Messale Romano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Messale Romano (Missale Romanum) è il messale del rito romano della Chiesa cattolica.

La prima edizione a stampa del Messale Romano - in latino - risale al 1474. Dal 1474 ad oggi ci sono state molte edizioni successive. In seno al Concilio di Trento (1545-1563) venne creata una Commissione incaricata di rivedere la prima edizione, che portò all'edizione del 1570: il cosiddetto "Messale di Pio V".

Successivamente il Messale ebbe nuove edizioni sotto Clemente VIII nel 1604, sotto Urbano VIII nel 1634, sotto Leone XIII nel 1884 e sotto Benedetto XV nel 1920.

L'ultima editio typica del Messale tridentino fu approvata da papa Giovanni XXIII nel 1962, che accolse alcune revisioni del suo predecessore, Pio XII.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Riforma liturgica.

In seguito al Concilio Vaticano II, venne predisposto un nuovo Messale Romano entrato in vigore nel 1965, il quale faceva proprie le prescrizioni formulate dalla costituzione conciliare Sacrosanctum Concilium. Dopo la chiusura del concilio, tuttavia, Paolo VI decise di costituire un'apposita commissione di liturgisti che, nell'arco di alcuni anni, creò un nuovo Messale profondamente diverso da tutti quelli che la Chiesa cattolica di Rito Romano aveva utilizzato lungo i secoli fino ad allora. Esso, dopo l'approvazione del papa, fu pubblicato nella costituzione apostolica Missale Romanum del 3 aprile 1969. Questa riforma, senza prescrivere "de iure" l'abbandono del latino, che al contrario, stando al predetto documento conciliare "Sacrosanctum Concilium", va conservato nei riti latini, di fatto ne consentì la sparizione pressoché totale nella Liturgia, stabilendo l'utilizzo generalizzato delle lingue nazionali. Inoltre, stabilì l'alternarsi delle letture liturgiche domenicali lungo tre anni, denominati ciascuno con le prime tre lettere dell'alfabeto. Il Messale romano di Paolo VI è entrato in vigore nel 1970 ed è tuttora vigente. Nel 2002 papa Giovanni Paolo II ha approvato la terza editio typica del nuovo Messale.

Nel maggio 2012 la Conferenza Episcopale Italiana ha terminato la traduzione italiana della terza edizione del Messale romano. La Santa Sede dovrà esaminarlo e approvarlo, oppure correggerlo.

Nel 2007 Benedetto XVI, con il motu proprio Summorum Pontificum, ha consentito a tutti i sacerdoti di Rito Romano di usare liberamente il Messale del 1962, che non fu mai abrogato, come "forma straordinaria" dell'unico rito romano e senza l'autorizzazione dell'ordinario diocesano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo