Ossido rameoso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ossido rameoso
Aspetto dell'ossido rameoso
Nome IUPAC
Ossido di dirame
Nomi alternativi
ossidulo di rame
protossido di rame
[senza fonte]
Ossido rameoso
Ossido di rame(I)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Cu2O
Massa molecolare (u) 143,08 g/mol
Aspetto solido rosso-bruno
Numero CAS [1317-39-1]
Numero EINECS 215-270-7
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 6,0
Solubilità in acqua insolubile
Temperatura di fusione 1235 °C (1508 K)
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 470
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante pericoloso per l'ambiente

attenzione

Frasi H 302 - 410
Consigli P 273 - 501 [1][2]

L'ossido rameoso è l'ossido del rame a numero di ossidazione +1. In natura esiste come minerale noto con il nome di cuprite.

A temperatura ambiente si presenta come un solido rosso-bruno inodore. È un composto nocivo.

Può essere ottenuto per riscaldamento dell'ossido rameico a 1200 °C.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 19.09.2012
  2. ^ Smaltire presso un impianto di trattamento dei rifiuti autorizzato

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia