Apertura di re

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Apertura di re
a b c d e f g h
8
Chessboard480.svg
a8 torre del nero
b8 cavallo del nero
c8 alfiere del nero
d8 donna del nero
e8 re del nero
f8 alfiere del nero
g8 cavallo del nero
h8 torre del nero
a7 pedone del nero
b7 pedone del nero
c7 pedone del nero
d7 pedone del nero
e7 pedone del nero
f7 pedone del nero
g7 pedone del nero
h7 pedone del nero
e4 pedone del bianco
a2 pedone del bianco
b2 pedone del bianco
c2 pedone del bianco
d2 pedone del bianco
f2 pedone del bianco
g2 pedone del bianco
h2 pedone del bianco
a1 torre del bianco
b1 cavallo del bianco
c1 alfiere del bianco
d1 donna del bianco
e1 re del bianco
f1 alfiere del bianco
g1 cavallo del bianco
h1 torre del bianco
8
7 7
6 6
5 5
4 4
3 3
2 2
1 1
a b c d e f g h
Mosse 1. e4
Codice ECO B00-B99, C00-C99
Evoluzione di posizione iniziale

Il termine apertura di re si riferisce a tutte le aperture scacchistiche che hanno come prima mossa del bianco:

  1. e4

Tale apertura risulta essere la più popolare tra le venti possibili prime mosse del bianco. Dato che quasi tutte le aperture originate da tale mossa vengono indicate da un nome specifico, questa terminologia, al contrario di "partita di donna", viene usata raramente per descrivere le fasi iniziali della partita.

L'avanzamento del pedone di re di due case è considerato propedeutico per il controllo del centro e libera i movimenti della Donna e dell'Alfiere di re in modo da favorirne lo sviluppo. Bobby Fischer la definì come "sperimentalmente migliore (Best by test)".

L' apertura di re viene ulteriormente classificata in base alla risposta del Nero in:

L'Enciclopedia delle aperture scacchistiche classifica tutte le aperture di re nei volumi B e C. Il volume C tratta delle aperture di gioco aperto e della difesa francese (1. e4 e6), mentre il volume B di tutte le altre. I rari casi in cui l'apertura di re non evolve in una apertura con una denominazione definita sono descritti coi codici B00, C20, e C50.

Continuazioni[modifica | modifica sorgente]

Le risposte del Nero che vengono trattate in uno o più capitoli dell'enciclopedia delle aperture sono illustrate nel seguito in ordine di popolarità.

  • 1…c5 è la continuazione più comune e dà origine alla difesa siciliana. Questa risposta consente al nero di lottare per il centro preparandosi a contrastare la spinta in d4 con …cxd4. La siciliana è una tra le aperture più complesse ed analizzate e le sono dedicate ben ottanta capitoli nell'enciclopedia della aperture contrassegnati dai codici da B20 a B99.
  • …e5 dà origine alle classiche aperture di gioco aperto che includono la partita spagnola, il gambetto di re, la partita italiana, la partita scozzese e la difesa russa. Anche in questa apertura il Nero si prepara a contrastare la spinta in d4 stavolta con …exd4. Queste aperture sono trattate nei capitoli contrassegnati dai codici da C20 a C99.
  • …e6 porta alla difesa francese, trattata nei capitoli contrassegnati dai codici da C00 a C19. La risposta trattenuta del nero consente al bianco di giocare 2.d4, ottenendo frequentemente un vantaggio di spazio. In compenso il Nero è preparato a bloccare il centro per difendersi dall'iniziativa dell'avversario e replicare con la spinta in c5.
  • …c6 caratterizza la difesa Caro-Kann, trattata nei capitoli contrassegnati dai codici da B10 a B19. Come la difesa francese è considerata una risposta solida, ma qui il Nero deve spesso cedere il controllo del centro (dopo 2.d4 d5 3.Cc3, la linea principale per il Nero è …dxe4). D'altra parte l'Alfiere campochiaro non finirà intrappolato dietro i propri pedoni come invece capita di frequente nella difesa francese.
  • …d6 e
  • …g6 conducono di solito ad aperture simili chiamate difesa Pirc e difesa moderna. Queste aperture consentono al Bianco di costruire un centro di pedoni con 2.d4, ma il Nero si prepara a portare l'alfiere in g7 e contrattaccare così al centro. Queste aperture sono trattate nei capitoli da B06 a B09.
  • …Cf6 caratterizza la difesa Alekhine che invita il bianco a minacciare il Cavallo con 2.e5. Il nero qui è spesso costretto a perdere dei tempi per sfuggire col Cavallo alle minacce che gli vengono portate, consentendo allo stesso tempo al Bianco di costruirsi il centro di pedoni. Il Nero cerca di rendere i pedoni bianchi deboli appunto perché troppo avanzati. Questa difesa è trattata nei capitoli dal B02 al B05.
  • …d5 dà origine alla difesa Scandinava, un attacco diretto al pedone in e4 che forza la situazione al centro. Comunque, dopo 2.exd5 Dxd5, il nero perde del tempo dato che la sua Donna si è sviluppata troppo in anticipo. La difesa scandinava è trattata nel capitolo B01 dell'enciclopedia delle aperture.

Le restanti risposte del Nero, oltre a queste otto, sono trattate insieme nel capitolo B00. Alcune di queste hanno ricevuto un'analisi intensiva.

Altre risposte a 1.e4 sono ancora più rare ed hanno nomi esotici, ma sono generalmente considerate inferiori e non hanno ricevuto attenzioni significative da parte dei Grandi Maestri.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi