Samsung Galaxy Tab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samsung Galaxy Tab 7 (GT-P1000)
Galaxy Tab logo.png
Caratteristiche tecniche
Produttore Samsung electronics
Tipo Tablet
Reti GSM&EDGE 850/900/1800/1900 MHz , 3G 900/1900/2.100 MHz, CDMA Band: 900 / 2100, GPRS, HSDPA 7,2
Connettività
Sistema operativo Android 2.2.1 aggiornabile a 2.3.6 (gingerbread)
Videocamera 3 megapixel, Flash supportato
CPU GHz ARM Cortex A8 "Hummingbird"; 1.2 GHz (Brazil)
Schermo 7,0 1024 × 600 px
Dimensioni 19x 12,05 x 1,2 cm
Peso 0,38 kg
Successore Samsung Galaxy Tab 2
 

Il Samsung GT-P1000 chiamato più comunemente Galaxy Tab è il primo di una serie di Tablet della serie Galaxy di Samsung che è stato presentato il 2 settembre 2010 all'IFA di Berlino e il 24 settembre 2010[1] a Milano durante la Settimana della moda di Milano.

Essi appartengono alla prima generazione della serie Galaxy Tab della Samsung. La nuova famiglia di Tablet, i Galaxy Tab 2 sono usciti nel mercato italiano nel Giugno 2012.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Si tratta del primo dispositivo con schermo da 7" dotato di Sistema Operativo Android 2.2 Froyo aggiornabile (solo via Kies) a 2.3.6 Gingerbread. Questo dispositivo ha due fotocamere: la posteriore di 3 MPX con flash led ma senza zoom e quella frontale di 2 MPX. Con questo prodotto Samsung entra in un mercato che vedeva incontrastato l'iPad della Apple. Nei primi mesi del 2011 viene commercializzata la versione con schermo da 10.1 e a giugno il Samsung Galaxy Tab 10.1 Slim, sottile solo 8,6 mm.

CyanogenMod[modifica | modifica sorgente]

La decisione di Samsung di lasciare il GT-P1000 ad android 2.3.6 ha suscitato molto scalpore, in quanto alla sua uscita aveva un prezzo di 699€. Grazie al team di CyanogenMod ora è possibile aggiornare il Galaxy Tab ad android 4.4.2 con delle rom cucinate che fino ad ora si sono dimostrate affidabili e performanti.

Altre Versioni[modifica | modifica sorgente]

Causa legale tra Samsung e Apple[modifica | modifica sorgente]

Il 19 aprile 2011 la multinazionale americana Apple ha denunciato Samsung, accusandola di aver copiato sia per estetica che per funzioni iPhone e iPad. L'accusa viene rivolta al Galaxy Tab 10.1 Slim, al Nexus S, all'Epic 4G, al Galaxy S e al Galaxy S II [2].
Il 10 agosto 2011 Samsung ottiene il blocco temporaneo della vendita del galaxy tab in Europa, Olanda esclusa, grazie alla decisione del tribunale tedesco di Düsseldorf dove era stata depositata la causa Apple vs. Samsung.
Pochi giorni dopo la corte tedesca decide che il blocco delle vendite del Samsung Galaxy Tab 10.1 non può valere in tutta Europa. La corte tedesca ha ritenuto di non avere l'autorità per fermare le vendite al di fuori della Germania di alcun dispositivo di una compagnia straniera. Si aspetta ottobre per una decisione definitiva della corte e nel frattempo Samsung si è agguerrita presentando un video, con tanto di link YouTube, di 2001: Odissea nello spazio dove sarebbe presente un esempio di Tablet Pc di forme e funzionalità identiche all'iPad. Se fosse accettato dalla corte, in base al Prior Act i brevetti del design iPad registrati dalla Apple sarebbero invalidati in loco. [3] [4]

Nel settembre 2011 però l'azienda decide di ritirare dalla fiera dell'elettronica IFA di Berlino, il nuovo modello Galaxy Tab 7.7 a causa di un divieto di vendita di questo prodotto in Germania, in seguito alla denuncia presentata dalla Apple [5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Presentazione Samsung Galaxy Tab: comunicato stampa, androidworld, 24 settembre 2010.
  2. ^ Apple vuole eliminare il Galaxy Tab dal mercato - Tom's Hardware
  3. ^ Galaxy Tab non si venderà in Europa, colpa di Apple - Tom's Hardware
  4. ^ Galaxy Tab: stop in Germania, Apple gioca sporco - Tom's Hardware
  5. ^ Sole24ore

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]