Ari Vatanen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Membro delle istituzioni europee}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Ari Vatanen
Ari Vatanen 2006 EMS.jpg
Dati biografici
Nome Ari Pieti Uolevi Vatanen
Nazionalità Finlandia Finlandia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Rally
Rally raid
Squadra Citroën
Ritirato 2003 Neste Oil Rally
Carriera
Carriera nel mondiale Rally
Esordio 1974 Rally dei 1000 Laghi
Scuderie Ford, Opel, Peugeot, Subaru, BMW, Mitsubishi,
Mondiali vinti 1 (1981)
Rally disputati 101
Rally vinti 10
Podi 27
Punti ottenuti 518
Palmarès
Rally Dakar 4 trofei
Coppa del mondo rally raid 1 trofeo
Rally dei Faraoni 3 trofei
Rally di Tunisia 1 trofeo
Abu Dhabi Desert Challenge 1 trofeo
Rally Transibérico 2 trofei
Baja España-Aragón 3 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Ari Pieti Uolevi Vatanen (Tuupovaara, 27 aprile 1952) è un ex pilota di rally e politico finlandese, vincitore di un mondiale rally nel 1981 e di quattro Rally Dakar. Tra il 1999 ed il 2009 è stato europarlamentare, la prima legislatura nelle file di Coalizione Nazionale e la seconda come deputato dell'Unione per un Movimento Popolare. Il 23 ottobre 2009 perde la sfida alla presidenza della FIA con Jean Todt[1].

Dopo la carriera rallystica ottenne numerose vittorie nei rally raid (tra cui tre Rally dei Faraoni, oltre alle quattro Dakar) e una Coppa del mondo rally raid.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

La Ford del 1981

Vatanen è nato e cresciuto nella Finlandia orientale. Nel 1970 a diciotto anni debutta da professionista e quattro anni dopo prende parte per la prima volta al Mondiale nel Rally dei 1000 Laghi. Vince il British Rally Championship nel 1976 e nel 1980 con Peter Bryant e David Richards. Nel 1977, è pilota privato della Ford Escort RS1800.

Per la stagione 1979, firma il passaggio alla Rothmans Rally Team. Continuando con un RS1800, ha vinto al suo debutto al Rally dell'Acropoli 1980 ed è diventato Campione del Mondo Rally nel 1981. Dal 1979 fino alla fine del 1981, ha avuto come co-pilota David Richards, che diventerà poi presidente della Prodrive. Nella stagione 1982, Vatanen non riesce a difendere il proprio titolo prendendo parte a sole 3 gare,e nella stagione 1983 è vincitore al Safari Rally al volante di una Opel Ascona.

Nel 1984, Vatanen passa al Team Peugeot con la Peugeot 205 T16. Dal Rally dei 1000 Laghi nel 1984 al Rally di Svezia nel 1985 vince 5 gare consecutive nel mondiale.

L'incidente[modifica | modifica wikitesto]

Vatanen andò molto vicino alla morte dopo un incidente nel 1985 al Rally d'Argentina, a causa dell'eccessiva velocità perse il controllo della vettura ed usci di strada. Il suo copilota riportò solo lievi contusioni, e Ari Vatanen dovette lasciare le gare per più di un anno perché il suo sedile si era rotto e lui era stato scagliato all'interno dell'auto mentre questa rotolava giù per la scarpata. Il recupero durò 18 mesi.

Il rientro[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la guarigione, partecipò per la prima volta alla Parigi-Dakar cogliendo subito la vittoria con la Peugeot 205 T16 nel 1987. Vatanen vinse questa competizione quattro volte, con la Peugeot nel 1987, 1989 e 1990, e con la Citroën nel 1991. Molto probabilmente avrebbe vinto anche l'edizione del 1988, ma gli venne rubata l'auto proprio quando era il leader della corsa.

Con la Peugeot, Vatanen ha vinto anche la Pikes Peak del 1988, dopo aver smesso di gareggiare nel Campionato Mondiale Rally nel 1986, a causa della scomparsa del Gruppo B, Vatanen rimase alla Peugeot permettendo con l'esperienza tratta dalla sua 205 T16 di creare la 405 T16 con almeno 600 CV (447 kW). Vatanen condusse la propria vettura alla vittoria nella cronoscalata, battendo il primato stabilito l'anno precedente da Rohrl; il suo record rimarrà imbattuto per 7 anni.

I suoi sforzi furono anche immortalati nel pluripremiato cortometraggio Climb Dance.

La Peugeot 405 T16 usata per il Pikes Peak

Vatanen scrisse l'autobiografia Every Second Counts, precisando la sua vita e la sua carriera fino a quel punto. Fu pubblicata nel 1988.

La seconda parte di carriera ed il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Vatanen ha continuato a gareggiare nel Campionato Mondiale Rally, prendendo parte solo ad alcune gare, fino alla stagione 1998. Ha guidato per la Mitsubishi RALLIART in quattro eventi in Europa nel 1989 e in cinque nel 1990. Il suo miglior risultato con la Mitsubishi Galant VR-4 è stato un secondo nel 1990 Rally dei 1000 Laghi. Dal 1992 al 1993 ha gareggiato per la Subaru in 11 eventi, finendo secondo per tre volte, anche per il debutto del primo evento Subaru Impreza in Finlandia. Ha corso successivamente con la Ford Escort finendo sul podio nel 1994 in Argentina e al Safari Rally del 1998; è poi brevemente ritornato alla Subaru per l'ultima gara della stagione al Rally di Gran Bretagna, che segna il suo 100º Rally nel Mondiale.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

In seguito ai suoi anni di lavoro con un team di rally francese, nel 1993 si stabilì nel sud della Francia dove ha comprato una fattoria e una cantina. Ha sviluppato interesse per la politica e nel 1999 è stato eletto al Parlamento europeo dalla lista della coalizione conservatrice nazionale finlandese, nonostante abbia continuato a vivere in Francia.

Nel 2004 è stato rieletto, ma questa volta nella lista dei conservatori francesi (Unione per un Movimento Popolare).

La fame di motori non l'aveva abbandonato e nel 2003 corse con la Nissan nella Parigi-Dakar finendo settimo. Ha anche fatto una comparsa nel 2003 al Rally di Finlandia con la Bozian Racing su Peugeot 206 WRC, chiudendo undicesimo. Nel 2004 e nel 2005, Vatanen ha partecipato alla Dakar con la Nissan, e nel 2007 ha fatto un altro tentativo con la Volkswagen.

Nel settembre 2008, Vatanen ha preso parte al Colin McRae Forest Stage Rally, una gara dello Scottish Rally Championship centrato a Perth, in Scozia. Il suo co-pilota è stato ancora una volta David Richards e gareggiato nella stessa Ford Escort RS1800 sponsorizzata Rothmans che ha guidato nel 1981. Era uno di una serie di ex-campioni del mondo a prendere parte alla manifestazione in memoria di McRae, morto nel 2007.

Ari Vatanen durante il Colin McRae Forest Stages Rally

La presidenza Fia[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 giugno 2009 Vatanen confermò la sua intenzione di succedere a Max Mosley a capo della Fia nell'autunno 2009[2], con principale avversario l'ex amministratore delegato e direttore delle corse sportive Ferrari, Jean Todt[3]. Ma nell'elezione del 23 ottobre 2009, la maggioranza del Consiglio Mondiale votò per il suo rivale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Principali successi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Campionato Auto
1981 Campionato del mondo rally Ford Escort RS1800
1987 Rally Dakar Peugeot 205 Turbo 16 Grand Raid
1988 Pikes Peak Peugeot 405 Turbo 16 Pikes Peak
1989 Rally Dakar Peugeot 405 Turbo 16 Grand Raid
1990 Rally Dakar Peugeot 405 Turbo 16 Grand Raid
1991 Rally Dakar Peugeot 405 Turbo 16 Grand Raid

Rally Dakar[modifica | modifica wikitesto]

Con 4 successi e 50 vittorie di tappa, detiene il record in entrambe le classifiche.[4]

Anno Navigatore Vettura Pos. Tappe
1987 Francia Bernard Giroux Peugeot 205 Turbo 16 3
1988 Svezia Bruno Berglund Peugeot 405 Turbo 16 Rit. 4
1989 Svezia Bruno Berglund Peugeot 405 Turbo 16 7
1990 Svezia Bruno Berglund Peugeot 405 Turbo 16 6
1991 Svezia Bruno Berglund Citroën ZX 5
1992 Svezia Bruno Berglund Citroën ZX 7
1993 Francia Christian Delférrier Citroën ZX 2
1995 Francia Gilles Picard Citroën Rit. 3
1996 Francia Gilles Picard Citroën 7
2003 Svezia Tina Thörner Nissan Navara 4
2004 Finlandia Juha Repo Nissan Navara Rit. 1
2005 Italia Tiziano Siviero Nissan Navara 39º -
2007 Italia Fabrizia Pons Volkswagen Touareg Rit. -

Vittorie nel mondiale rally[modifica | modifica wikitesto]

# Anno Rally Copilota Vettura
1 1980 Grecia 27º Rally dell'Acropolis David Richards Ford Escort RS1800
2 1981 Grecia 28º Rally dell'Acropolis David Richards Ford Escort RS1800
3 Brasile 3º Marlboro Rally del Brasile David Richards Ford Escort RS1800
4 Finlandia 31º Rally dei 1000 Laghi David Richards Ford Escort RS1800
5 1983 Kenya 31º Marlboro Safari Rally Terry Harryman Opel Ascona 400
6 1984 Finlandia 34º Rally dei 1000 Laghi Terry Harryman Peugeot 205 Turbo 16
7 Italia 26º Rally di Sanremo Terry Harryman Peugeot 205 Turbo 16
8 Regno Unito 33º Lombard RAC Rally Terry Harryman Peugeot 205 Turbo 16
9 1985 Monaco 53º Rally di Montecarlo Terry Harryman Peugeot 205 Turbo 16
10 Svezia 35º International Swedish Rally Terry Harryman Peugeot 205 Turbo 16

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jean Todt eletto presidente della Fia, ansa.it. URL consultato il 23 dicembre 2011.
  2. ^ Vatanen correrà per la presidenza Fia
  3. ^ Todt si candida alla presidenza Fia
  4. ^ (FR) DAKAR RETRO 1979-2009, dakar.com. URL consultato il 23 dicembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27089239