Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

John Farnham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
John Farnham
John farnham statue at waterfront city.jpg
Statua di John Farnham a Docklands
NazionalitàAustralia Australia
GenerePop
Rock
Adult contemporary music
Periodo di attività musicale1964 – in attività
Sito ufficiale

John Peter Farnham (Dagenham, 1º luglio 1949) è un cantante australiano, di genere pop, rock e adult contemporary music.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gran parte della sua carriera fu da solista, salvo una parentesi nella band Little River Band tra il 1982 e il 1985 e come sostituto del cantante Glenn Shorrock.[1][2][3] Nel settembre 1986 un suo singolo, "You're the Voice", si piazzò alla posizione numero 1 delle classifiche australiane.[4][5] L'album associato, Whispering Jack, mantenne la numero 1 per 25 settimane,[4][5] ed è l'album più venduto della storia dell'Australia.[6]

Con una carriera di oltre 40 anni, è l'unico artista australiano ad avere una registrazione alla posizione numero 1 nelle classifiche in 5 decenni differenti, grazie ai singoli Sadie (The Cleaning Lady) nel 1967, Raindrops Keep Fallin' on My Head nel 1970 e Age of Reason nel 1988,[4][5] e gli album Age of Reason, Chain Reaction, Then Again..., Anthology 1: Greatest Hits 1986-1997, 33⅓ e The Last Time.[4][5][7]

Farnham ha ricevuto innumerevoli premi, tra cui l'ingresso nel 2003 nella ARIA Hall of Fame.[7][8][9][10] Dal 1969 è stato votato Re del Pop dai lettori di TV Week per 5 anni consecutivi.[11][12][13][14]

Il critico musicale Ian McFarlane lo ha descritto come:

(EN)

« the most successful solo artist in the history of Australian rock and pop [...] Farnham has retained an affable sense of humour and a simple, unpretentious 'everyman' charm which also makes him one of the most respected celebrities in Australian entertainment history. »

(IT)

« il musicista di maggior successo della storia rock e pop australiana [...] Farnham ha saputo avere un innato senso dell'humour e uno charm semplice e senza pretese che lo rendono anche una delle celebrità più degne di rispetto della storia dell'intrattenimento. »

(Ian McFarlane)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Spencer et al, (2007) Farnham, Johnny[collegamento interrotto] entry. Retrieved 24 January 2010.
  2. ^ John Farnham discography, su Australian Rock Database, Magnus Holmgren. URL consultato il 23 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2012).
  3. ^ Little River Band discography, su Australian Rock Database, Magnus Holmgren. URL consultato il 23 dicembre 2008.
  4. ^ a b c d David Kent, Australian Chart Book 1970–1992, St Ives, N.S.W., Australian Chart Book, 1993, ISBN 0-646-11917-6. NOTE: Used for Australian Singles and Albums charting until ARIA created their own charts in mid-1988.
  5. ^ a b c d John Farnham discography, Australian Charts Portal. URL consultato il 23 dicembre 2008.
  6. ^ Idato, Michael, Record company executives in running for sacked Sandilands's Australian Idol post, su The Age, Fairfax Media, 7 agosto 2009. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  7. ^ a b Farnham, Music Australia. URL consultato il 23 dicembre 2008.
  8. ^ ARIA 2008 Hall of Fame inductees listing, Australian Recording Industry Association (ARIA). URL consultato il 23 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2008).
  9. ^ Winners by Artist: John Farnham, Australian Recording Industry Association (ARIA). URL consultato il 23 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2009).
  10. ^ 2003 17th Annual ARIA Awards, Australian Recording Industry Association (ARIA). URL consultato il 23 dicembre 2008.
  11. ^ TV Week "King of Pop" Awards, Milesago, 2002. URL consultato il 23 dicembre 2008.
  12. ^ Top 40 TV, Televisionau.com. URL consultato il 23 dicembre 2008.
  13. ^ Jeff Jenkins, Ian Meldrum, Molly Meldrum presents 50 years of rock in Australia, Melbourne, Wilkinson Publishing, 2007, ISBN 978-1-921332-11-1. URL consultato il 23 dicembre 2008.
  14. ^ Ann Atkinson, Linsay Knight, Margaret McPhee, The dictionary of performing arts in Australia, Allen & Unwin, 1996, ISBN 978-1-86373-898-9. URL consultato il 23 dicembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71593639 · ISNI (EN0000 0000 7840 9886 · LCCN (ENn92030284 · GND (DE134370619 · BNF (FRcb140386796 (data)