Gabriella Leto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gabriella Leto (Roma, 1930) è una scrittrice, poetessa e traduttrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gabriella Leto è nata a Roma nel 1930 dove tuttora risiede. Ha esordito nel 1973 con due componimenti su "Paragone" e due anni dopo sull'Almanacco dello specchio. Ha preso parte nel 1980 all'antologia einaudiana Nuovi poeti italiani I prima di esordire dieci anni dopo con Nostalgia dell'acqua (Premio Viareggio 1991). Successivamente ha dato alle stampe altre due raccolte di componimenti poetici: L'ora insonne nel 1997 e Aria alle stanze nel 2003. Molto attiva anche nel campo della traduzione di poeti latini, ha curato per Einaudi Le Eroidi e Gli Amori di Ovidio e le Elegie di Properzio. [1].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 Nostalgia dell'acqua (Einaudi)
  • 1997 L'ora insonne (Einaudi)[2]
  • 2003 Aria alle stanze (Einaudi)[3]

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1966 Eroidi di Ovidio (Einaudi)
  • 1970 Elegie di Properzio (Einaudi)
  • 1985 Notre-Dame de Paris di Victor Hugo (Mondadori)
  • 1995 Gli Amori di Ovidio (Einaudi)
  • 1998 Versi e precetti d'amore. Amores, Ars amatoria, Medicamina faciei, Remedia amoris di Ovidio (Einaudi)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi il sito dell'editore principale[1]
  2. ^ Giorgio Manacorda, Recensione, in Poesia 97, Roma, Castelvecchi, 1998, p. 121
  3. ^ Recensione di Raffaele Piazza [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie