Tiziano Rossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tiziano Rossi (Milano, 1935) è un poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Poeta appartenente alla "cosiddetta linea lombarda" [1], dà luogo, nelle sue numerose raccolte, a una poesia " impegnata a difendere la continuità di un'esperienza umana semplice e autentica, nel grigio orizzonte della civiltà urbana e industriale" [2]. Ha curato (con Ermanno Krumm) l'antologia Poesia italiana del Novecento, con prefazione di Mario Luzi (Milano, Skira, 1995); il Glossario dei termini più spesso usati da antiquari, bibliotecari e collezionisti (Milano, Pecorini, 1999, con Alberto Ungari,); l'edizione del Codice parigino latino 7880.1 contenente l'Iliade tradotta in latino da Leonzio Pilato, con le postille di Francesco Petrarca (Milano, Libreria Malavasi, 2003).

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • La talpa imperfetta, Milano, Mondadori, 1968
  • Dallo sdrucciolare al rialzarsi, Milano, Guanda, 1976
  • Miele e no, Milano, Garzanti, 1988
  • Il movimento dell'adagio, Milano, Garzanti, 1993
  • Pare che il Paradiso, Milano, Garzanti, 1998
  • Gente di corsa, Milano, Garzanti, 2000 (Premio Viareggio)
  • Tutte le poesie (1963-2000), Milano, Garzanti, 2003
  • Cronaca perduta, Milano, Mondadori, 2006
  • Faccende laterali, Milano, Garzanti, 2009
  • Spigoli del sonno, Milano, Mursia, 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario della letteratura italiana del Novecento, ad vocem
  2. ^ Storia e testi della letteratura italiana, p. 114

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario della letteratura italiana del Novecento, Torino, Einaudi, 1992, ad vocem
  • Giulio Ferroni, Andrea Cortellessa, Italo Pantani, Silvia Tatti, Ricostruzione e sviluppo nel dopoguerra (1945-1968), vol XI di Storia e testi della letteratura italiana, Milano, Mondadori Università, 2005, p. 114

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN: IT\ICCU\CFIV\087611