Ossido di praseodimio(III)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ossido di praseodimio(III)
Una confezione di ossido di praseodimio(III)
Nome IUPAC
Triossido di dipraseodimio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Pr2O3
Massa molecolare (u) 329,813
Aspetto cristalli bianchi
Numero CAS [12036-32-7]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 6,9
Solubilità in acqua insolubile
Temperatura di fusione 2183 °C
Temperatura di ebollizione 3760 °C[1]
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [2]

L'ossido di praseodimio(III), generalmente chiamato anche ossido di praseodimio, formula chimica Pr2O3, è l'ossido del praseodimio.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

L'ossido di praseodimio(III) può essere usato come dielettrico in combinazione con il silicio[3]. È usato anche come colorante per vetri e ceramiche, conferendo un colore giallo[4]. Per la colorazione delle ceramiche è utilizzato anche l'ossido di praseodimio(III,IV), Pr6O11.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ David R. Lide, Handbook of Chemistry and Physics, 87ª ed., Boca Raton, CRC Press, 1998, pp. 478, 523, ISBN 0-8493-0594-2.
  2. ^ Sigma Aldrich; rev. del 13.08.2014
  3. ^ Jarek Dabrowski, Predictive Simulation of Semiconductor Processing, Springer, 2004, p. 264, ISBN 978-3-540-20481-7. URL consultato il 18 marzo 2009.
  4. ^ Robert E. Krebs, The History and Use of our Earth's Chemical Elements, Greenwood Publishing Group, 2006, p. 283, ISBN 978-0-313-33438-2. URL consultato il 18-03-2009-03.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia