Shea Stadium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Shea Stadium
Shea Crowded.jpg
Un'immagine dello stadio a spalti gremiti
Informazioni generali
StatoStati Uniti Stati Uniti
Ubicazione123-01 Roosevelt Ave, New York NY 11368
Inizio lavori28 ottobre 1961
Inaugurazione17 aprile 1964
Chiusura28 settembre 2008
Demolizione14 ottobre 2008
ProprietarioCittà di New York
ProgettoEmil Praeger
Prog. strutturaleThomas Christian Kavanagh
Intitolato aWilliam Shea
Informazioni tecniche
Posti a sedere57 333
Uso e beneficiari
Baseball
Football americano
Mappa di localizzazione
Coordinate: 40°45′20″N 73°50′53″W / 40.755556°N 73.848056°W40.755556; -73.848056

Lo Shea Stadium, ufficialmente denominato William A. Shea Municipal Stadium, è stato uno stadio polivalente situato nel distretto del Queens, nella città di New York, Stati Uniti. Fino al 2008, anno della sua chiusura e demolizione, ha ospitato gli incontri dei New York Mets, squadra di baseball della Major League Baseball (MLB).[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruito nell'ottobre del 1961, fu inaugurato il 17 aprile 1964. Inizialmente si doveva chiamare Flushing Meadows Stadium Park (medesimo nome del parco a sud dello stadio) ma fu poi intitolato a William Alfred Shea (21 giugno 1907 - 2 ottobre 1991), l'avvocato statunitense che consentì alla città di New York di avere di nuovo una squadra, i New York Mets, nella National League di baseball dopo il trasferimento nel 1957 delle squadre dei Brooklyn Dodgers e dei New York Giants rispettivamente a Los Angeles e a San Francisco.

Lo stadio, di forma circolare e con una capacità di 55.601 persone, fu costruito inizialmente per partite di baseball e football americano. Sia i New York Jets (1964-1983) sia i New York Giants (1975) utilizzarono lo stadio per partite della National Football League (NFL). Tra il 1974 e il 1975 anche i New York Yankees utilizzarono lo stadio durante la ristrutturazione dello Yankee Stadium. Allo Shea si tennero quattro edizioni delle World Series (1969, 1973, 1986 e 2000), due delle quali furono vinte dai Mets (1969 e 1986). Il 29 settembre 1967 la struttura ospitò il secondo incontro di pugilato Benvenuti-Griffith, alla presenza di 21.326 spettatori paganti, per un incasso di 256.737 dollari[2].

Lo stadio è noto anche per aver ospitato, il 15 agosto 1965, un concerto dei Beatles, immortalato anche nel film: The Beatles at the Shea Stadium (1966), esibizione storica in quanto la prima in assoluto nel suo genere in quel luogo. Nel luglio 1971 il gruppo hard-rock Grand Funk Railroad superò il record di incassi per un concerto allo Shea, fino ad allora detenuto proprio dai Beatles, vendendo tutti i biglietti previsti (55.000) in soli tre giorni. Nell'estate del 2008, precisamente il 16 e 18 Luglio, il cantautore statunitense Billy Joel tenne allo Shea gli ultimi due concerti prima che lo stadio fosse demolito, invitando assieme a lui sul palco Tony Bennett, Garth Brooks, John Mayer, Steven Tyler, Roger Daltrey, John Mellencamp, Mark Wood e – come ospite d'onore in omaggio allo storico concerto dei Beatles che aveva inaugurato l'era dei grandi live allo Shea – Paul McCartney, il quale la concluse definitivamente con il brano Let It Be, ultima canzone in assoluto eseguita dal vivo nello stadio.

Ormai non più conforme agli standard di sicurezza e modernità, la struttura fu abbattuta nel 2008 per far posto all'adiacente nuovo stadio dei Mets, il Citi Field. Lo stesso avvenne poco tempo dopo per un altro pezzo di storia americana: lo Yankee Stadium.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New York Mets Attendance, Stadiums, and Park Factors, su baseball-reference.com. URL consultato il 29-09-2012.
  2. ^ Corriere della Sera, 1 ottobre 1967, p. 27

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]