Roberto Amato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Roberto Amato (Viareggio, 1953) è un poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Roberto Amato è nato a Viareggio, dove tuttora vive, nel 1953[1]. Scoperto da Manlio Cancogni[2], esordisce nel 2003 con il volume di poesie Le cucine celesti, con il quale vince il Premio Viareggio per la poesia.[3] Tre anni più tardi, con la raccolta L'agenzia di viaggi, vince il Premio Spallicci. Sempre in bilico tra lirica e parvenza narrativa, i suoi libri si susseguono con una certa regolarità: nel 2009 esce Il disegnatore di alberi, cui segue nel 2011 L'acqua alta e nel 2012 Lo scrittore di saggi, dove il verso sconfina apertamente nella prosa. Il suo ultimo libro, Le città separate, è del 2015. Collabora con le riviste Paragone e Nuovi Argomenti[4].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni web[modifica | modifica wikitesto]

Roberto Amato per Nuovi Argomenti

Roberto Amato per La Balena Bianca

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda dell'autore, su elliotedizioni.com. URL consultato il 5 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2016).
  2. ^ Articolo di Lorenza Pampaloni, su ricerca.repubblica.it. URL consultato il 5 maggio 2017.
  3. ^ Premio letterario Viareggio-Rèpaci, su premioletterarioviareggiorepaci.it. URL consultato il 9 agosto 2019.
  4. ^ Scheda del poeta, su poetryinternationalweb.net. URL consultato il 5 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\CUBV\004316 · LCCN (ENno2005015661 · WorldCat Identities (ENno2005-015661