Montedinove

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montedinove
comune
Montedinove – Stemma Montedinove – Bandiera
Montedinove – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Marche.svg Marche
ProvinciaProvincia di Ascoli Piceno-Stemma.png Ascoli Piceno
Amministrazione
SindacoAntonio Del Duca (lista civica Per Montedinove) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate42°58′14.41″N 13°35′13.2″E / 42.970669°N 13.587°E42.970669; 13.587 (Montedinove)Coordinate: 42°58′14.41″N 13°35′13.2″E / 42.970669°N 13.587°E42.970669; 13.587 (Montedinove)
Altitudine561 m s.l.m.
Superficie11,93 km²
Abitanti500[1] (30-11-2017)
Densità41,91 ab./km²
FrazioniCroce Rossa, Lago, San Tommaso, Trippanera
Comuni confinantiCastignano, Montalto delle Marche, Montelparo (FM), Rotella
Altre informazioni
Cod. postale63069
Prefisso0736
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT044034
Cod. catastaleF487
TargaAP
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Cl. climaticazona E, 2 296 GG[2]
Nome abitantimontedinovesi
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montedinove
Montedinove
Montedinove – Mappa
Posizione del comune di Montedinove nella provincia di Ascoli Piceno
Sito istituzionale

Montedinove (Mundëdënòvë in dialetto montedinovese[3]) è un comune italiano di 500 abitanti della provincia di Ascoli Piceno nelle Marche.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese sorge su un colle a 561 m s.l.m. tra le valli dell'Aso e del Tesino, alle pendici del Monte Ascensione. Fa parte della Comunità montana dei Sibillini.

Dall'Autostrada A14 si raggiunge con 34 km e con 6 km dalla Strada statale 433; dista 30 km dalla città di Ascoli Piceno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio cittadino, abitato in epoca picena, accolse nel 578 gli ascolani che cercavano riparo dai longobardi. In seguito, il territorio fu donato nel 1039 da Longino all'abbazia di Farfa, e furono proprio i farfensi a costruire le fortificazioni a difesa del paese. Nel 1239 il paese subi l'assedio di Re Enzo e riuscì ad uscirne vittorioso dopo due anni. Nel 1279 il paese si elevò a libero comune, mentre nel 1586, sotto papa Sisto V, entrò nel Presidiato di Montalto. Nei secoli successivi Montedinove segue le sorti dello Stato della Chiesa e dell'Italia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo comunale, con porticato e campanile
  • Chiesa di San Lorenzo
  • Chiesa di Santa Maria de Cellis con il suo particolare portale di tre materiali
  • Porta della vittoria, già porta marina, cambiò il nome dopo che resistette all'assedio del 1239
  • Santuario di San Tommaso Becket

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra del paese, il Montedinove calcio, milita in Seconda Categoria e disputa le partite casalinghe al campo sportivo Cino e Lillo Del Duca.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Dialetti abruzzesi settentrionali.

Nel piccolo comune di Montedinove sono parlati vari dialetti. Nella parte settentrionale del comune, lungo il fiume Aso, è parlato il dialetto fermano. Nella parte meridionale invece, a sud del fiume Tesino, è parlato il dialetto castignanese.

Tra i due fiumi, nel paese di Montedinove e nelle campagne intorno, è parlato il dialetto montedinovese, che possiede alcune caratteristiche proprie, ma comunque molto simile al dialetto castignanese-rotellese. Nella tabella ci sono degli esempi che mettono in evidenza le differenze tra i tre dialetti parlati nel comune di Montedinove.

Italiano Fermano Montedinovese Castignanese
fuoco fócu fóchë fuóchë
tempo témbu témbë tiémbë
bello véllu béllë biéllë
senti un po' séndi 'mbó séndë 'mbó siéndë 'mbuó
mio figlio lu fiju mìu lu fìjë mé lu fìjë mié

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

In autunno si svolge un festival dedicato alla mela rosa dei Monti Sibillini.[5][6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 giugno 2004 7 giugno 2009 Pietro Mazzoni lista civica Sindaco
8 giugno 2009 in carica Antonio Del Duca lista civica "Per Montedinove" Sindaco
9 giugno 2013 in carica Antonio Del Duca lista civica "Insieme per Montedinove" Sindaco

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 414.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Mela rosa dei Monti Sibillini, su turismo.marche.it, Regione Marche. URL consultato il 30 gennaio 2018 (archiviato il 30 gennaio 2018).
  6. ^ Sapori d'autunno nelle Marche: tutte le feste, sagre e mostre del gusto, Touring Club Italiano, 29 settembre 2017. URL consultato il 30 gennaio 2018 (archiviato il 30 gennaio 2018).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche