Johan Santana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johan Santana
Johan Santana on June 25, 2009.jpg
Nazionalità Venezuela Venezuela
Altezza 183 cm
Peso 95 kg
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Lanciatore
Ritirato 17 agosto 2012
Carriera
Squadre di club
2000-2007 Minnesota Twins
2008-2012 New York Mets
Statistiche
Batte sinistro
Lancia sinistro
Basi su ball 567
Strikeout 1988
Punti concessi 721
Media PGL 3,20
Inning totali 2 025,2
Salvezze 1
Vittorie 139
Sconfitte 78
Rapporto vittorie 0,641
Statistiche aggiornate al 17 aprile 2016

Johan Alexander Santana (Tovar, 13 marzo 1979) è un ex giocatore di baseball venezuelano, ritiratosi nel 2012.

Minor League[modifica | modifica wikitesto]

Santana firmò il primo contratto da professionista dagli Houston Astros nel 1995. Iniziò nella Gulf Coast League rookie con i Gulf Coast Astros nel 1997. Giocò in 9 partite con 7.93 di media PGL (ERA) e un record di 0 vittorie e 4 sconfitte. Successivamente passò nella New York-Penn League A stagione breve con gli Auburn Doubledays dove giocò una sola partita concedendo un punto in 4 riprese. Nel 1998 giocò ancora con i Doubledays in 15 partite con 4.36 di ERA e un record di 7 vittorie e 5 sconfitte. Passò poi nella Midwest League singola A dove giocò due partite con i Quad Cities River Bandits, con 9.45 di ERA e una sconfitta.

Nel 2002 giocò nella Pacific Coast League tripla A con gli Edmonton Trappers, totalizzando 11 presenze, 3.14 di ERA e con un record di 5 vittorie e 2 sconfitte.

Tornò in Minor League nel 2011, durante la riabilitazione dopo l'infortunio alla spalla subito nel settembre del 2010.[1] Nel 2011 giocò due partite nella Florida State League singolo A avanzato con i St. Lucie Mets con 1.80 di ERA. Nel 2012 giocò una partita nella New York-Penn League con i Brooklyn Cyclones.

Major League[modifica | modifica wikitesto]

Minnesota Twins (2000-2007)[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 1999 venne preso dai Florida Marlins al Rule 5 draft, che lo girarono immediatamente ai Minnesota Twins per avere Jared Camp.

Santana debuttò in Major League Baseball (MLB) il 3 aprile 2000 contro i Tampa Bay Rays, il 7 aprile esordì come partente contro i Kansas City Royals, e ottenne la prima vittoria il 6 giugno contro gli Houston Astros.[2] Chiuse la stagione da rookie con 2 vittorie, 3 sconfitte e una ERA di 6.49 in 30 partite. Nel 2001 chiuse con una vittoria e nessuna sconfitta, 4.74 di ERA in 15 partite.

Nel 2002 terminò con 8 vittorie e 6 sconfitte, 2.99 di ERA in 27 partite. La stagione successiva chiuse con 12 vittorie e 3 sconfitte, 3.07 di ERA, 169 strikeout (8° nella American League) in 45 partite.

Nel 2004 ottenne 20 vittorie (2° nella AL) e 6 sconfitte, 2.61 di ERA (1° nella AL), 265 strikeout (1° nella AL), 0.92 di WHIP (1° nella AL), .192 di media battuta avversari, 34 partenze (3° nella AL), una shutout (4° nella AL) e 228.0 riprese lanciate (2° nella AL). Vinse per la prima volta il prestigioso Cy Young Award.

Nel 2005 Chiuse con 16 vittorie (5° nella AL) e 7 sconfitte, 2.87 di ERA (2° nella AL), 238 strikeout (1° nella AL), 0.97 WHIP (1° nella AL), .210 media battuta avversari, 33 partenze (8° nella AL), 3 partite complete (4° nella AL), 2 shutout (2° nella AL), 231.2 riprese lanciate (2° nella AL).

Nel 2006 venne scelto per la prima volta per l'All-Star Game. A fine stagione regolare fu il migliore nell'American League per vittorie (19), media PGL (2.77) e strikeout (245), vincendo così la tripla corona dei lanciatori.[3] Completano le sue statistiche stagionali 1.00 WHIP (1° nella AL), .216 media battuta avversari, 34 partenze (1° nella AL) e 233.2 riprese lanciate (1° nella AL). Vinse per la seconda volta il Cy Young Award.

Nel 2007 ottenne la seconda convocazione all'All-Star Game. Chiuse la stagione con 15 vittorie e 13 sconfitte, 3.33 di ERA (7° nella AL), 235 strikeout (2° nella AL), 1.07 WHIP (1° nella AL), .225 media battuta avversari (3° nella AL), 33 partenze (9° nella AL), una shutout (5° nella AL) e 219.0 riprese lanciate (6° nella AL). Vinse il Rawlings Gold Glove.

New York Mets (2008-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 febbraio 2008 Santana venne cedut dai Twins ai New York Mets in cambio di Carlos Gómez, Phil Humber, Deolis Guerra e Kevin Mulvey. Il 31 marzo ottenne la sua prima vittoria con i Mets,[4] il 1º giugno ottenne la sua 100a vittoria in carriera contro i Los Angeles Dodgers.[5] Il 27 luglio contro i St. Louis Cardinals giocò la sua prima partita completa,[4] mentre il 17 agosto ottenne una shutout contro i Pittsburgh Pirates.[4] Concluse la stagione 2008 con 16 vittorie (7° nella National League) e 7 sconfitte, 2.53 di ERA (1° nella NL), 206 strikeout (2° nella NL), 1.15 WHIP (6° nella NL), .232 media battuta avversari (6° nella NL), 34 partenze (1° nella NL), 3 partite complete (3° nella NL), 2 shutout (3° nella NL) e 234.1 riprese lanciate (1° nella NL).

Nel 2009 ottenne la terza convocazione per l'All-Star Game. Finì in anticipo la stagione a causa di un infortunio al gomito che richiese un intervento chirurgico;[6] concluse con 13 vittorie e 9 sconfitte e 3.13 di ERA in 25 partite.

La stagione 2010 non fu molto diversa dell'anno precedente. Il 2 settembre contro gli Atlanta Braves si infortunò nuovamente; il 14 settembre venne operato per riparare la capsula anteriore della spalla sinistra che si era lacerata.[1] Concluse con 11 vittorie e 9 sconfitte, 2.98 di ERA, 4 partite complete (3° nella NL) e 2 shutout (2° nella NL) in 29 partite.

Saltò totalmente la stagione MLB 2011 per il recupero dal suo infortunio; giocò invece due partite in Minor League.

Il 5 aprile 2012 tornò a giocare in Major League dopo quasi un anno e mezzo.[1] Il 1º giugno Santana entrò nella storia dei Mets lanciando la prima no-hitter nella storia della franchigia.[7]. Concluse la stagione con 6 vittorie e 9 sconfitte, 4.85 di ERA, 2 partite complete (4° nella NL), 2 shutout (2° nella NL) in 21 partite.

Prima dell'inizio della stagione 2013 ha subito un nuovo infortunio alla spalla; è stato quindi messo fuori rosa per l'intera stagione.[8] Il 1º novembre divenne free agent, dopo che i Mets decisero di non esercitare l'anno opzionale del suo contratto.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 partecipazioni all'All-Star Game (2006, 2007, 2009)
  • 2 Cy Young Award con i Minnesota Twins (2004, 2006)
  • 1 Rawlings Gold Glove con i Minnesota Twins (2007)
  • Giocatore dell'anno MLB secondo Baseball America con i Twins (2006)
  • Players Choice Outstanding Pitcher della AL con i Twins (2004)
  • Partente dell'anno secondo MLB.com con i Twins (2004)
  • Lanciatore del mese della NL con i New York Mets (aprile 2009)
  • 3 volte Lanciatore della settimana della AL (20 giugno e 19 settembre 2004, 19 agosto 2007)
  • Lanciatore della settimana della NL con i Mets (4 giugno 2012)
  • 1 no-hitter (1º giugno 2012 contro i St. Louis Cardinals)

Numeri di maglia indossati[modifica | modifica wikitesto]

  • n° 57 con i Minnesota Twins (2000-2007)
  • n° 57 con i New York Mets (2008-2013).

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la nazionale di baseball del Venezuela disputò il World Baseball Classic 2006.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Mike Fitzpatrick, Santana goes 5 innings, Mets beat Braves 1-0, Associated Press, 5 aprile 2012.
  2. ^ Johan Santana 2000 Pitching Gamelogs, su baseball-reference.com. URL consultato il 3 aprile 2013.
  3. ^ MLB Triple Crown Winners, su baseball-reference.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  4. ^ a b c Johan Santana 2008 Pitching Gamelogs, su baseball-reference.com. URL consultato il 3 aprile 2013.
  5. ^ Los Angeles Dodgers vs. New York Mets - Recap - June 01, 2008 - ESPN, su sports.espn.go.com, 1º giugno 2008.
  6. ^ Santana, Putz both out for season, Associated Press, 25 agosto 2009.
  7. ^ Andrew Marchand, Johan Santana tosses no-hitter, su espn.go.com, 2 giugno 2012.
  8. ^ Anthony DiComo, Johan has tear in shoulder, surgery set for Tuesday, MLB.com, 1º aprile 2013.
  9. ^ World Baseball Classic: 2006 Rosters, su web.worldbaseballclassic.com. (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2012).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]