Tecnofinanza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La tecnofinanza[1], o tecnologia finanziaria (in inglese Financial Technology o FinTech) è la fornitura di servizi e prodotti finanziari attraverso le più avanzate tecnologie dell'informazione (ICT). Vista la loro natura altamente tecnologica, le imprese tecnofinanziarie sono generalmente nuove imprese che fondano la loro stessa filosofia di affari sulle ICT, contrapponendosi a quello più tradizionale delle aziende già esistenti[2].

Non c'è consenso sulla definizione di "FinTech"; una revisione delle definizioni pubblicata nel 2016 sintetizza varie definizioni accademiche pubblicate nel corso degli ultimi quaranta anni come "una nuova industria finanziaria che applica la tecnologia per migliorare le attività finanziarie".[3]
La tendenza di crescita della tecnofinanza è esponenziale: dai 930 milioni di $ di valore del 2008, il settore è arrivato ai 12 miliardi di $ del 2014, e si contano oggi circa 4.000 imprese tecnofinanziarie attive[4][5].
I servizi a cui può applicarsi la tecnofinanza sono, sostanzialmente, tutte quelle della finanza tradizionale, dalle transazioni e pagamenti all'intermediazione finanziaria, fino alla gestione del rischio finanziario e alle valute elettroniche (ad esempio il Bitcoin)[6].

Nella legge di bilancio 2018 dello stato italiano: Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020. (17G00222) (GU Serie Generale n.302 del 29-12-2017 - Suppl. Ordinario n. 62) legge nr 205, sono stati introdotte le prime norme relative ai prestiti peer to peer. Il legislatore aveva inizialmente previsto anche la creazione di un ente governativo di Regulatory Fintech Hub e di un Ente nazionale Fintech.

Ambiente FinTech[modifica | modifica wikitesto]

Possiamo parlare di aree più attive di finTech quelle che sono specifiche o ruotano attorno ai seguenti ambiti:

  • Le criptovalute ed il denaro digitale, le ICO (Initial Coin Offer)
  • Tecnologie della blockchain, non solo Bitcoin, ma anche Ethereum, Waves, Monero
  • La tecnologia DLT (distributed ledger technology) ossia archivi di dati i cui records sono pubblici su una rete di computer, e senza la necessità di un registro centrale.
  • Smart Contract, (spesso utilizzando la blockchain) programmi che eseguono automaticamente contratti tra acquirenti e venditori.
  • Open banking, appoggiato alla blockchain applicazioni che creano un servizio tramite una rete connessa di istituzioni finanziarie e fornitori di terze parti.
  • La sicurezza informatica, tramite o stoccaggio decentralizzato di dati, e sistemi antifrode.

Ulteriori possibili sviluppi[modifica | modifica wikitesto]

  • Insurtech, tecnologia per semplificare il settore assicurativo.
  • Regtech, per soddisfare le regole di conformità del settore dei servizi finanziari vedi AML, KYCC anti frode in particolare dopo al crisi del 2008. Regtech è costituito da un gruppo di aziende che utilizzano la tecnologia per aiutare le aziende a conformarsi alle normative in modo efficiente ed economico.
  • algoritmi per automatizzare la consulenza sugli investimenti per ridurre i costi e aumentare l'accessibilità.
  • net terzo settore poter fornire servizi non bancari / underbanked, destinati ad individui svantaggiati o che sono ignorati dalle imprese bancarie e di servizi finanziari tradizionali.

Le persone oggi, ma anche gli operatori professionali della finanza si rendono conto che la tecnologia sarà sempre più presente nella loro vita, tramite l'Intelligenza Artificiale, analisi predittiva etc.. ed è in questi spazi che si avranno gli sviluppi più significativi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tecnofinanza (Neologismi). Volabolario Treccani, www.treccani.it consultato il 29/10/2015
  2. ^ What is FinTech? Archiviato il 31 ottobre 2015 in Internet Archive. www.whartonfintech.org consultato il 29/10/2015
  3. ^ (EN) Patrick Schueffel, Taming the Beast: A Scientific Definition of Fintech, in Journal of Innovation Management, vol. 4, nº 4, 09 marzo 2017, pp. 32–54. URL consultato il 03 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2017).
  4. ^ The Economist: Slings and Arrows. Financial technology will make banks more vulnerable and less profitable. But it is unlikely to kill them off, www.economist.com consultato il 29/10/2015
  5. ^ The Economist: Why fintech won't kill banks, www.economist.com consultato il 29/10/2015
  6. ^ So what is fintech? Archiviato il 28 settembre 2015 in Internet Archive., http://www.ndrc.ie/ consultato il 29/10/2015

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE1115819186
Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia