Amministrazione apostolica personale San Giovanni Maria Vianney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amministrazione apostolica personale San Giovanni Maria Vianney
Administratio Apostolica Sancti Ioannis Mariae Vianney
Chiesa latina
Igreja Principal de Campos.JPG
Administração apostólica pessoal.svg  
Amministratore apostolico Fernando Arêas Rifan
Sacerdoti 33 di cui 0 secolari e 33 regolari
894 battezzati per sacerdote
Battezzati 29.512
Erezione 18 gennaio 2002
Rito romano
(forma straordinaria)
Indirizzo Rua Riachuelo 169, 28013-450 Campos, RJ, Brasil
Sito web www.adapostolica.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Brasile

L'amministrazione apostolica personale San Giovanni Maria Vianney (in latino: Administratio Apostolica Sancti Ioannis Mariae Vianney) è una sede della Chiesa cattolica immediatamente soggetta alla Santa sede. Nel 2010 contava 29.512 battezzati. È attualmente retta dal vescovo Fernando Arêas Rifan.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Quest'amministrazione ha le funzioni di una prelatura personale per i fedeli della diocesi di Campos che liberamente decidono di aderirvi; i sacerdoti dell'amministrazione celebrano esclusivamente la Messa tridentina con il messale promulgato da papa Giovanni XXIII nel 1962.

Sede dell'amministrazione apostolica è la città di Campos, dove si trova la cattedrale del Cuore Immacolato di Nostra Signora del Rosario di Fatima.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'amministrazione apostolica ha origine dall'Unione sacerdotale San Giovanni Maria Vianney fondata da monsignor Antônio de Castro Mayer, già vescovo di Campos, molto vicino alla posizioni di Marcel Lefebvre, tanto che fu scomunicato per aver partecipato alla consacrazione illecita di quattro vescovi della Fraternità Sacerdotale San Pio X.

Il 29 agosto 1981 monsignor de Castro Mayer lasciò la guida della diocesi di Campos, nella quale aveva impedito l'attuazione della riforma liturgica, causando una spaccatura tra coloro che, appartenenti al clero o semplici fedeli, vollero continuare a seguire il rito antico, e chi, invece, chiedeva di seguire i dettami della riforma liturgica. Alla sua morte, avvenuta nel 1991, alcuni presuli consacrati illecitamente da monsignor Lefebvre ordinarono vescovo il suo successore, monsignor Licínio Rangel.

Il 15 agosto 2001 monsignor Rangel e tutti i membri dell'unione inviarono a papa Giovanni Paolo II la richiesta di essere nuovamente ammessi alla comunione con la Santa Sede. Il successivo 25 dicembre Giovanni Paolo II accettò la richiesta dell'unione e annunciò la prossima erezione dell'amministrazione che sarebbe stata affidata alla guida dello stesso monsignor Rangel, al quale sarebbe stato assicurato un successore.

L'erezione dell'amministrazione ebbe luogo il 18 gennaio 2002 con la nomina ad amministratore di monsignor Rangel al quale fu assegnata la sede titolare di Zarna. Il successivo 28 giugno fu nominato quale vescovo coadiutore con diritto di successione monsignor Fernando Arêas Rifan che si trova alla guida dell'amministrazione dal giorno della morte di monsignor Rangel avvenuta il 16 dicembre 2002.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Licínio Rangel † (18 gennaio 2002 - 16 dicembre 2002 deceduto)
  • Fernando Arêas Rifan, succeduto il 16 dicembre 2002

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2010 contava 29.512 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
2002 27.730  ?  ? 26 26 1.066 19
2003 27.500  ?  ? 26 26 1.057 17
2004 28.325  ?  ? 28 28 1.011 6
2007 31.000  ?  ? 30 30 1.033
2009 29.247  ?  ? 31 31 943
2010 29.512  ?  ? 33 33 894

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi