Mariacarla Boscono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mariacarla Boscono
Mariacarla Boscono.jpg
Altezza 178[1] cm
Misure 85-60-88[1]
Taglia 34[1] (UE) - 4[1] (US)
Scarpe 41[1] (UE) - 9[1] (US)
Occhi Marroni
Capelli Castani

Mariacarla Boscono (Roma, 20 settembre 1980) è una supermodella e attrice teatrale italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Roma, da una famiglia attiva nel settore dell'imprenditoria e della moda, e trascorre l'infanzia tra gli Stati Uniti, il Kenya e l'Italia. Intraprende la carriera nella moda a 16 anni quando un fotografo amico di famiglia la incoraggia a fare l'indossatrice. Firma un contratto con l'agenzia di moda DNA Model Management di New York e a Milano per la Riccardo Gay grazie all'intuito del manager Piero Piazzi, che la segue nella sua carriera. Attualmente è rappresentata da Women Management a New York, Milano e Parigi.

È madre single di Marialuca, nata il 27 agosto 2012 in una clinica di Ibiza, avuta dall'imprenditore Andrea Patti.[2][3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 esordisce a Milano sulle passerelle di Alberta Ferretti e Laura Biagiotti, a cui seguono Gai Mattiolo, Rocco Barocco, Fausto Sarli, Paul Smith, Issey Miyake, Vivienne Westwood, Guy Laroche. Oltre a Sarli e Karl Lagerfeld, considerati due tra i suoi primi sostenitori, giova al lancio della sua carriera un contratto pluriennale con la maison Comme des Garçons. Diventa rapidamente una delle top più contese degli anni 2000 e anno dopo anno è protagonista di numerose campagne pubblicitarie mondiali per stilisti e case di moda tra cui: Calvin Klein, Givenchy, Versace, Dolce & Gabbana, Etro, Gianfranco Ferré, Alberta Ferretti, Bulgari, Escada, Blumarine, Yves Saint Laurent, Roberto Cavalli, Alessandro Dell'Acqua, Donna Karan, Michael Kors, Armani Exchange e molte altre.[4]

Il 2002 è l'anno in cui fa il boom a livello internazionale; viene fotografata in più di otto campagne pubblicitarie internazionali tra cui Chanel, Dior, Jean Paul Gaultier, Moschino, Marc Jacobs e sfila per oltre settanta case di moda nella sola stagione Autunno/Inverno 2002/03.

Dal 1996 ad oggi la sua presenza sulle passerelle di New York, Londra, Milano e Parigi continua ad essere costante e sfila per tutte le più grandi case di moda al mondo, tra le quali: Gucci, Versace, Fendi, Yves Saint Laurent, Missoni, Louis Vuitton, Prada, Burberry, Balenciaga, Gianfranco Ferrè, Valentino, Giorgio Armani, Tommy Hilfiger, Celine, Lanvin, Oscar de la Renta, Kenzo, Ralph Lauren, Alexander McQueen, Paco Rabanne, Zac Posen, Marc Jacobs, Narciso Rodriguez, Roberto Cavalli, Dsquared², D&G, Emanuel Ungaro, Stella McCartney, Givenchy e moltissime altre.

Appare inoltre numerose volte sulle copertine di riviste di moda come Vogue, i-D, W (rivista), Dazed & Confused, Elle, Glamour, Pop, Interview (rivista), Allure, Marie Claire, Numéro, L'Officiel, Harper's Bazaar, Flair, Vanity Fair e molte altre.

Dopo Carla Bruni negli anni novanta, Mariacarla, Eva Riccobono e Bianca Balti sono le tre supermodelle italiane degli anni duemila a essersi imposte nel panorama internazionale della moda. Infatti nel 2003 è la prima italiana, insieme con Eva Riccobono, a essere fotografata di nuovo nel Calendario Pirelli da Bruce Weber, dopo Monica Bellucci nel 1997. L'esperienza del calendario sarà ripetuta nel 2004 e nel 2009. Nel 2005 la rivista economica americana Forbes ha riportato che la Boscono ha guadagnato oltre 3.500.000 dollari nei 12 mesi precedenti e la inserisce nella classifica delle supermodelle più pagate al mondo. Nello stesso anno rimpiazza Kate Moss nella campagna pubblicitaria H&M by Stella McCartney e in quella del profumo "Opium" di Yves Saint Laurent[5] in seguito allo scandalo cocaina che ha colpito la top model inglese in settembre.

Tra il 2008 e il 2009 è testimonial nelle campagne pubblicitarie di numerose case di moda: Hermès, John Galliano, Dolce & Gabbana, Moschino, Emilio Pucci, Gap, Givenchy e altre. La Boscono è musa ispiratrice di Givenchy da diversi anni in quanto molto amica di Riccardo Tisci, direttore creativo della maison francese. Sempre nello stesso anno diventa testimonial per la collezione autunno/inverno 2009 della campagna pubblicitaria di Salvatore Ferragamo insieme a Eva Herzigová e viene riconfermata anche per le campagne invernali di Dolce & Gabbana e Givenchy. Nel 2010 rinnova il contratto con la maison Givenchy e per la campagna pubblicitaria primavera/estate 2010 viene fotografata dai fotografi Inez & Vinoodh insieme all'amica modella Natal'ja Vodjanova. Nel febbraio dello stesso anno, nonostante abbia sfilato negli anni per tutti i più importanti stilisti al mondo, partecipa per la prima volta nella sua carriera alle sfilate milanesi di Prada e di Bottega Veneta (collezione autunno/inverno 2010/11), mentre a Parigi sfila per Louis Vuitton, Miu Miu, Givenchy e Yves Saint Laurent. Sempre nel 2010 il sito models.com la riporta in quarta posizione nella classifica delle 50 supermodelle attualmente più importanti al mondo.

Dal 2011 è il volto della collezione Prada P/E 2011 scattata da Steven Meisel. Torna a essere il volto di Roberto Cavalli per la campagna pubblicitaria A/I 2011.12, fotografata insieme con le modelle Natasha Poly e Karen Elson[6], e a quella di Givenchy primavera/estate 2012 con Gisele Bündchen[7]. Diventa inoltre testimonial del profumo "Dahlia Noir" di Givenchy. Il sito models.com la inserisce nella "Icons List", la classifica delle venti supermodelle considerate icone nell'industria della moda.[8] Nel 2013 appare nuovamente nella campagna Givenchy primavera/estate, in una posa con sua figlia Marialucas tra le braccia[9], e anche protagonista in quelle di Giorgio Armani[10], Alberta Ferretti[11] e Dior[12] autunno/inverno 2013-2014. Nell'ottobre 2015 appare sulla copertina di Vogue Brazil accanto alla modella Naomi Campbell e al direttore creativo di Givenchy Riccardo Tisci.[13] Nel 2016 è testimonial di diverse campagne pubblicitarie come Sportmax, Dsquared2, Givenchy, Redken, Rag & Bone, Mugler e Coccinelle. Inoltre è, insieme con la modella Natalia Vodianova, testimonial della linea summer di Stella McCartney.[14]

Dopo molti anni torna ad essere il volto della maison francese Chanel per la campagna pubblicitaria Autunno/inverno 2016/17 e per le sfilate.

Nel 2017 è protagonista di una video campagna di Vera Wang, "It was Paris from the start", realizzata da Yvan Fabing in occasione dell'assegnazione della Legion d'Honneur alla stilista statunitense.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio del 2006 recita a New York il ruolo di Solange nella produzione teatrale: "Le serve" di Jean Genet insieme con l'amica Margherita Missoni.

Nel gennaio 2010 recita insieme con la compagnia Klesidra ne: "Donne per Shakespeare". Lo spettacolo, diretto dalla regista Imogen Kusch, è andato in scena al Nuovo Teatro Colosseo di Roma e si basava sulla presentazione di uno studio su King Cymbeline.

Nel febbraio 2011 partecipa alla seconda tappa delle trilogia "Donne per Shakespeare", nuovamente con la compagnia Klesidra al Nuovo Teatro Colosseo. Lo spettacolo messo in scena è questa volta Il racconto d'inverno, la tragicommedia di William Shakespeare, diretto dalla regista Imogen Kusch.

Agenzie[modifica | modifica wikitesto]

Campagne pubblicitarie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]