Dissenzienti inglesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un manifesto catalogo dei dissenzienti nel 1647

I dissenzienti (dissidenti) inglesi erano cristiani che si separarono dalla Chiesa d'Inghilterra tra i secoli XVI, XVII, XVIII.[1] Agitati per l'ampia portata della riforma protestante, ebbero una breve vittoria sotto Oliver Cromwell. All'affermazione del Re Giacomo I d'Inghilterra, VI di Scozia, "nessun vescovo, nessun re",[2] Oliver Cromwell abolì entrambi istituendo il Commonwealth d'Inghilterra. Dopo la restaurazione della Monarchia nel 1660, l'episcopato fu ristabilito e molti diritti dei dissenzieti limitati; l'Atto di uniformità del 1662 richiedeva l'ordine sacro anglicano per tutto il clero e molti si ritirarono dalla chiesa di stato. Questi ministri e i loro seguaci divennero noti come "non conformisti", anche se in origine questo termine si riferiva al rifiuto di usare certe regole e cerimonie della Chiesa d'Inghilterra, piuttosto che la separazione da essa. I Dissenzienti si opposero contro l'ingerenza dello Stato in materia religiosa e fondarono proprie chiese, istituti scolastici e delle comunità; alcuni emigrarono nelle Americhe.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ^ The Oxford Dictionary of the Christian Church by F. L. Cross (Editor), E. A. Livingstone (Editor) Oxford University Press, USA; 3 edition p.490 (March 13, 1997)
  2. ^ BBC - History - James I, King of England, VI of Scotland (1566 - 1625)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Fitzpatrick, Martin. "Heretical Religion and Radical Political Ideas in Late Eighteenth-Century England." The Transformation of Political Culture: England and Germany in the Late Eighteenth Century. Ed. Eckhart Hellmuth. Oxford: Oxford University Press; London: German Historical Institute, 1990. ISBN 0199205019.
  • Philip, Mark. "Rational Religion and Political Radicalism." Enlightenment and Dissent 4 (1985): 35–46.
  • Dobrowsky, Josef, (1788). "Geschichte der Bömischen Pikarden und Adamiten", Abhandlungen der königlich böhmischen Gesellschaft der Wissenschaften.
  • ExLibris, Early English dissenters
  • Dissenzienti, [1]