Pentossido di diazoto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pentossido di diazoto
Pentossido di diazoto
Pentossido di diazoto
Nome IUPAC
pentossido di diazoto
Nomi alternativi
anidride nitrica
pentossido di azoto
ossido di azoto (V)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareN2O5
Massa molecolare (u)108,01
AspettoSolido cristallino bianco
Numero CAS10102-03-1
Numero EINECS233-264-2
PubChem66242
SMILES
[N+](=O)([O-])O[N+](=O)[O-]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)2,05
Solubilità in acquaReagisce formando HNO3
Temperatura di fusione30 °C (303,15 K)
Temperatura di ebollizione47 °C (320,15 con decomposizione K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta corrosivo comburente
Frasi H270 - 302 - 314 - 331 - 335
Consigli P-

Il pentossido di diazoto (o anidride nitrica) è un ossido di azoto con formula N2O5.

Si tratta di un solido cristallino volatile e deliquescente costituito da NO+2 e NO3, quindi è effettivamente nitrato di nitronio.

Allo stato di vapore o in soluzione di solventi apolari è presente come molecola covalente. Si ha quindi un equilibrio tra le due forme:

Fra tutti gli ossidi di azoto è l'unico ad avere un ossigeno a ponte tra i due atomi di azoto. Storicamente fu sintetizzata per la prima volta da Deville nel 1840 facendo reagire AgNO3 con Cl2. Adesso viene prodotto per disidratazione dell'acido nitrico:

È un forte ossidante nei confronti di metalli, non metalli e sostanze organiche. Con acqua reagisce violentemente dando acido nitrico:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia