Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Meizu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Meizu Technology Co., Ltd.
Logo
Stato Cina Cina
Tipo public company
Fondazione Marzo 2003
Sede principale Zhuhai, Guangdong
Persone chiave
  • Jack Wong, CEO
Settore Telecomunicazioni, prodotti elettronici
Prodotti Smartphone, player MP3
Sito web www.meizu.com

Meizu Technology Co., Ltd. (Cinese: 魅族科技有限公司, o semplicemente "Meizu" (cinese: 魅族; pinyinMèi Zú)), è un'azienda cinese di elettronica di consumo con sede a Zhuhai, nella provincia di Guangdong, in Cina, ed è uno tra i primi dieci produttori di smartphone del paese[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 2003, Meizu produce smartphone e lettori musicali. I primi prodotti commercializzati furono il Meizu M6 Mini Player e l'M3 Music Card, rilasciati nel Marzo 2007. L'ingresso dell'azienda nel mercato smartphone è avvenuto invece nel 2008, ed il primo telefono commercializzato è stato il Meizu M8 miniOne, rilasciato nel mese di Febbraio 2009. Due anni dopo, Meizu ha rilasciato un nuovo telefono, il Meizu M9. In seguito l'azienda ha avviato la linea di prodotti MX, annunciata nel 2012. La serie MX si è arricchita nel corso degli anni dei modelli MX2, MX3, MX4 ed MX4 Pro, che seguono un modello di business incentrato su innovazione e semplicità d'uso per i consumatori. Con più di 2,000 dipendenti e ben 1000 negozi fisici[2], l'azienda si è introdotta ufficialmente nei mercati di Hong Kong, Israele, Russia, Ukraina, Francia ed Italia.

M9[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 dicembre 2010 iniziò la vendita ufficiale di M9, smartphone basato su chipset Samsung Hummingbird (CPU ARM Cortex A8 1 GHz, GPU PowerVR SGX540), lo stesso dei Samsung Galaxy S e Google Nexus S, dotato di un display multitouch Sharp da 3.54" a risoluzione Retina (960x640 pixel), fotocamera da 5 MPx con autofocus e registrazione video HD720p e sistema operativo Android 2.2 FroYo, successivamente aggiornato a 2.3 Gingerbread. Particolare caratterizzante di M9 è la totale personalizzazione dell'interfaccia grafica, completamente ridisegnata dagli sviluppatori, rendendola molto diversa (e migliore) di quella standard. L'azienda ha confermato che è già al lavoro per portare Android 4.0 Ice Cream Sandwich, l'ultima release dell'OS di Google, su M9.

In Cina lo smartphone ha riscosso molto successo, così come anche all'estero (soprattutto in USA, Francia e Germania), grazie al prezzo incredibilmente basso (l'equivalente di 270€ all'uscita) relazionato alle ottime caratteristiche dello smartphone, pari se non superiori a device di fascia alta di altre marche. Purtroppo M9 non è mai stato lanciato ufficialmente al di fuori del territorio cinese, rendendo molto difficile l'acquisto da parte di utenti di altri stati.

Attualmente il prezzo dello smartphone, sull'online store ufficiale (che spedisce solo in Cina) e negli store fisici Meizu (presenti solo in Cina), è di 1699 Yuan, circa 208€ in versione con MicroSD da 8GB inclusa.

MX[modifica | modifica wikitesto]

Dopo averlo annunciato ufficialmente a settembre 2011, Jack Wong presentò il Meizu MX a dicembre.

Lo smartphone (in vendita dal 1º gennaio 2012 presso il sito Meizu e gli store fisici in Cina) ha, come fu per M9, caratteristiche di altissimo livello. Si parla di un processore Samsung Exynos 4210 (CPU dual-core ARM Cortex A9 1.4 GHz e GPU ARM Mali 400), fotocamera da 8MPx con sensore retroillumnato, LED flash, autofocus, registrazione video Full HD 1080p, display multitouch Sharp da 4" della stessa risoluzione di M9 e iPhone 4/4S (Retina 960x640 pixel). Non mancano tutti i classici sensori, giroscopio compreso, mentre la connettività è garantita da jack MicroUSB con funzionalità MHL (per uscita video HDMI) ed USB On The Go (per connettere, con un adattatore, periferiche come pendrive USB, hard disk, mouse e tastiere). Android 2.3 Gingerbread con UI personalizzata da Meizu (simile a quella di M9 ma migliorata) è stato rinominato dall'azienda FlymeOS. Nelle prime recensioni Meizu MX ha colpito positivamente, dando risultati molto alti a vari test di benchmark.

Mentre nelle specifiche ufficiali dichiarate la velocità del processore è di 1.4 GHz, in realtà all'inizio MX aveva la CPU ad 1.2 GHz. Per rimediare, Meizu ha rilasciato il 30 dicembre 2011 (quindi prima dell'uscita dello smartphone) un aggiornamento per incrementare la velocità di clock della CPU, portandola a 1.4 GHz. Questo vale per gli MX da recensire inviati alle redazioni di blog prestigiosi.

La versione con 16GB di memoria interna (non espandibile) costerà 2999 Yuan, l'equivalente di 368€ (prezzo incredibilmente basso rispetto a quello dei concorrenti).

Al lancio del 1º gennaio 2012, il Meizu MX venduto ai clienti è stato scoperto essere diverso dalla versione (a questo punto definibile "prototipale") precedentemente recapitata ai siti di tecnologia per la recensione. Il Meizu MX retail ha miglioramenti nella qualità costruttiva e nella costruzione dei pulsanti fisici.

Come per M9, anche MX si è rivelato un successo, con file di centinaia di persone fuori dai negozi prima dell'apertura.

Meizu ha confermato la voglia di rilasciare due versioni dell'aggiornamento ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Una denominata "vanilla", cioè lasciando il sistema graficamente invariato, "pure Google", l'altra in versione FlymeOS, quindi con l'interfaccia personalizzata dal produttore. Siccome il telefono non supporta il dual-boot, l'utente dovrà scegliere quale versione installare.

Jack Wong, CEO di Meizu, ha annunciato che la variante quad-core (e con 32GB di memoria interna, al prezzo di 3899 Yuan, 470€) di MX arriverà per marzo 2012, insieme ad un grande restyle dell'interfaccia di Flyme OS. Si dice che il processore sarà il Samsung Exynos 4412, ma è ancora da confermare.

Alla fine del 2013 Meizu apre una filiale in Italia, sul cui sito annuncia per il primo trimestre del 2014 l'arrivo di una versione di Flyme OS completamente in lingua italiana.

Alla fine del 2014 è stato presentato il nuovo Meizu MX4 Pro con la versione 4 di Flyme.

Nel 2015, al Mobile World Congress, Meizu presenta una Ubuntu edition del Meizu MX4[3], frutto della collaborazione tra l'azienda cinese e Canonical Ltd.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ About Meizu.
  2. ^ Meizu festeggia i 1000 store in Cina!, 29 Dicembre 2014.
  3. ^ Meizu Italia, Meizu MX4 Ubuntu Edition svelato al MWC 2015, blog.meizu.it, 11 Febbraio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]