Gambetto Blumenfeld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gambetto Blumenfeld
a b c d e f g h
8
Chessboard480.svg
a8 torre del nero
b8 cavallo del nero
c8 alfiere del nero
d8 donna del nero
e8 re del nero
f8 alfiere del nero
h8 torre del nero
a7 pedone del nero
d7 pedone del nero
f7 pedone del nero
g7 pedone del nero
h7 pedone del nero
e6 pedone del nero
f6 cavallo del nero
b5 pedone del nero
c5 pedone del nero
d5 pedone del bianco
c4 pedone del bianco
f3 cavallo del bianco
a2 pedone del bianco
b2 pedone del bianco
e2 pedone del bianco
f2 pedone del bianco
g2 pedone del bianco
h2 pedone del bianco
a1 torre del bianco
b1 cavallo del bianco
c1 alfiere del bianco
d1 donna del bianco
e1 re del bianco
f1 alfiere del bianco
h1 torre del bianco
8
7 7
6 6
5 5
4 4
3 3
2 2
1 1
a b c d e f g h
Mosse 1.d4 Cf6
2.c4 e6
3.Cf3 c5
4.d5 b5
Codice ECO E10
Origine del nome Benjamin Blumenfeld
Evoluzione di Difesa indiana

Il gambetto Blumenfeld è un'apertura degli scacchi caratterizzata dalle mosse:

  1. d4 Cf6
  2. c4 e6
  3. Cf3 c5
  4. d5 b5

Il suo nome deriva dal maestro russo Benjamin Blumenfeld. In letteratura è definito come un controgambetto e così anche nella Enciclopedia delle aperture scacchistiche. È raro trovarlo nei tornei.

Analisi[modifica | modifica wikitesto]

In questa posizione il Nero conta su: 5.dxe6 fxe6 6.cxb5 d5 con controllo del centro per cui il Bianco in genere prosegue con 5.Ag5 Da5 6.Cc3 Ce4 7.Ad2 Cxd2 8.Dxd2 b4 con blocco del lato di donna.

scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi