Cinecolor.

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

DVD[modifica | modifica sorgente]

Il cortometraggio è incluso nel disco 3 di Looney Tunes Golden Collection: Volume 1, ne I tuoi amici Looney Tunes: Looney Park e in Looney Tunes: Collezione Bugs Bunny.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Chuck Jones, Chuck Amuck: The Life and Times of an Animated Cartoonist, 3ª ed., New York, Farrar, Straus and Giroux, 1999, ISBN 978-0374526207.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]