Google Pixel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Google Pixel è una gamma di dispositivi mobili a marchio Google che, a partire dal 2016, va a sostituire la precedente generazione chiamata Google Nexus.

Smartphone[modifica | modifica wikitesto]

Pixel e Pixel XL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel (prima generazione).
Google Pixel e Pixel XL

Google ha annunciato la prima generazione di smartphone Pixel, Pixel e Pixel XL, il 4 ottobre 2016 durante l'evento #MadeByGoogle.[1] Google ha sottolineato la fotocamera dei due telefoni, che si è classificata come la migliore fotocamera per smartphone su DxOMarkMobile con 90 punti fino a quando HTC ha rilasciato l'U11, che ha ottenuto anch'esso 90 punti.[2] Ciò è in gran parte dovuto alle ottimizzazioni del software, come l'HDR+. I telefoni Pixel includono anche spazio di archiviazione cloud illimitato per le immagini su Google Foto[3] e, per i dispositivi acquistati direttamente da Google, un bootloader sbloccabile.[4]

  • Display: 5,0" AMOLED 1080×1920 (Pixel) - 5,5" AMOLED 1440×2560 (Pixel XL).
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 821.
  • Memoria di archiviazione: 32 GB o 128 GB (non espandibile).
  • RAM: 4 GB LPDDR4X.
  • Fotocamera: sensore da 12,3 MP con obiettivo f/2.0, autofocus IR laser assistito, stabilizzazione ottica e digitale dell'immagine.
  • Fotocamera frontale: sensore da 8 MP con obiettivo f/2.4.
  • Batteria: 2770 mAh (Pixel); 3450 mAh (Pixel XL); non è rimovibile e dispone di ricarica rapida.
  • Materiali: design unibody in alluminio con rivestimento ibrido; resistenza all'acqua e alla polvere IP53.
  • Colorazioni: Quite Black (nero), Very Silver (argento) e Really Blue (blu - in edizione limitata).
  • Sistema operativo: Android 7.1 (aggiornabile ad Android 10).

Pixel 2 e Pixel 2 XL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel 2.
Google Pixel 2.

Google ha annunciato Pixel 2 e Pixel 2 XL in un evento il 4 ottobre 2017, insieme a un'ampia gamma di altri prodotti.[5]

  • Display: 5,0" AMOLED 1080×1920 (2) - 6,0" P-OLED 1440×2880 (2 XL); Corning Gorilla Glass 5.
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 835.
  • Memoria di archiviazione: 64 GB o 128 GB (non espandibile).
  • RAM: 4 GB LPDDR4X.
  • Fotocamera: sensore da 12,2 MP con obiettivo f/1.8, autofocus IR laser assistito, stabilizzazione ottica e digitale dell'immagine.
  • Fotocamera frontale: sensore da 8 MP con obiettivo f/2.4.
  • Batteria: 2700 mAh (2); 3520 mAh (2 XL); non è rimovibile e dispone di ricarica rapida.
  • Materiali: design unibody in alluminio con rivestimento ibrido; resistenza all'acqua e alla polvere IP67.
  • Colorazioni: Just Black (nero), Clearly White (bianco) e Kinda Blue (blu - solo il 2 XL).
  • Sistema operativo: Android 8 (aggiornabile ad Android 11).

Pixel 3 e Pixel 3 XL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel 3.
Google Pixel 3 e 3 XL.

Google ha annunciato Pixel 3 e Pixel 3 XL in un evento il 9 ottobre 2018, insieme ad altri prodotti.[6]

  • Display: 5,5" OLED 1080×2160 formato 18:9 (3) - 6,3" OLED 1440×2960 formato 18,5:9 (3 XL); Corning Gorilla Glass 5.
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 845.
  • Memoria di archiviazione: 64 GB o 128 GB (non espandibile).
  • RAM: 4 GB LPDDR4X.
  • Fotocamera: sensore da 12,2 MP con obiettivo f/1.8, autofocus IR laser assistito, stabilizzazione ottica e digitale dell'immagine.
  • Fotocamera frontale: sensore principale da 8 MP con obiettivo f/1.8 apertura 75°; sensore secondario da 8 MP con obiettivo f/2.2 apertura 97°.
  • Batteria: 2915 mAh (3); 3430 mAh (3 XL); non è rimovibile e dispone di ricarica rapida e ricarica wireless.
  • Materiali: frame in alluminio, retro in vetro opaco, resistenza all'acqua e alla polvere IP68.
  • Colorazioni: Just Black (nero), Clearly White (bianco) e Not Pink (rosa).
  • Sistema operativo: Android 9 (aggiornabile ad Android 11).

Pixel 3a e Pixel 3a XL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel 3a.
Pixel 3a XL.

Google ha annunciato Pixel 3a e Pixel 3a XL in un evento il 7 maggio 2019, come alternative economiche ai due dispositivi Pixel 3 di fascia alta.[7]

  • Display: 5,6" OLED 1080×2220 formato 18:9 (3a) - 6,0" OLED 1080×2160 formato 18,5:9 (3a XL); Asahi Dragontrail Glass.
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 670.
  • Memoria di archiviazione: 64 GB (non espandibile).
  • RAM: 4 GB LPDDR4X.
  • Fotocamera: sensore da 12,2 MP con obiettivo f/1.7, autofocus con rilevamento di fase a doppio pixel, stabilizzazione ottica e digitale dell'immagine.
  • Fotocamera frontale: sensore da 8 MP con obiettivo f/2.0 apertura 90°.
  • Batteria: 3000 mAh (3a); 3700 mAh (3a XL); non è rimovibile e dispone di ricarica rapida.
  • Materiali: corpo in policarbonato.
  • Colorazioni: Just Black (nero), Clearly White (bianco) e Purple-ish (viola).
  • Sistema operativo: Android 9 (aggiornabile ad Android 11).

Pixel 4 e Pixel 4 XL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel 4.
Render del Pixel 4.

Google ha annunciato Pixel 4 e Pixel 4 XL in un evento il 15 ottobre 2019, insieme a molti altri prodotti.[8]

  • Display: 5,7" OLED 1080×2280 (4) - 6,3" OLED 1440×3040 (4 XL); formato 19:9;
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 855.
  • Memoria di archiviazione: 64 GB o 128 GB (non espandibile).
  • RAM: 6 GB LPDDR4X.
  • Fotocamera: sensore da 12,2 MP con obiettivo f/1.8 e teleobiettivo da 16 MP con obiettivo f/2.4, autofocus IR laser assistito, stabilizzazione ottica e digitale dell'immagine.
  • Fotocamera frontale: sensore da 8 MP con obiettivo f/2.0 apertura 90°.
  • Batteria: 2800 mAh (4); 3700 mAh (4 XL); non è rimovibile e dispone di ricarica rapida e ricarica wireless.
  • Materiali: frame in alluminio, retro in vetro opaco o lucido, resistenza all'acqua e alla polvere IP68.
  • Colorazioni: Just Black (nero), Clearly White (bianco) e Oh So Orange (arancione).
  • Sistema operativo: Android 10 (aggiornabile ad Android 11).

Pixel 4a e 4a (5G)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel 4a.
Render del Pixel 4a.

Google ha annunciato Pixel 4a il 3 agosto 2020 e Pixel 4a (5G) il 30 settembre 2020, come alternative economiche ai due dispositivi Pixel 4 di fascia alta.[9][10]

  • Display: 5,8" OLED (4a) - 6,2" OLED (4a 5G), 1080×2340; formato 19,5:9; Corning Gorilla Glass 3; presente un foro sul display in alto a sinistra per la fotocamera frontale.
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 730G (4a); Qualcomm Snapdragon 765G (4a 5G).
  • Memoria di archiviazione: 128 GB (non espandibile).
  • RAM: 6 GB LPDDR4X.
  • Fotocamera: sensore da 12,2 MP con obiettivo f/1.7, autofocus con rilevamento di fase a doppio pixel, stabilizzazione ottica e digitale dell'immagine e, solo per la versione 5G, sensore grandangolare da 16 MP con obiettivo f/2.2.
  • Fotocamera frontale: sensore da 8 MP con obiettivo f/2.0.
  • Batteria: 3140 mAh (4a); 3885 mAh (4a 5G); non è rimovibile e dispone di ricarica rapida.
  • Materiali: corpo in policarbonato.
  • Colorazioni: Just Black (nero) e Clearly White (bianco - solo versione 5G).
  • Sistema operativo: Android 10 (aggiornabile ad Android 11).

Pixel 5[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel 5.

Google ha annunciato il Pixel 5 in un evento il 30 settembre 2020.[11]

  • Display: 6,0" OLED, 1080×2340; formato 19,5:9; Corning Gorilla Glass 6; presente un foro sul display in alto a sinistra per la fotocamera frontale.
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 765G.
  • Memoria di archiviazione: 128 GB (non espandibile).
  • RAM: 8 GB LPDDR4X.
  • Fotocamera: sensore da 12,2 MP con obiettivo f/1.7 e sensore grandangolare da 16 MP con obiettivo f/2.2, autofocus con rilevamento di fase a doppio pixel, stabilizzazione ottica e digitale dell'immagine.
  • Fotocamera frontale: sensore da 8 MP con obiettivo f/2.0.
  • Batteria: 4080 mAh; non è rimovibile e dispone di ricarica rapida, ricarica wireless e ricarica wireless inversa.
  • Materiali: corpo in alluminio ricoperto da bio-resina, resistenza all'acqua e alla polvere IP68.
  • Colorazioni: Just Black (nero) e Sorta Sage (verde).
  • Sistema operativo: Android 11.

Tablet[modifica | modifica wikitesto]

Pixel C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel C.

Il Pixel C è stato annunciato da Google in un evento il 29 settembre 2015[12] insieme ai telefoni Nexus 5X e Nexus 6P (tra gli altri prodotti). Pixel C include una porta USB-C e un jack per cuffie da 3,5 mm.[13] Il dispositivo è stato fornito con Android 6.0.1 Marshmallow e successivamente ha ricevuto Android 7.x Nougat e Android 8.x Oreo. Google ha smesso di vendere Pixel C a dicembre 2017.[14]

  • Display: 10,2", 2560×1800.
  • Processore: NVIDIA Tegra X1.
  • Memoria di archiviazione: 32 GB o 64 GB.
  • RAM: 3 GB.
  • Fotocamera: sensore da 8 MP.
  • Fotocamera frontale: sensore da 2 MP.
  • Batteria: 9000 mAh; non è rimovibile.

Pixel Slate[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel Slate.

Il Pixel Slate, un tablet e laptop 2 in 1 da 12,3 pollici (31 cm), è stato annunciato da Google a New York City il 9 ottobre 2018[15], insieme a Pixel 3 e 3 XL. Pixel Slate include due porte USB-C ma omette il jack per le cuffie. Il dispositivo ha come sistemma operativo Chrome OS su processori Intel Kaby Lake, con opzioni che vanno da un Celeron nella fascia bassa a un i7 nella fascia alta. Nel giugno 2019, Google ha annunciato che non svilupperà ulteriormente la linea di prodotti e ha annullato due modelli in fase di sviluppo.[16]

Accessori[modifica | modifica wikitesto]

Pixel Buds[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pixel Buds.

All'evento hardware di Google dell'ottobre 2017, è stato presentato un set di auricolari wireless insieme agli smartphone Pixel 2.[17] Gli auricolari sono progettati per telefoni con Android Marshmallow o versioni successive e funzionano con l'Assistente Google.[18] Oltre alla riproduzione audio e alla risposta alle chiamate, gli auricolari supportano la traduzione in 40 lingue tramite Google Traduttore.[19] Gli auricolari sono in grado di accoppiarsi automaticamente con Pixel 2 con l'aiuto dell'Assistente Google.[20] Le Pixel Buds sono disponibili nei colori Just Black, Clearly White e Kinda Blue. Gli auricolari hanno una capacità della batteria di 120 mAh, mentre la custodia di ricarica fornita con le Pixel Buds ha una capacità della batteria di 620 mAh. Gli auricolari hanno un prezzo di $159.

Nell'aprile 2020 è stata rilasciata la seconda generazione delle Pixel Buds negli Stati Uniti e in Canada, per poi approdare in altri paesi in tutto il mondo tre mesi dopo, nel luglio 2020. Si tratta di auricolari true wireless indipendenti e non collegati da cavo. Hanno il supporto all'Assistente Google integrato e comandi touch che funzionano sfiorando le cuffie.[21]

Pixelbook Pen[modifica | modifica wikitesto]

Oltre al lancio del Pixelbook nell'ottobre 2017, Google ha annunciato la Pixelbook Pen, uno stilo da utilizzare con il Pixelbook. Ha sensibilità alla pressione e supporto per l'Assistente Google. La penna è alimentata da una batteria AAAA sostituibile e ha un prezzo di 99 $.[22]

Pixel Stand[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2018, Google ha annunciato Pixel Stand insieme agli smartphone Pixel 3.[23] Oltre alla ricarica wireless Qi standard da 5 watt, Pixel Stand dispone di ricarica wireless da 10 watt utilizzando una tecnologia proprietaria di Google.[24] Abilita anche una modalità software su Pixel 3 che gli consente di agire come un display intelligente simile a Google Home Hub.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Vlad Savov, Pixel ‘phone by Google’ announced, su The Verge, 4 ottobre 2016. URL consultato l'11 novembre 2020.
  2. ^ (EN) News, su DXOMARK. URL consultato l'11 novembre 2020.
  3. ^ (EN) Lauren Goode, Google is giving free, unlimited original-quality photo and video backups with the Pixel phones, su The Verge, 4 ottobre 2016. URL consultato l'11 novembre 2020.
  4. ^ (EN) It's Official: Pixel Phones from the Google Store Will Be Rootable with Unlockable Bootloaders, su Gadget Hacks. URL consultato l'11 novembre 2020.
  5. ^ (EN) All the Greatest Gadgets Announced at Google's Big Show, From Pixel 2 to Google Home Mini, in Wired. URL consultato l'11 novembre 2020.
  6. ^ (EN) Google announces the Pixel 3 and Pixel 3 XL, su Engadget. URL consultato l'11 novembre 2020.
  7. ^ (EN) Google unveils the lower-cost Pixel 3a and Pixel 3a XL, su Engadget. URL consultato l'11 novembre 2020.
  8. ^ google annuncia pixel 4 2019 - Cerca con Google, su www.google.com. URL consultato l'11 novembre 2020.
  9. ^ Luca Colantuoni, Google annuncia Pixel 4a, Pixel 4a 5G e Pixel 5, su PC Professionale, 3 agosto 2020. URL consultato l'11 novembre 2020.
  10. ^ Sky TG24, Google annuncia ufficialmente i nuovi smartphone Pixel 5 e Pixel 4A 5G, su tg24.sky.it. URL consultato l'11 novembre 2020.
  11. ^ Sky TG24, Google annuncia ufficialmente i nuovi smartphone Pixel 5 e Pixel 4A 5G, su tg24.sky.it. URL consultato l'11 novembre 2020.
  12. ^ (EN) Kwame Opam, Google unveils Android-based Pixel C tablet, su The Verge, 29 settembre 2015. URL consultato l'11 novembre 2020.
  13. ^ (EN) Pixel C specifications - Pixel Help, su support.google.com. URL consultato l'11 novembre 2020.
  14. ^ (EN) The Pixel C has been dropped from the Google Store, su Android Police, 28 dicembre 2017. URL consultato l'11 novembre 2020.
  15. ^ (EN) Lori Grunin, Pixel 3, Google Home Hub and Pixel Slate: Everything Google just announced, su CNET. URL consultato l'11 novembre 2020.
  16. ^ (EN) J. R. Raphael, Google's officially done making its own tablets, su Computerworld, 20 giugno 2019. URL consultato l'11 novembre 2020.
  17. ^ (EN) Abner Li, Google Pixel Buds: Assistant-enabled Bluetooth neckbuds from Google, su 9to5Google, 4 ottobre 2017. URL consultato l'11 novembre 2020.
  18. ^ (EN) Ashley Carman, Google’s Pixel Buds are the company’s first wireless headphones, su The Verge, 4 ottobre 2017. URL consultato l'11 novembre 2020.
  19. ^ (EN) Valentina Palladino, Google Pixel Buds are wireless earbuds that translate conversations in real time, su Ars Technica, 4 ottobre 2017. URL consultato l'11 novembre 2020.
  20. ^ (EN) Ben Schoon, Google's Pixel Buds use Assistant to auto-pair to your phone, just like Apple's AirPods [Update], su 9to5Google, 4 ottobre 2017. URL consultato l'11 novembre 2020.
  21. ^ Scheda tecnica di Pixel Buds - Google Store, su store.google.com. URL consultato l'11 novembre 2020.
  22. ^ (EN) Google's Pixelbook Pen searches for what you circle, su Engadget. URL consultato l'11 novembre 2020.
  23. ^ (EN) Jason Cipriani, Pixel Stand: 5 things to know about Google's wireless charger, su CNET. URL consultato l'11 novembre 2020.
  24. ^ Google Pixel Stand review, su www.digitaltrends.com. URL consultato l'11 novembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]