Concistoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un concistoro (dal latino consistorium = seduta, assemblea, consiglio) è una riunione formale del collegio consultivo di un sovrano.

In origine usato per gli imperatori romani, che avevano un sacrum consistorium ("sacro collegio"), è passato poi nella terminologia religiosa ad individuare i più alti consigli consultivi.

Impero romano[modifica | modifica wikitesto]

Il "sacro concistoro" (sacrum consistorium) era il consiglio privato dell'imperatore, composto dai suoi collaboratori più stretti. Ne facevano parte il capo dell'amministrazione imperiale (magister officiorum), il ministro delle finanze (comes sacrarum largitionum), il ministro della giustizia (quaestor sacri palatii) e il ministro delle proprietà terriere private (comes rerum privatarum); ne poteva far parte, ma non in pianta stabile, il gran ciambellano (praepositus sacri cubiculi).

Cattolicesimo[modifica | modifica wikitesto]

Come riunione formale del Collegio cardinalizio (già Sacro Collegio) della Chiesa cattolica, i concistori si tengono nella Città del Vaticano e sono convocati dal papa.

Si distinguono concistori ordinari e straordinari, con i primi composti dai soli cardinali residenti a Roma, mentre ai secondi vige l'obbligo di partecipazione per tutti i cardinali.

Il concistoro è anche l'occasione in cui vengono solennemente creati i nuovi cardinali. Il codice di diritto canonico prevede che ciò avvenga in presenza del collegio. Le nomine dei nuovi cardinali sono generalmente annunciate in anticipo, ma solo con la pubblicazione formale del decreto papale durante il concistoro l'elevazione al rango cardinalizio acquista effetti.
Questo vale anche per quei cardinali il cui nome non viene rivelato dal papa per particolari ragioni (solitamente, di carattere politico), detti cardinali in pectore.

Ai nuovi cardinali vengono consegnati i loro anelli, zucchetti e berrette. Zucchetto e berretta sono in porpora, il colore distintivo dei cardinali (che per questo vengono anche chiamati "porporati").

Come da tradizione, nel concistoro viene assegnata ad ogni nuovo cardinale la titolarità di una chiesa di Roma, quale simbolo dell'unione dei cardinali con il papa.

Quando i componenti del collegio cardinalizio sono riuniti per l'elezione di un nuovo pontefice, l'assemblea prende il nome di conclave ed è regolata da norme speciali.

Prima del Concilio Vaticano II, il concistoro per la nomina di nuovi cardinali si svolgeva in tre momenti: il "concistoro segreto", nel quale il papa annunciava ai membri del collegio cardinalizio l'elenco dei nuovi eletti, il "concistoro pubblico", nel quale i nuovi cardinali ricevevano dal papa la berretta, e l'"imposizione del galero", che poteva avvenire anche qualche tempo dopo il concistoro.

Concistori di Alessandro VI[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Alessandro VI.

Concistori di papa Clemente IX[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Clemente IX.

Concistori di Gregorio XIV[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Gregorio XIV.

Concistori di Clemente XIV[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Clemente XIV.

Concistori di Pio VI[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Pio VI.
  • 24 aprile 1775: 2 cardinali;
  • 29 maggio 1775: 1 cardinale nominato "in pectore";
  • 17 luglio 1775: 2 cardinali nominati "in pectore";
  • 11 settembre 1775: In questo concistoro venne reso pubblico il nome del cardinale creato il 29 maggio 1775;
  • 18 dicembre 1775: In questo concistoro vennero resi pubblici i nomi dei cardinali nominati il 17 luglio 1775;
  • 15 aprile 1776: 2 cardinali nominati "in pectore";
  • 20 maggio 1776: In questo concistoro furono resi pubblici i nomi di due cardinali nominati il 15 aprile 1776 e furono nominati 2 nuovi cardinali;
  • 23 giugno 1777: 8 cardinali (4+4 nominati "in pectore");
  • 15 dicembre 1777: In questo concistoro furono resi pubblici i nomi di due cardinali nominati nel concistoro precedente;
  • 1º giugno 1778: 10 cardinali;
  • 12 luglio 1779: 2 cardinali (1+1 nominato "in pectore");
  • 11 dicembre 1780: In questo concistoro, oltre che pubblicare i nomi di due cardinali creati in altri concistori, fu creato 1 nuovo cardinale;
  • 22 maggio 1782: In questo concistoro fu reso pubblico il nome di un cardinale nominato nel 1779;
  • 16 dicembre 1782: 2 cardinali (1+1 nominato"in pectore");
  • 20 settembre 1784: 1 cardinale + 1 cardinale nominato "in pectore" mai pubblicato;
  • 14 febbraio 1785: 14 cardinali (13+1 nominato "in pectore");
  • 18 dicembre 1786: 1 cardinale;
  • 29 gennaio 1787: 1 cardinale;
  • 17 dicembre 1787: In questo concistoro è stato reso noto il nome di un cardinale nominato in un concistoro precedente;
  • 7 aprile 1788: 1 cardinale;
  • 15 dicembre 1788: 1 cardinale;
  • 30 marzo 1789: 9 cardinali;
  • 3 agosto 1789: 1 cardinale;
  • 26 settembre 1791: 1 cardinale nominato "in pectore";
  • 18 giugno 1792: 1 cardinale;
  • 21 febbraio 1794: In questo concistoro, oltre alla pubblicazione dei nomi di due cardinali nominati in precedenza, furono creati 8 cardinali;
  • 1º giugno 1795: 1 cardinale.

Il papa, nei suoi concistori, creò 55 nuovi cardinali, tra cui il futuro Pio VII.

Concistori di Pio VII[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Pio VII.
  • 11 agosto 1800: 2 cardinali;
  • 20 ottobre 1800: 1 cardinale;
  • 23 febbraio 1801: 24 cardinali (13+11 nominati "in pectore");
  • 28 settembre 1801: In questo concistoro vengono pubblicati tre nomi di cardinali nominati nel concistoro precedente;
  • 29 marzo 1802: In questo concistoro vengono pubblicati altri due nomi di cardinali nominati "in pectore" nel 1801;
  • 9 agosto 1802: Oltre alla pubblicazione di altri due nomi di cardinali nominati nel 1801, viene creato 1 cardinale;
  • 17 gennaio 1803: Oltre alla pubblicazione di altri tre nomi di cardinali nominati "in pectore" nel 1801, sono creati 7 cardinali;
  • 16 maggio 1803: 2 cardinali (1+1 nominato "in pectore");
  • 11 luglio 1803: Oltre alla pubblicazione del nome di un cardinale nominato "in pectore" nel maggio 1803, sono stati creati 2 cardinali;
  • 26 marzo 1824: 1 cardinale;
  • 24 agosto 1807: 1 cardinale nominato "in pectore";
  • 8 marzo 1816: 31 cardinali (21+11 nominati "in pectore");
  • 22 luglio 1816: In questo concistoro vengono resi pubblici cinque nomi di cardinali nominati "in pectore" nei concistori precedenti;
  • 23 settembre 1816: In questo concistoro fu reso pubblico il nome di un cardinale nominato "in pectore" nel marzo 1816 e furono creati 4 cardinali;
  • 28 luglio 1817: In questo concistoro vennero pubblicati i nomi di due cardinali nominati "in pectore" nel marzo del 1816 e furono creato 3 cardinali;
  • 1º ottobre 1817: In questo concistoro fu reso pubblico il nome di un cardinale nominato "in pectore" nel 1816 e fu creato 1 cardinale;
  • 6 aprile 1818:In questo concistoro furono resi i nomi di altri due cardinali nominati "in pectore" nel 1816 e fu creato 1 cardinale;
  • 4 giugno 1819: 1 cardinale;
  • 27 settembre 1819: 2 cardinali;
  • 2 dicembre 1822: 1 cardinale;
  • 10 marzo 1823: 13 cardinali (12+1 nominato "in pectore");
  • 16 maggio 1823: In questo concistoro fu reso pubblico il nome del cardinale nominato "in pectore" nel concistoro precedente e fu creato 1 cardinale.

Il Papa, nei suoi 22 concistori, ha creato 99 cardinali, tra cui i futuri Leone XII e Pio VIII.

Concistori di Leone XII[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Leone XII.
  • 3 maggio 1824: 2 cardinali;
  • 27 settembre 1824: 3 cardinali;
  • 20 dicembre 1824: 2 cardinali (1+1 nominato "in pectore" e pubblicato il 13 marzo 1826);
  • 21 marzo 1825: 2 cardinali (1+1 nominato "in pectore" e pubblicato il 2 febbraio 1831);
  • 13 marzo 1826: 2 cardinali;
  • 2 ottobre 1826: 9 cardinali (3+6 nominati "in pectore" e pubblicati il 15 dicembre 1828 e il 21 maggio 1829;
  • 23 maggio 1827: 1 cardinale;
  • 25 giugno 1827: 2 cardinali;
  • 15 dicembre 1828: 2 cardinali.

Il papa, nei suoi concistori, creò 25 nuovi cardinali, tra cui il futuro Gregorio XVI.

Concistori di Pio VIII[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Pio VIII.
  • 27 luglio 1829: 2 cardinali;
  • 15 marzo 1830: 2 cardinali;
  • 5 luglio 1830: 1 cardinale.

Pio VIII, nei suoi 3 concistori, creò cinque nuovi cardinali.

Concistori di Gregorio XVI[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Gregorio XVI.
  • 30 settembre 1831: 12 cardinali (2+10 nominati "in pectore" e pubblicati il 2 luglio 1832), il 23 giugno 1834, il 15 aprile 1833, il 1º agosto 1834 e il giorno 11 luglio 1836);
  • 2 luglio 1832: 2 cardinali;
  • 15 aprile 1833: 2 cardinali;
  • 29 luglio 1833: 2 cardinali;
  • 20 gennaio 1834: 1 cardinale;
  • 23 gennaio 1834: 1 cardinale;
  • 23 giugno 1834: 9 cardinali (3+6 nominati "in pectore" e pubblicati il 6 aprile 1835, il giorno 11 luglio 1836 e il 13 settembre 1838);
  • 6 aprile 1835: 2 cardinali;
  • 1º febbraio 1836: 2 cardinali;
  • 19 maggio 1837: 2 cardinali (1+1 nominato "in pectore" e pubblicato il 12 febbraio 1838);
  • 12 febbraio 1838: 8 cardinali (5+3 nominati "in pectore" e pubblicato il 18 febbraio 1839 e il 24 gennaio 1842);
  • 13 settembre 1838:2 cardinali;
  • 30 novembre 1838: 1 cardinale nominato "in pectore" e pubblicato il 12 settembre 1853;
  • 18 febbraio 1839: 1 cardinale nominato "in pectore" e pubblicato il 24 gennaio 1842;
  • 8 luglio 1839: 1 cardinale;
  • 23 dicembre 1839: 3 cardinali nominati "in pectore" e pubblicati il 14 dicembre 1840 e il 24 gennaio 1842;
  • 14 dicembre 1840: 2 cardinali nominati " in pectore" e pubblicati il 12 luglio 1841 e il 21 aprile 1845;
  • 1º marzo 1841: 1 cardinale;
  • 12 luglio 1841: 1 cardinale nominato "in pectore" e pubblicato il 22 gennaio 1844;
  • 24 gennaio 1842: 2 cardinali;
  • 27 gennaio 1843: 4 cardinali;
  • 19 giugno 1843: 2 cardinali;
  • 22 gennaio 1844: 3 cardinali (2+1 nominato "in pectore" e pubblicato il 21 aprile 1845);
  • 22 luglio 1844: 5 cardinali (1+4 nominati "in pectore" e pubblicati il 21 aprile 1845 e il 24 novembre 1845);
  • 19 gennaio 1846: 3 cardinali;
  • 16 aprile 1846: 1 cardinale;

Il papa, nei suoi concistori, ha nominato 75 nuovi cardinali, tra cui il futuro papa Pio IX.

Concistori di Pio IX[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Pio IX.
  • 21 dicembre 1846: 4 cardinali (3+1 nominato "in pectore" e pubblicato il 30 settembre 1850);
  • 11 giugno 1847: 3 cardinali;
  • 20 gennaio 1848: 1 cardinale;
  • 30 settembre 1850: 13 cardinali;
  • 15 marzo 1852: 6 cardinali (4+2 nominati "in pectore" e pubblicati il 7 marzo 1853);
  • 7 marzo 1853: 6 cardinali;
  • 19 dicembre 1853: 2 cardinali (1+1 nominato "in pectore" e pubblicato il 16 giugno 1856);
  • 17 dicembre 1855: 4 cardinali;
  • 16 giugno 1856: 5 cardinali;
  • 15 marzo 1858: 7 cardinali;
  • 25 giugno 1858: 1 cardinale;
  • 27 settembre 1861: 8 cardinali;
  • 16 marzo 1863: 7 cardinali;
  • 11 dicembre 1863: 1 cardinale;
  • 22 giugno 1866: 5 cardinali;
  • 13 marzo 1868: 9 cardinali;
  • 2 dicembre 1873: 12 cardinali;
  • 15 marzo 1875: 9 cardinali (6+3 nominati "in pectore" e pubblicati il 17 settembre 1875);
  • 17 settembre 1875: 3 cardinali;
  • 3 aprile 1876: 2 cardinali;
  • 12 marzo 1877: 11 cardinali;
  • 22 giugno 1877: 3 cardinali;
  • 28 dicembre 1877: 2 cardinali.

Pio IX, nei suoi 23 concistori, creò 124 nuovi cardinali, tra cui il futuro papa Leone XIII.

Concistori di Leone XIII[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Leone XIII.
  • 12 maggio 1879: 10 cardinali;
  • 19 settembre 1879: 4 cardinali;
  • 13 dicembre 1880: 4 cardinali (1+3 nominati "in pectore" e pubblicati il 27 marzo 1882 e il 10 novembre 1884);
  • 27 marzo 1882: 4 cardinali;
  • 25 settembre 1882: 3 cardinali;
  • 12 maggio 1883: 1 cardinale;
  • 24 marzo 1884: 2 cardinali;
  • 10 novembre 1884: 8 cardinali;
  • 27 luglio 1885: 6 cardinali;
  • 7 giugno 1886: 6 cardinali;
  • 14 marzo 1887: 5 cardinali;
  • 23 maggio 1887: 2 cardinali;
  • 11 febbraio 1889: 3 cardinali;
  • 24 maggio 1889: 8 cardinali;
  • 30 dicembre 1889: 1 cardinale nominato "in pectore" e pubblicato il 28 giugno 1890);
  • 23 giugno 1890: 3 cardinali;
  • 1º giugno 1891: 2 cardinali;
  • 17 dicembre 1891: 2 cardinali;
  • 16 gennaio 1893: 17 cardinali (15+2 nominati "in pectore" e pubblicati il 21 maggio 1894 e il 25 novembre 1895);
  • 18 giugno 1893: 3 cardinali;
  • 18 maggio 1894: 5 cardinali;
  • 29 novembre 1895: 8 cardinali;
  • 22 giugno 1896: 4 cardinali;
  • 30 novembre 1896: 2 cardinali;
  • 19 aprile 1897: 4 cardinali;
  • 18 giugno 1899: 11 cardinali (10+1 nominato "in pectore" e pubblicato il 15 aprile 1901);
  • 15 aprile 1901: 15 cardinali;
  • 22 giugno 1903: 7 cardinali.

Leone XIII, nei suoi ventotto concistori, creò 147 nuovi cardinali, tra cui il futuro papa Pio X.

Concistori di Pio X[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Pio X.
  • 9 novembre 1903: 2 cardinali;
  • 11 dicembre 1905: 4 cardinali;
  • 15 aprile 1907: 8 cardinali;
  • 16 dicembre 1907: 2 cardinali;
  • 27 novembre 1911: 19 cardinali (18+1 nominato "in pectore" pubblicato il 25 maggio 1914);
  • 2 dicembre 1912: 1 cardinale;
  • 25 maggio 1914: 13 cardinali.

Nei suoi sette concistori, Pio X creò 49 nuovi cardinali tra cui il futuro papa Benedetto XV.

Concistori di Benedetto XV[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Benedetto XV.
  • 6 dicembre 1915: 6 cardinali;
  • 4 dicembre 1916: 10 cardinali (9+1 "in pectore" pubblicato il 15 dicembre 1919);
  • 5 dicembre 1919: 1 cardinale;
  • 15 dicembre 1919: 5 cardinali:
  • 18 dicembre 1919: 1 cardinale;
  • 7 marzo 1921: 5 cardinali;
  • 13 giugno 1921: 1 cardinale;
  • 21 giugno 1921: 2 cardinali.

Nei suoi otto concistori, Benedetto XV ha creato 31 nuovi cardinali tra cui il futuro papa Pio XI.

Concistori di Pio XI[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Pio XI.
  • 11 dicembre 1922: 8 cardinali;
  • 23 maggio 1923: 2 cardinali;
  • 20 dicembre 1923: 2 cardinali;
  • 24 marzo 1924: 2 cardinali;
  • 30 marzo 1925: 2 cardinali;
  • 14 dicembre 1925: 4 cardinali;
  • 21 giugno 1926: 2 cardinali;
  • 20 dicembre 1926: 2 cardinali;
  • 20 giugno 1927: 2 cardinali;
  • 19 dicembre 1927: 5 cardinali;
  • 15 luglio 1929: 1 cardinale;
  • 16 dicembre 1929: 6 cardinali;
  • 30 giugno 1930: 5 cardinali;
  • 13 marzo 1933: 7 cardinali (6 + 1 in pectore pubblicato il 16 dicembre 1935);
  • 16 dicembre 1935: 19 cardinali;
  • 15 giugno 1936: 2 cardinali;
  • 13 dicembre 1937: 5 cardinali.

Nei 17 concistori tenuti Pio XI ha creato 76 cardinali (provenienti da 17 nazioni) tra cui il futuro Papa Pio XII.

Concistori di Pio XII[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Pio XII.
  • 18 febbraio 1946: 32 cardinali;
  • 12 gennaio 1953: 24 cardinali.

A partire dal concistoro del 18 febbraio 1946 i cardinali italiani non sono più la maggioranza assoluta del Sacro Collegio, ma relativa.

Nei due concistori tenuti Pio XII ha creato 56 cardinali (provenienti da 25 nazioni) tra cui tre futuri beati: Clemens August von Galen, Alojzije Stepinac, nonché il futuro Papa Giovanni XXIII.

Pio XII nel concistoro del 1953 avrebbe creato cardinale anche il patriarca di Venezia Carlo Agostini, che però morì dopo l'annuncio, ma pochi giorni prima del concistoro, il 28 dicembre 1952. Al suo posto alla sede di Venezia il papa elesse proprio uno dei neo-cardinali: Angelo Roncalli, futuro papa Giovanni XXIII e successore di Pio XII.

Concistori di Giovanni XXIII[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di Papa Giovanni XXIII.
  • 15 dicembre 1958: 23 cardinali;
  • 14 dicembre 1959: 8 cardinali;
  • 28 marzo 1960: 7 cardinali (più 3 in pectore che però non vennero mai pubblicati);
  • 16 gennaio 1961: 4 cardinali;
  • 19 marzo 1962: 10 cardinali.

Nei cinque concistori, Giovanni XXIII ha creato 52 cardinali (provenienti da 22 nazioni) tra cui il futuro Papa Paolo VI (primo cardinale nel primo concistoro).

Concistori di Paolo VI[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di Papa Paolo VI.
  • 22 febbraio 1965: 27 cardinali;
  • 26 giugno 1967: 27 cardinali;
  • 28 aprile 1969: 35 cardinali (in questo concistoro venne creato cardinale in pectore monsignor Iuliu Hossu, vescovo di Cluj-Gherla dei Romeni. Egli morì il successivo 28 maggio 1970 e il suo nome venne pubblicato solo nel concistoro del 5 marzo 1973);
  • 5 marzo 1973: 29 cardinali;
  • 24 maggio 1976: 21 cardinali (František Tomášek, arcivescovo di Praga, e Joseph Marie Trinh-nhu-Khuê, arcivescovo di Hanoi, vennero creati cardinali in pectore e pubblicati durante il concistoro del 27 giugno 1977);
  • 27 giugno 1977: 4 cardinali.

Nei sei concistori, Paolo VI ha creato 143 cardinali (provenienti da 52 nazioni) tra cui i futuri Papi Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. Attualmente solo 2 cardinali sono viventi, entrambi non elettori (più, ovviamente, il Papa Emerito Benedetto XVI).

Concistori di Giovanni Paolo II[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di Papa Giovanni Paolo II.
  • 30 giugno 1979: 15 cardinali (14 + 1 in pectore pubblicato nel 1991);
  • 2 febbraio 1983: 18 cardinali;
  • 25 maggio 1985: 28 cardinali;
  • 28 giugno 1988: 24 cardinali (in origine erano 25, ma il teologo Hans Urs von Balthasar morì il 26 giugno);
  • 28 giugno 1991: 22 cardinali (venne pubblicato il cardinale in pectore del 1979: Ignatius Kung Pin-mei);
  • 26 novembre 1994: 30 cardinali;
  • 21 febbraio 1998: 22 cardinali (20 + 2 in pectore pubblicati nel 2001; in lista vi era anche monsignor Josip Uhač deceduto la mattina dell'annuncio pubblico);
  • 21 febbraio 2001: 42 cardinali (pubblicazione dei cardinali in pectore del 1998). Fra questi, fu elevato al rango cardinalizio Jorge Mario Bergoglio, futuro Papa Francesco; Si tratta del Concistoro più numeroso nella storia della Chiesa Cattolica;
  • 21 ottobre 2003: 30 cardinali (il Pontefice si era riservato un cardinale in pectore che però non ha mai pubblicato prima della sua morte).

Nei nove concistori, Giovanni Paolo II ha creato complessivamente 231 cardinali (provenienti da 69 nazioni) dei quali 117 viventi e 44 elettori. Fra questi il Cardinal Jorge Mario Bergoglio, futuro Papa Francesco.
Nessun altro pontefice nella storia della Chiesa Cattolica ha creato un numero così elevato di porporati.

Concistori di Benedetto XVI[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di Papa Benedetto XVI.
  • 24 marzo 2006: 15 cardinali;
  • 24 novembre 2007: 23 cardinali (in lista vi era anche monsignor Ignacy Ludwik Jeż, deceduto il giorno prima dell'annuncio);
  • 20 novembre 2010: 24 cardinali;
  • 18 febbraio 2012: 22 cardinali;
  • 24 novembre 2012: 6 cardinali.

Nei cinque concistori convocati, Benedetto XVI ha creato 90 cardinali (provenienti da 37 nazioni), dei quali 82 viventi e 66 elettori.

Con il concistoro del 18 febbraio 2012 il Sacro Collegio ha raggiunto il numero di 213 cardinali viventi (compresi i non elettori), provenienti da 70 nazioni[1], un record storico[2] mai raggiunto prima nella storia della Chiesa cattolica. Dal 18 febbraio 2012 la maggioranza assoluta dei cardinali elettori è costituita da porporati creati da Papa Benedetto XVI.

Il concistoro del 24 novembre 2012 è stato il primo dal 1924 in cui non è stato creato neanche un cardinale europeo[3].

Concistori di Francesco[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Concistori di papa Francesco.
  • 22 febbraio 2014: 19 cardinali.

Protestantesimo[modifica | modifica wikitesto]

Il termine "Concistoro" nelle Chiese evangeliche è generalmente sinonimo di "Consiglio di chiesa", l'organo di governo della chiesa evangelica locale formato da "anziani" eletti dall'assemblea della comunità.

A Ginevra, nella Chiesa protestante nazionale, il concistoro o consistoire è l'istanza legislativa della chiesa, l'autorità suprema. È composto da circa 80 membri, di cui due terzi laici, eletti per quattro anni dalle parrocchie, dai rappresentanti dei servizi della chiesa, dei suoi vari ministeri e delle associazioni pastorali, dalla "Compagnia dei pastori", dai diaconi delegati, dal moderatore, e dalla Facoltà di teologia (un professore).[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.vatican.va/news_services/press/documentazione/documents/cardinali_statistiche/cardinali_statistiche_continenti_it.html
  2. ^ 30Giorni | Come cambia il Sacro Collegio (di Gianni Cardinale)
  3. ^ Papa/ Mini-concistoro 24 novembre, 6 cardinali, nessun europeo, TMnews, 24 ottobre 2012
  4. ^ Vedi il sito ufficiale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mousourakis, George, The Historical and Institutional Context of Roman Law, p. 331.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo