Biagio Zagarrio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Biagio Zagarrio (Ravanusa, 1898Genova, 1951) è stato un poeta e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Biagio Zagarrio nacque a Ravanusa nel 1898[1] e, laureatosi in giurisprudenza, esercitò la professione di procuratore delle imposte alternandola a quella di poeta e scrittore[2].

Zio del poeta Giuseppe Zagarrio, nel 1949 vinse con la raccolte di liriche Sereno il Premio Viareggio per la poesia ex aequo con Ugo Moretti[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli uomini della Piana, Genova, Delfo, 1934
  • Il turno, Modena, Guanda, 1939
  • Sereno, Rieti, Il girasole, 1949

Novelle[modifica | modifica wikitesto]

  • E' già una signorina la bimba, Modena, Guanda, 1938

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nostro paradiso perduto, Siena, Ed. Maia, 1952

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • Poesie e racconti, S. l., s. n., 1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fusco, p. 553
  2. ^ Venturi, p. 25
  3. ^ Albo d'oro, su premioletterarioviareggiorepaci.it. URL consultato il 14 gennaio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]