Palazzo Landriani (Milano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Landriani
20170318 Palazzo Landriani.jpg
Parte cinquecentesca della facciata
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMilano
Indirizzovia Borgonuovo 25
Coordinate45°28′21.25″N 9°11′22.69″E / 45.47257°N 9.189636°E45.47257; 9.189636Coordinate: 45°28′21.25″N 9°11′22.69″E / 45.47257°N 9.189636°E45.47257; 9.189636
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVI secolo
Realizzazione
ArchitettoCesare Cesariano

Palazzo Landriani è un palazzo storico di Milano, situato in via Borgonuovo n. 25. Il palazzo è attualmente sede dell'Istituto lombardo di scienze e lettere

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo, di origine precedente al XVI secolo, fu costruito dalla famiglia Bossi, che lo vendette alla famiglia dei Landriani: nella prima metà del Cinquecento un incendio distrusse quasi completamente il palazzo, che venne riedificato su progetto di Cesare Cesariano, a cui è stato possibile attribuire l'opera solo grazie all'analisi di alcuni suoi progetti. Il palazzo fu rimaneggiato nel XVII secolo quando il palazzo passò in proprietà degli Imbonati, è tuttavia ben visibile e conservato, sulla parte sinistra della facciata, il prospetto originale cinquecentesco[1].

Come appena specificato, il fronte si divide in due parti: sulla sinistra si trova la parte cinquecentesca originale della facciata scandita al pian terreno da lesene di ordine dorico mentre al piano superiore sono presenti finestre con decorazione in cotto e timpani triangolari. La parte secentesca si presenta più sobria, con il balcone in ferro battuto come unico elemento decorativo di spicco[1].

All'interno è presente un porticato di gusto bramantesco con colonne di ordine corinzio: su una delle pareti del porticato erano un tempo presenti degli affreschi di Bernardino Luini, staccati e oggi conservati alla Pinacoteca di Brera. Tra gli elementi interni degni di nota si possono citare gli affreschi attribuiti a Cesare Cesariano nella Sala del Centenario raffiguranti segni zodiacali[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Palazzo Landriani (PDF), su adsi.it, p. 8-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]