Jacinda Ardern

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jacinda Ardern
Jacinda Ardern November 2020 (cropped).jpg

40ª Primo ministro della Nuova Zelanda
In carica
Inizio mandato 26 ottobre 2017
Monarca Elisabetta II della Nuova Zelanda
Predecessore Bill English

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Partito politico Partito Laburista della Nuova Zelanda
Titolo di studio Laurea in Scienze della comunicazione
Università Università di Waikato

Jacinda Kate Laurell Ardern (Hamilton, 26 luglio 1980) è una politica neozelandese, 40ª ed attuale Prima ministra della Nuova Zelanda e capo del Partito Laburista della Nuova Zelanda dal 26 ottobre 2017.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureata all'Università di Waikato nel 2001, Jacinda Ardern iniziò a lavorare come ricercatrice nel gabinetto dell'allora primo ministro neozelandese Helen Clark. Successivamente lavorò nel team dei consulenti britannici al servizio di Tony Blair.[1] Nel 2008 fu eletta presidente dell'Unione Internazionale della Gioventù Socialista[2].

Nelle suppletive del 2017 entrò alla Camera per il collegio di Mount Albert e subito dopo è divenuta Deputy Leader del gruppo parlamentare laburista, assumendo poi la carica di Leader del partito il 1º agosto dello stesso anno (a seguito delle dimissioni di Andrew Little)[3].

Nelle elezioni del 23 settembre 2017 ha trascinato il suo partito alla conquista di 14 seggi aggiuntivi (per un totale di 46 seggi alla Camera) e, dimostrando maggiore capacità coalizionale del primo partito di Bill English, ha costituito un governo di minoranza. Al momento del suo insediamento come prima ministra, il 26 ottobre 2017, aveva 37 anni e, pertanto, era la più giovane donna a capo di un governo al mondo.[4]

A seguito degli attentati di Christchurch del 15 marzo 2019, in cui hanno perso la vita 50 musulmani in preghiera, ha pronunciato in Parlamento un solenne discorso di commemorazione in cui ha parlato anche dell'autore della strage: "È un terrorista. È un criminale. È un estremista. Ma quando parlo sarà senza nome. E imploro tutti voi e tutti quanti: pronunciate forte il nome di chi è rimasto senza vita, non quello di chi gliel’ha tolta, la vita. Forse cercava notorietà, ma noi in Nuova Zelanda non gli daremo nulla. Nemmeno il suo nome".[5]

Alle elezioni dell'ottobre 2020, il Partito Laburista ha ottenuto il 49,1 per cento dei voti,[6], conquistando 64 seggi su 120.[7] Il risultato è stato influenzato dalla gestione dell'epidemia da coronavirus da parte del Governo Ardern, considerata tra le migliori del mondo.[7] La Ardern ha dunque iniziato a svolgere un secondo mandato.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il suo compagno è il conduttore televisivo Clarke Gayford. Si sono conosciuti nel 2013. Per quanto non siano sposati, Gayford è stato definito come "il marito della Prima ministra" allorquando la Ardern è stata eletta nel 2017 Prima ministra. L'ha accompagnata anche in visite internazionali, compreso l'incontro a Londra nel 2018 dei capi di governo del Commonwealth.[8]

Il 18 gennaio 2018 la coppia ha annunciato che avrebbe avuto il primo figlio;[9] il 21 giugno è nata all'ospedale di Auckland una bambina di nome Neve Te Aroha.[10][11] Neve è una forma anglicizzata del nome irlandese Niamh, che significa "luminoso"; Aroha è maōri e sta per "amore", mentre Te Aroha è una montagna nella catena del Kaimai, vicino a Morrinsville, città natale della Ardern.

Nel maggio 2019 la coppia si è fidanzata.[12][13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ People – New Zealand Labour Party, su labourparty.org.nz (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2008).
  2. ^ (EN) Stacey Kirk, Jacinda Ardern says she can handle it and her path to the top would suggest she's right, in The Dominion Post, Stuff, 1º agosto 2017. URL consultato il 15 agosto 2017.
  3. ^ Andrew Little quits: Jacinda Ardern is new Labour leader, Kelvin Davis is deputy, in The New Zealand Herald, 1º agosto 2017. URL consultato il 1º agosto 2017.
  4. ^ The world’s youngest female leader takes over in New Zealand, in The Economist, 26 ottobre 2017 (archiviato il 26 ottobre 2017).
  5. ^ Jacinta Ardern, "Non dirò il suo nome". Il discorso di Jacinda Ardern, su [NSDT] Non Si Deve Tacere, 23 marzo 2019. URL consultato il 23 marzo 2019.
  6. ^ https://electionresults.govt.nz/electionresults_2020_preliminary/
  7. ^ a b Jacinda Ardern ha vinto le elezioni in Nuova Zelanda, su Il Post, 17 ottobre 2020. URL consultato il 18 ottobre 2020.
  8. ^ (EN) Stephen Jacobi, PM's London visit not just 'pure nostalgia', in Radio New Zealand, 22 aprile 2018. URL consultato il 24 aprile 2018.
  9. ^ (EN) Prime Minister Jacinda Ardern announces pregnancy, in The New Zealand Herald, 19 gennaio 2018. URL consultato il 24 aprile 2018.
  10. ^ (EN) It's a girl! Jacinda Ardern gives birth to her first child, in Newshub, 21 giugno 2018. URL consultato il 21 giugno 2018.
  11. ^ Nuova Zelanda, la premier Jacinda Ardern ha partorito una bambina, in Repubblica, 21 giugno 2018. URL consultato il 21 giugno 2018.
  12. ^ (EN) Prime Minister Jacinda Ardern engaged to partner Clarke Gayford, in Radio New Zealand, 3 maggio 2019. URL consultato il 3 maggio 2019.
  13. ^ (EN) Prime Minister Jacinda Ardern and Clarke Gayford engaged, in New Zealand Herald, 3 maggio 2019. URL consultato il 3 maggio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Prima ministra della Nuova Zelanda Successore Flag of New Zealand.svg
Bill English dal 26 ottobre 2017 in carica
Controllo di autoritàVIAF (EN1748151247981444270003 · LCCN (ENno2017153822 · GND (DE1215122667 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017153822