Monero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monero
software
Logo
Schermata di esempio
GenereCrittografia
Software applicativo di gruppo
SviluppatoreJoseph Liu
Data prima versione18 Aprile 2014
Ultima versione0.15.0.1 Carbon Chamaeleon (06 Aprile 2018)
Sistema operativoMicrosoft Windows
Linux
macOS
LinguaggioC++
LicenzaBSD 3-clausole
(licenza libera)
LinguaInglese
Sito webgetmonero.org

Monero (XMR[1][2]) è una criptovaluta creata nell'aprile 2014 che si focalizza sulla privacy, la decentralizzazione, la scalabilità e sulla fungibilità. Il suo primo nome è stato BitMonero per poi divenire semplicemente Monero che in esperanto significa moneta.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

A differenza di molte altre criptovalute che sono derivate dal Bitcoin, Monero si basa sul protocollo CryptoNight, un derivato dell'algoritmo CryptoNote e possiede differenze algoritmiche significative sull'offuscamento della Blockchain.[3] L'architettura modulare del codice di Monero è stata elogiata da Wladimir J. van der Laan, un manutentore di Bitcoin Core.[4]

Dal blocco numero 1978433 (stimato al 30 Novembre 2019) cambia l'algoritmo per Minare Monero, viene utilizzato RandomX, i programmatori di Monero sperano così facendo di arrivare ad una migliore decentralizzazione del Network. RandomX permette a tutte le CPU di avere abbastanza h/s per contribuire alla sicurezza del Network.[5]

Il 21 novembre 2019 viene trovato un malware che il 18 novembre 2019 rubava XMR dai portafogli digitale[6].

Mercato[modifica | modifica wikitesto]

Monero ha avuto una rapida crescita di capitalizzazione di mercato (da 5 milioni US$ a 5 miliardi US$ )[7] e per volume di transazioni[8] durante il 2016, in parte dovuta all'adozione da parte dei più grandi mercati Darknet, tra cui AlphaBay e Oasis Market.[9] Nel 2018, Monero è la tredicesima criptovaluta per capitalizzazione di mercato con 5.000.000.000 di dollari.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Grafico Monero (XMR), Criptovaluta, su it.tradingview.com.
  2. ^ Grafico Monero (XMR), Mark Cap, Indici, News, su it.investing.com.
  3. ^ Nope. You are confused. You should consider this great news because you are abou... | Hacker News, su news.ycombinator.com. URL consultato il 4 ottobre 2015.
  4. ^ Wladimir J. van der Laan, su http://bitcoin-development.narkive.com/. URL consultato il 29 settembre 2015.
  5. ^ Minare Monero - RandomX, su cryptovalute24ore.it.
  6. ^ Un malware ladro sul sito ufficiale di Monero, in punt-informatico.it. URL consultato il 21 nomvebre 2019.
  7. ^ Monero (XMR) Market Capitalization, su www.coinmarketcap.com. URL consultato il 5 settembre 2016.
  8. ^ Copia archiviata, su monerostats.com. URL consultato il 12 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  9. ^ C. Aliens, AlphaBay and Oasis Markets to Begin Accepting Monero for Payments, su deepdotweb.com, 23 agosto 2016. URL consultato il 12 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2016).
  10. ^ CryptoCurrency Market Capitalizations, su coinmarketcap.com. URL consultato il 18 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia