Difesa russa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Difesa russa
a b c d e f g h
8
Chessboard480.svg
a8 torre del nero
b8 cavallo del nero
c8 alfiere del nero
d8 donna del nero
e8 re del nero
f8 alfiere del nero
h8 torre del nero
a7 pedone del nero
b7 pedone del nero
c7 pedone del nero
d7 pedone del nero
f7 pedone del nero
g7 pedone del nero
h7 pedone del nero
f6 cavallo del nero
e5 pedone del nero
e4 pedone del bianco
f3 cavallo del bianco
a2 pedone del bianco
b2 pedone del bianco
c2 pedone del bianco
d2 pedone del bianco
f2 pedone del bianco
g2 pedone del bianco
h2 pedone del bianco
a1 torre del bianco
b1 cavallo del bianco
c1 alfiere del bianco
d1 donna del bianco
e1 re del bianco
f1 alfiere del bianco
h1 torre del bianco
8
7 7
6 6
5 5
4 4
3 3
2 2
1 1
a b c d e f g h
Mosse 1.e4 e5

2.Cf3 Cf6

Codice ECO C42-C43
Origine del nome Russia, Alexander Petrov
Evoluzione di Apertura di gioco aperto
Sinonimi Difesa Petrov

La difesa Russa è un'apertura di scacchi classica. Deriva dalle mosse:

1. e4 e5
2. Cf3 Cf6

È chiamata anche difesa Petrov o Petroff perché fu analizzata nell'Ottocento dal russo Alexander Petrov.

La difesa Russa si basa sull'idea di non perdere tempo nella difesa del pedone e5 attaccato, imitando il Bianco nello sviluppo e contrattaccando sul pedone e4. In realtà, dopo una eventuale cattura del Bianco (3. Cxe5), il Nero non procede subito alla cattura del pedone e4, ma preferisce prima allontanare il cavallo con 3. ...d6 e solo allora riprende il materiale temporaneamente ceduto. Questo ha la sua ragione nel fatto che il Nero, poiché muove sempre dopo l'avversario, non può imitarlo indefinitamente senza cadere in svantaggio, in quanto, ad un certo punto, il Bianco potrà realizzare un attacco efficace per primo. Ad esempio:

3. Cxe5 Cxe4
4. Df3 e c'è un attacco doppio su e4 ed f7 (dal quale comunque il Nero può difendersi giocando 4... Cd6, oppure 4... Cg5 o ancora 4... Cf6)

Il Bianco può anche non catturare il pedone in e5, continuando lo sviluppo con 3. d4 (variante Steinitz o anche variante moderna, pur essendo la variante 3. Cxe5 tuttora la più giocata).

Dopo 3. Cxe5 d6 il Bianco può decidere di non ritirare il cavallo giocando 4. Cxf7 (gambetto Cochrane), ma la teoria giudica poco corretto questo sacrificio, pur essendo stato giocato qualche volta anche ad alto livello, per es. da Veselin Topalov e Nigel Short.

Tra i campioni che hanno adottato spesso la difesa Russa, da citare Pillsbury, Marshall, Kasimdzhanov e in particolare Vladimir Kramnik, che è ritenuto il maggiore esperto di questa difesa. Anche Anatoly Karpov la ha adottata in molte partite.

Codici ECO[modifica | modifica wikitesto]

  • C42:   1.e4 e5 2.Cf3 Cf6
  • C43:   1.e4 e5 2.Cf3 Cf6 3.d4

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi