Festivaletteratura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Festivaletteratura di Mantova è una manifestazione culturale nata nel 1997 che si tiene nei primi giorni di settembre, durante la quale si susseguono incontri con autori, reading, spettacoli, concerti e installazioni artistiche. Nel 2016, dal 7 all'11 settembre, si è svolta la XX edizione.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli organizzatori[1] hanno preso spunto da iniziative simili vissute nei paesi anglosassoni: nello specifico il Festival di Mantova si è ispirato a quello di Hay-on-Wye nel Galles. L'idea era nata dopo che nel 1995 la Regione Lombardia aveva incaricato Comedia, una agenzia inglese che si occupava di consulenza per lo sviluppo urbano, che sentite le istituzioni pubbliche e realtà produttive e associative locali, suggerì la creazione di un festival letterario[2][3].

La manifestazione è cresciuta nelle diverse edizioni, sia per numero di eventi che per pubblico: dalle 15.000 presenze nei 105 eventi della prima edizione di 1997, si è giunti alle 112.000 presenze delle quali 64.000 a pagamento.

Nel giugno 2009 fu annunciato che Festivaletteratura avrebbe avuto un proprio archivio.

Svolgimento della manifestazione[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Lucarelli, giallista, tra il pubblico di Festivaletteratura

Il Festivaletteratura ha inizio di mercoledì, con l'inaugurazione alla presenza delle autorità e del comitato organizzatore, e termina la domenica successiva, con l'evento conclusivo di Piazza Castello.

I luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Piazze, chiese, teatri e palazzi ospitano gli eventi del festival. Alcuni di questi ogni anno vengono riproposti, altri vengono inseriti a rotazione con, ogni anno, nuovi luoghi proposti:

Qui comincia la lettura[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2006 e il 2010 Festivaletteratura ha portato avanti il progetto di lettura collettiva Qui comincia la lettura. L'ultimo giorno del festival veniva proposto il titolo di un libro, da cui la comunità di lettori prendeva spunto per organizzare svariate attività, come reading, adattamenti teatrali, cene a tema e workshop. L'idea fu lanciata per la prima volta in occasione del decennale di Festivaletteratura. Durante l'inverno e la primavera, il libro, diventava occasione di incontri e di animazione culturale. Sul sito internet www.quicomincialalettura.it venivano segnalati i sostenitori del progetto e le manifestazioni organizzate incentrate sul libro proposto. La distribuzione gratuita in un grande numero di copie imponeva che il titolo fosse esente da diritti d'autore e pertanto la scelta cadde su autori nati nel XIX secolo:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Comitato Organizzatore è composto, come dal primo anno, da Laura Baccaglioni, Carla Bernini, Annarosa Buttarelli, Francesco Caprini, Marzia Corraini, Luca Nicolini (pres.), Paolo Polettini, Gianni Tonelli.
  2. ^ Marco Paiola, L'idea: Il primo festival letterario in Italia, in Città in festival. Nuove esperienze di marketing territoriale, Milano, Franco Angeli, 2009.
  3. ^ L'idea: Il primo festival letterario in Italia, su books.google.it. URL consultato l'11 settembre 2016.
  4. ^ L'antologia Sangue corsare nelle vene citata su Fantasy Magazine

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]