Zdeněk Štybar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zdeněk Štybar
Harelbeke - E3 Harelbeke, 27 maart 2015 (G16).JPG
Zdeněk Štybar alla E3 Harelbeke 2015
Nazionalità Rep. Ceca Rep. Ceca
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Cross, strada
Squadra Etixx-Quick Step
Carriera
Squadre di club
2006-2009 Fidea
2010-2011 Telenet
2011 Quickstep
2012-2014 Omega Pharma
2015- Etixx-Quick Step
Palmarès
Transparent.png Mondiali di cross
Bronzo Zolder 2002 Juniores
Bronzo Monopoli 2003 Juniores
Oro St. Wendel 2005 Under-23
Oro Zeddam 2006 Under-23
Argento Treviso 2008 Elite
Argento Hoogerheide 2009 Elite
Oro Tábor 2010 Elite
Oro St. Wendel 2011 Elite
Oro Hoogerheide 2014 Elite
Statistiche aggiornate al luglio 2015

Zdeněk Štybar (Planá, 11 dicembre 1985) è un ciclocrossista e ciclista su strada ceco che corre per il team Etixx-Quick Step. Nel cross è stato campione del mondo Elite nel 2010, nel 2011 e nel 2014; su strada è professionista dal 2011, e ha vinto una tappa alla Vuelta a España 2013 e una al Tour de France 2015.

Nato vicino a Plzeň, è fiammingo d'adozione: vive in Belgio, parla fluentemente l'olandese ed è fidanzato con una ragazza del luogo.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Talento precoce, appena sedicenne fu terzo al campionato del mondo Juniores 2002; si ripeté con un altro bronzo nella medesima categoria nel 2003. Tra gli Under-23 si laureò quindi campione del mondo nel 2005 a St. Wendel e nel 2006 a Zeddam.

Passato professionista nel settembre 2007, si aggiudicò la medaglia d'argento iridata della categoria Elite ai mondiali 2008 di Treviso classificandosi alle spalle del coetaneo Lars Boom; nella stessa stagione vinse la prova di Kalmthout valida per la Coppa del mondo 2007-2008 e tre tappe della TOI TOI Cup. Nell'annata 2008-2009 fu terzo in Coppa del mondo e nuovamente secondo nel campionato mondiale a Hoogerheide, dietro a Niels Albert.

La stagione 2009-2010 è quella dei successi mondiali: Štybar si aggiudica infatti Coppa del mondo, Campionato del mondo e Superprestige. Il 24 gennaio arriva il primo dei tre titoli: dopo aver conquistato nel corso della stagione le prove di Koksijde, Igorre e Roubaix, il ceco chiude infatti secondo nel Grote Prijs Adrie van der Poel, ultima prova del calendario, e nella classifica a punti finale va a precedere di 4 lunghezze Niels Albert.[2]

Una settimana dopo, il 31 gennaio 2010 a Tábor, in Repubblica Ceca, riesce finalmente a centrare l'oro nel campionato mondiale, riportando così il suo paese alla vittoria diciannove anni dopo Radomír Šimůnek (allora, 1991, era Cecoslovacchia).[1] In una corsa caratterizzata da ghiaccio e neve, nove giri su un circuito da 3,2 chilometri, Štybar è abile a lanciare l'attacco decisivo nel corso della quarta tornata: non viene più ripreso, e taglia il traguardo con 21 secondi sul belga Klaas Vantornout e 38 su Sven Nys.[3] Il 14 febbraio seguente vince il Cyclocross Vorselaar superando ancora Albert; la vittoria gli consente di staccare di un punto il belga (erano appaiati in classifica) e di conquistare così il Superprestige, competizione nella quale peraltro interrompe il dominio quinquennale dell'altro fiammingo Sven Nys.[4]

Al termine della stagione di ciclocross 2010-2011 passa alla Quickstep Cycling Team, vestendo così per la prima volta la divisa di una squadra UCI ProTour.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Cross[modifica | modifica wikitesto]

Campionati cechi, Prova Under-23
Campionati del mondo, Prova Under-23
Campionati del mondo, Prova Under-23
Openingsveldrit Harderwijk
Kermiscross Ardooie
1ª prova Superprestige - Under-23 (Cyclo-cross de Ruddervoorde)
2ª prova Coppa del mondo - Under-23 (Ciclocross di Treviso)
Ciclocross del ponte
prova TOI TOI Cup (Louny)
prova TOI TOI Cup (Plzen)
1ª prova Coppa del mondo (Vlaamse Industrieprijs Bosduin)
Ciclocross del ponte
prova TOI TOI Cup (Podborany)
Campionati cechi
  • 2008-2009 (Telenet-Fidea, tre vittorie)
6ª prova Superprestige (Cyclo-cross de Diegem)
5ª prova Trophée Gazet van Antwerpen (Azencross)
Campionati cechi
  • 2009-2010 (Telenet-Fidea, dodici vittorie)
2ª prova TOI TOI Cup (Stříbro)
3ª prova TOI TOI Cup (Podbořany)
3ª prova Trophée Gazet van Antwerpen (Grote Prijs van Hasselt)
4ª prova Superprestige (Flandriencross)
4ª prova Coppa del mondo (Duinencross)
5ª prova Coppa del mondo (Ziklokross Igorre)
International Cyclo-Cross Tervuren
Campionati cechi
8ª prova Coppa del mondo (Grand Prix Lille Métropole)
Campionato del mondo
8ª prova Superprestige (GP Fidea)
Cyclocross Masters - Indoor Hasselt
  • 2010-2011 (Telenet-Fidea, dodici vittorie)
1ª prova TOI TOI Cup (Stříbro)
2ª prova TOI TOI Cup (Louny)
1ª prova Trophée Gazet van Antwerpen (Cyclo-Cross de la Citadelle)
1ª prova Superprestige (Cyclo-cross de Ruddervoorde)
Kermiscross Ardooie
1ª prova Coppa del mondo (Cyclophile Aigle)
2ª prova Coppa del mondo (Cyklokros Plzeň)
2ª prova Superprestige (Cyclo-cross de Zonhoven)
Sylvester Cyclo-cross
Campionati cechi
Campionato del mondo
Cyclocross Masters - Indoor Hasselt
  • 2011-2012 (Quick Step e Omega Pharma-Quick-Step, sette vittorie)
1ª prova TOI TOI Cup (Stříbro)
Süpercross Baden
Kermiscross Ardooie
3ª prova Superprestige (Flandriencross)
Campionati cechi
7ª prova Coppa del mondo (Liévin Cyclo-Cross)
8ª prova Superprestige (Noordzeecross)
  • 2012-2013 (Omega Pharma-Quick-Step, due vittorie)
Boonen & Friends Charity Cyclocross
Campionati cechi
  • 2013-2014 (Omega Pharma-Quick-Step, tre vittorie)
Boonen & Friends Charity Cyclocross
Versluys Cyclo-cross
Campionato del mondo

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale Coppa del mondo
Classifica generale Superprestige
Classifica generale Calendario mondiale

Strada[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 (Fidea, una vittoria)
Stausee-Rundfahrt Klingnau U23
  • 2006 (Fidea, due vittorie)
7ª tappa Volta Ciclista Internacional a Lleida (Alcarràs > Lleida)
3ª tappa Tour des Pyrénées (Lannemezan > Tarbes)
  • 2010 (Telenet - Fidea, una vittoria)
Cronoprologo Okolo Slovenska (Nitra)
  • 2012 (Omega Pharma-Quickstep, due vittorie)
4ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Gravelines > Cassel)
3ª tappa Tour de Pologne (Kędzierzyn-Koźle > Cieszyn)
  • 2013 (Omega Pharma-Quickstep, quattro vittorie)
3ª tappa Eneco Tour (Oosterhout > Brouwersdam)
7ª tappa Eneco Tour (Tienen > Geraardsbergen)
Classifica generale Eneco Tour
7ª tappa Vuelta a España (Almendralejo > Mairena del Aljarafe)
  • 2014 (Omega Pharma-Quickstep, tre vittorie)
Campionati cechi, Prova in linea
2ª tappa Eneco Tour (Waalwijk > Vlijmen)
Mémorial Frank Vandenbroucke
  • 2015 (Etixx-Quickstep, tre vittorie)
Strade Bianche
6ª tappa Tour de France (Abbeville > Le Havre)
4ª tappa Czech Cycling Tour (Olomouc > Dolany)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Criterium Plzen
Criterium Plzen
  • 2011 (Telenet - Fidea)
Skoda Cycling Challenge
  • 2013 (Omega Pharma-Quickstep)
1ª tappa Tirreno-Adriatico (San Vincenzo > Donoratico, cronosquadre)
  • 2015 (Etixx-Quickstep)
Gala Tour de France
Na-Tourcriterium Heist-op-den-Berg
Dernycriterium Lombardsijde
1ª tappa Czech Cycling Tour (Uničov, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

2012: 76º
2013: ritirato (15ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2013: 66º
2014: 7º
2015: 56º
2013: 36º
2014: 18º
2015: 9º
2013: 6º
2014: 5º
2015: 2º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Ciclocross[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Limburgo 2012 - In linea Elite: 116º
Toscana 2013 - In linea Elite: 26º
Ponferrada 2014 - In linea Elite: 83º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Stybar ices the cake with World Championship win in Cyclingnews.com, 31 gennaio 2010. URL consultato il 3 luglio 2010.
  2. ^ (EN) Albert takes fourth World Cup win of season in Cyclingnews.com, 24 gennaio 2010. URL consultato il 03-07-2010.
  3. ^ (EN) Stybar takes emotional home World Championship win in Cyclingnews.com, 31 gennaio 2010. URL consultato il 03-07-2010.
  4. ^ (EN) Stybar breaks Nys' Superprestige streak in Cyclingnews.com, 14 febbraio 2010. URL consultato il 03-07-2010.
  5. ^ QuickStep, Stybar: "Sono emozionato, ma voglio imparare" in spaziociclismo.it, 1° marzo 2011. URL consultato il 1 marzo 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]