Google Daydream

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Google Daydream
sito web
Logo
URLvr.google.com/daydream/
Tipo di sitoPiattaforma di realtà virtuale
Registrazionefacoltativa
Commercialesi
ProprietarioGoogle, Inc.
Lancio10 novembre 2016
Stato attualeattivo

Google Daydream è una piattaforma di realtà virtuale per dispositivi Android (da Android Nougat 7.1) sviluppato da Google Inc.. A differenza del suo predecessore, il più economico Google Cardboard, essa è destinata principalmente ad un uso più lungo e professionale. Oltre al software che permette lo sviluppo di applicazioni apposite, esso commercializza anche il controller Google Daydream View per l'utilizzo del proprio dispositivo Android Daydream-ready come visore per realtà virtuale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La piattaforma è stata annunciata per la prima volta a maggio 2016 nella conferenza degli sviluppatori Google I/O. Il primo visore VR Daydream View è apparso sul mercato il 10 novembre 2016.

A gennaio 2017, il programma Daydream è stato aperto a tutti gli sviluppatori.

Tecnologia[modifica | modifica wikitesto]

Un Daydream di prima generazione

Visore[modifica | modifica wikitesto]

Per accedere alle applicazioni Daydream è possibile utilizzare il visore VR prodotto dall'azienda, il Daydream View. La prima versione del Daydream View è stata pubblicata il 4 ottobre 2016. Per semplificare l'accesso all'applicazione necessaria per utilizzare il Daydream View, è integrato un chip NFC. Successivamente è stato rilasciato sul mercato il 10 novembre 2016 per un prezzo al dettaglio di $79. The Verge loda che il visore sia più piccolo, più conforme, più leggero e più portatile degli altri visori, quindi può durare più a lungo. Anche il design è stato oggetto di elogio.[senza fonte][senza fonte]

In occasione di un evento Google 2017, è stato annunciato che ci sarà una nuova versione dal design ridisegnato, una maggiore selezione dei colori e un campo visivo esteso. La seconda generazione di visori è stata rilasciata il 19 ottobre 2017, con un prezzo iniziale di $99. Le migliorie apportate coinvolgono gli obiettivi e l'archetto mentre l'aggiunta di un radiatore ha lo scopo di renderlo più fresco.

Controller[modifica | modifica wikitesto]

Il pacchetto del visore include un controller wireless. Il controller dispone di pulsanti e sensori di movimento con cui è possibile eseguire diverse azioni. I sensori sono utilizzati per rilevare la direzione e il movimento del controller e dell'utente. Il controller può essere riposto all'interno del visore se non è in uso. Esso presenta un touchpad, due pulsanti circolari (uno come pulsante per tornare alla home e uno per le azioni dell'app), due pulsanti per controllare il volume e una barra di stato. Il controller può essere caricato tramite USB-C. Il caricatore ed il cavo non sono inclusi e devono essere acquistati separatamente.

Software[modifica | modifica wikitesto]

La modalità VR consente di visualizzare app multimediali e giocare in VR. I partner includono Netflix e Ubisoft. Il movimento viene rilevato dal sensore del giroscopio dello smartphone.

Compatibilità[modifica | modifica wikitesto]

Alla conferenza degli sviluppatori di Google I/O, i seguenti produttori di smartphone hanno detto che stavano lavorando su dispositivi che avrebbero supportato Daydream: Samsung, HTC, LG, Xiaomi, Huawei, ZTE, Asus e Alcatel.

Sundar Pichai, CEO di Google, aveva previsto di rilasciare 11 smartphone Daydream-Ready entro la fine del 2017.

Finora sono i seguenti i dispositivi che supportano Daydream:

Smartphone pronti per Daydream
smartphone società
Pixel e Pixel XL Google
Moto Z Motorola Mobility
ZenFone AR Asus
Mate 9 Pro Huawei
Axon 7 ZTE
Galaxy S8 e S8 + Samsung Electronics
Galaxy Note 8
V30 LG Electronics
Pixel 2 e Pixel 2 XL Google

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]