Radiomatia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
RadioMatia
ArtistaMatia Bazar
Tipo albumStudio
Pubblicazione27 ottobre 1995
Durata61:42
Dischi1
Tracce14
GenereMusica leggera
Pop
EtichettaPolydor Records
ProduttoreSergio Cossu
FormatiLP, CD, MC
Matia Bazar - cronologia
Singoli

Radiomatia è il quattordicesimo album dei Matia Bazar, pubblicato dalla Polydor Records su LP, cassetta e CD (catalogo 314 5 29141 2) nel 1995[1][2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una sosta di due anni per la maternità della solista Laura Valente, il quartetto dei Matia Bazar (Marrale aveva abbandonato il gruppo alla fine del 1993 dopo la pubblicazione di Dove le canzoni si avverano) festeggia i vent'anni di attività musicale, pubblicando una specie di "album raccolta", che ripropone, in versione completamente riarrangiata, alcuni successi ed altri brani meno noti del repertorio precedente[3].

Primo disco con tutti i brani cantati da Valente.

I brani[modifica | modifica wikitesto]

Nuovi arrangiamenti, con testi leggermente modificati (in La prima stella della sera è molto diverso), voce solista Laura Valente:

In tutte le versioni originali la voce solista è di Antonella Ruggiero, in (*) è già di Laura Valente.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Laura Valente firma con lo pseudonimo Lavalente.

CD
  1. La scuola dei serpenti (You're the Voice) – 4:32 (Matia Bazar; Andy Qunta, Keith Reid, Maggie Ryder, Chris Thompson) – Inedito
  2. La prima stella della sera – 3:52 (testo: Aldo Stellita – musica: Sergio Cossu, Carlo Marrale)
  3. Vacanze romane – 5:09 (testo: Giancarlo Golzi – musica: Carlo Marrale)
  4. Stringimi – 4:03 (testo: Aldo Stellita – musica: Sergio Cossu)
  5. Mi manchi ancora – 4:09 (testo: Aldo Stellita – musica: Antonella Ruggiero, Sergio Cossu)
  6. Dedicato a te – 4:22 (testo: Aldo Stellita – musica: Maurizio Bassi, Lavalente, Sergio Cossu)
  7. Stasera... che sera! – 4:45 (testo: Aldo Stellita – musica: Piero Cassano, Carlo Marrale)
  8. Ti sento – 4:24 (testo: Aldo Stellita – musica: Sergio Cossu, Carlo Marrale)
  9. Cavallo bianco – 4:33 (testo: Giovanni Belfiore, Aldo Stellita – musica: Piero Cassano, Carlo Marrale)
  10. Noi – 4:45 (testo: Aldo Stellita – musica: Sergio Cossu)
  11. Aristocratica – 4:22 (testo: Aldo Stellita – musica: Carlo Marrale)
  12. Fantasia – 4:49 (testo: Aldo Stellita, Giancarlo Golzi – musica: Antonella Ruggiero, Carlo Marrale)
  13. Piccoli giganti – 4:05 (testo: Aldo Stellita – musica: Lavalente, Sergio Cossu, Carlo Marrale)
  14. C'è tutto un mondo intorno – 3:52 (testo: Giancarlo Golzi, Aldo Stellita – musica: Antonella Ruggiero, Piero Cassano, Carlo Marrale)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti

Coro della Scuola dei Serpenti: Donatella De Gaetano, Silvia Bortolotti, Marcello Sarti, Luca Vittori

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discografia album, Matia Bazar, sito ufficiale. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  2. ^ a b Matia Bazar: discografia album, Hit Parade Italia. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  3. ^ a b Stefania Ulivi, FESTA Per i vent'anni del gruppo, in archivio storico, Corriere della Sera, 23 novembre 1995, p. 37. URL consultato il 29 marzo 2014 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica