Benedetta Ceccarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benedetta Ceccarelli
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 51 kg
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità 400 metri ostacoli
Record
400 m hs 54"79 Record nazionale
Società Fondiaria Sai flag.svg Fondiaria SAI Atletica
Carabinieri Carabinieri
Carriera
Nazionale
2002- Italia Italia 14
Palmarès
Universiadi 0 1 0
Giochi del Mediterraneo 1 0 0
Europei juniores 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al febbraio 2012

Benedetta Ceccarelli (Perugia, 23 gennaio 1980) è un'atleta italiana, la cui specialità è la disciplina dei 400 metri ostacoli. Detiene il record italiano su pista con il tempo di 54.79 secondi, ottenuto a Rieti il 28 agosto 2005.

È conosciuta dal grande pubblico dal Golden Gala di Roma del 2004, quando ha raggiunto un tempo di 55.14 (vicinissima al record italiano) che le ha permesso così la partecipazione alle Olimpiadi.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia la propria attività nell'Atletica Capanne, una piccola e vivace società dell'hinterland perugino, allenata da Sauro Mencaroni. Ha poi militato nella Fondiaria Sai e dal 2006 fa parte del gruppo sportivo dei Carabinieri. Nel febbraio 2007 ha conseguito il diploma di laurea in Scienze Motorie e Sportive presso l'Università degli Studi di Perugia.

Carriera atletica[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 a Riga vince la medaglia d'argento agli Europei juniores nei 400 ostacoli.

Nel 2005 è arrivato il record italiano con il tempo di 54.79 secondi, raggiunto il 28 agosto 2005 durante il meeting di Rieti, strappandolo all'altoatesina Monika Niederstatter (record preced. 55.10). Suo anche il secondo crono italiano di sempre 55.00.

Ha partecipato agli europei di atletica leggera di Monaco di Baviera nel 2002 e di Goteborg nel 2006. Ha inoltre rappresentato l'Italia ai campionati del mondo di atletica leggera del 2005 di Helsinki ed alle Olimpiadi di Atene nel 2004.

In occasione dei Campionati Mondiali di atletica leggera di Helsinki è stata definita dai tecnici federali la migliore atleta italiana della manifestazione. Un brutto infortunio al tendine le ha precluso la chance di medaglia agli Europei di Goteborg(terzo miglior tempo d'ingresso).

Nel 2007 non è riuscita a conseguire il minimo di partecipazione per i campionati del mondo di Osaka, tempo abbondantemente alla sua portata. La stagione si è comunque chiusa con il titolo individuale nei 400 ostacoli e con il titolo a squadre, con la maglia della SAI Fondiaria di Roma, di cui è capitana; questo naturalmente grazie alla gentile concessione della società di appartenenza, il gruppo sportivo Carabinieri, che ne ha autorizzato il prestito.

La stagione successiva ha portato l'ennesimo titolo italiano, conquistato a Cagliari; trattandosi di anno olimpico, era scontata la sua partecipazione ai Giochi di Pechino, ma così non è stato: pur avendo conseguito il minimo B e rientrando tra le prime 24 specialiste mondiali dell'anno (condizione stabilita dalla FIDAL), non è stata inserita tra gli atleti convocati dal CONI.

Record nazionali[modifica | modifica sorgente]

  • 400 m ostacoli: 54"79 (Italia Rieti, 28 agosto 2005)[2]

Progressione[modifica | modifica sorgente]

  • 1996 (16) 400hs 61.97;
  • 1997 (17) 400hs 60.68;
  • 1998 (18) 400hs 59.09; 400 m 56” 35;
  • 1999 (19) 400hs 58.62; 400 m 56” 00;
  • 2000 (20) 400hs 59.26; 400 m 55” 92;
  • 2001 (21) 400hs 58.83;
  • 2002 (22) 400hs 56.80; 400 m 54” 41;
  • 2003 (23) 400hs 56.49; 400 m 53” 98;
  • 2004 (24) 400hs 55.14; 400 m 52” 95; 200 m 24” 69;
  • 2005 (25) 400hs 54.79; 400 m 53” 67; 200 m 24” 58; 100hs 14” 22;
  • 2006 (26) 400hs 56.71;
  • 2007 (27) 400hs 56” 26; 400 m 55” 26;
  • 2008 (28) 400hs 56” 00; 400 m 54” 02;

Migliori prestazioni nei 400 m hs[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Torneo Sede Piazzamento Altro
1999 Campionati europei juniores di atletica leggera Lettonia Riga
2005 Campionato Mondiale Finlandia Helsinki
2005 Universiade Turchia Smirne
2005 Giochi del Mediterraneo Spagna Almería

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Benedetta Ceccarelli, sports-reference.com. URL consultato il 13 febbraio 2012.
  2. ^ Liste italiane all-time - Al 24 giugno 2011, fidal.it. URL consultato il 13 febbraio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]