Samsung Galaxy Note

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Samsung Galaxy Note
Candybar, phablet
Galaxy Note logo.svg
Samsung Galaxy Note.png
ProduttoreSamsung
SerieSamsung Galaxy serie Note
Presentazione29 ottobre 2009
Inizio venditaOttobre 2011
SuccessoreSamsung Galaxy Note II
Comunicazione
RetiHspa+21 Mbps,Hsdpa 5.76 Mbps (850, 900, 1900, 2100 MHz);
ConnettivitàConnettore Jack 3.5 mm; Wi-Fi (802.11a/b/g/n); Wi-Fi Direct; Bluetooth 3.0; Micro USB 2.0; DLNA; MHL; HDMI; USB OTG 2.0
Software
Sistema operativoAndroid 2.3 Gingerbread (nativo), Android 4.0.3 Ice Cream Sandwich, Android 4.0.4 Ice Cream Sandwich, Android 4.1.2 Jelly Bean (ultimo aggiornamento ufficiale)

Tali aggiornamenti non sono stati resi disponibili per tutti i paesi in commercializzazione

Fotocamere
Posteriore8 MP, video 1080p, autofocus, flash Led, fotocamera frontale 2MP
Hardware
SoC1.4 GHz dual-core ARM Cortex-A9 SoC; Samsung Exynos (GT-N7000) / Qualcomm MSM8660 Snapdragon 1.5 GHz Dual-core Scorpion (GT-N7003)
RAM8 GB
Archiviazione1 GB RAM, HDD 16/32 GB interni flash, microSDHC 32 GB max
ConnettoreMicro-USB
Batteria
TipoAccumulatore litio-polimero da 2500mAh
Display
Tipo5.29", HD Super AMOLED con matrice RGBG Pentile 1280x800 pixel, 285 ppi WXGA
TouchscreenCapacitivo e Multi-touch
Altro
Dimensioni145,8 x 82,95 x 9,65 mm
Peso178g
Sito web[1]
La serie: originale, II, e 3

Il Samsung N7000 Galaxy Note è uno smartphone slate prodotto da Samsung, annunciato alla fine del 2011 all'IFA di Berlino e commercializzato ad ottobre 2011 in Germania e in altri Paesi più tardi[1]. È il primo phablet della serie Samsung Galaxy.

A fine 2012 Samsung ha messo in commercio il suo successore, il Samsung Galaxy Note II.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Galaxy Note è stato annunciato da Samsung all'IFA di Berlino del 2011[2]. Le vendite sono iniziate ad ottobre sul territorio tedesco mentre per gli altri Paesi si è dovuto aspettare novembre. Il 1º giugno 2012 Samsung annuncia che sono state spedite 7 milioni di unità[3].

Per pubblicizzare lo smartphone è stata fatta una collaborazione tra la Rovio Entertainment e la stessa Samsung riguardante il lancio del gioco Angry Birds Space, che presenta alcuni livelli esclusivi[4] per i modelli Samsung Galaxy.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di un processore dual core da 1.4 GHz, 1 GB di RAM, connettività HSPA+ fino a 21 Mbit/s, wifi a/b/g/n e di uno schermo Gorilla Glass, il Galaxy Note rappresentava, insieme al Samsung Galaxy S II, il top di gamma della casa coreana nel 2011. È stato inoltre il primo smartphone della Samsung a montare uno schermo da 5.3" super AMOLED con risoluzione di 1280x800 ed una densità di pixel pari a 285 ppi. Il sistema operativo nativo con cui è stato distribuito era Android 2.3. Supporta numerosi formati audio (MP3, WAV, eAAC+, AC3, FLAC) e video (MP4, DivX, XviD, WMV, H.264, H.263). È inoltre dotato del protocollo DLNA (AllShare) per la condivisione dei contenuti multimediali su altri apparecchi.

S Pen[modifica | modifica wikitesto]

Il Galaxy Note include un pennino noto come S-Pen. Quando non utilizzato trova alloggiamento nella parte inferiore del terminale. Il suo utilizzo, oltre a sostituire quello delle dita nel caso sia necessaria una maggiore precisione, è specifico per quelle applicazioni che consentono di disegnare sullo schermo. Il pennino, sebbene marchiato Samsung, è parte di un digitalizzatore prodotto dalla giapponese Wacom il quale, nel Galaxy Note, affianca il digitalizzatore capacitivo classico degli smartphone. Il digitalizzatore Wacom è in grado di rilevare i livelli di pressione (producendo, per es., tratti più o meno spessi, ovviamente solo nelle app che supportano i livelli di pressione) e si disattiva quando la punta del pennino è lontana dallo schermo più di 1 cm circa in modo da abilitare le funzionalità capacitive. Il pennino è anche dotato di un pulsante per funzioni aggiuntive ma non della "gommina" digitale posteriore.

Software[modifica | modifica wikitesto]

Il dispositivo monta di base il sistema operativo Android versione 2.3 Gingerbread.

A metà del 2012 Samsung ha distribuito l'aggiornamento Android versione 4.0.4 Ice Cream Sandwich[5].

A marzo del 2013 Samsung ha distribuito la nuova versione di Android 4.1.2 Jelly Bean[6].Tra le nuove funzionalità sono state aggiunte le seguenti: il multiwindows, lo smart stay e il direct call, tecnologie presenti finora soltanto sui vecchi dispositivi top gamma come il Galaxy Note II e il Galaxy S III, inoltre è stata resa disponibile una nuova versione, chiamata S-Note, della applicazione per prendere note e creare promemoria (precedentemente chiamata S-Memo).

Versioni successive[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE1046228846
Telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia