Scott Morrison (politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scott John Morrison
Prime Minister of Australia Scott Morrison.jpg

30º Primo ministro
del Commonwealth dell'Australia
Durata mandato 24 agosto 2018 –
23 maggio 2022
Capo di Stato Elisabetta II d’Australia
Predecessore Malcolm Turnbull
Successore Anthony Albanese

Leader del Partito Liberale d'Australia
Durata mandato 24 agosto 2018 –
30 maggio 2022
Predecessore Malcolm Turnbull
Successore Peter Dutton

Leader dell'Opposizione
Durata mandato 23 maggio 2022 –
30 maggio 2022
Capo di Stato Elisabetta II d’Australia
Predecessore Anthony Albanese
Successore Peter Dutton

Ministro del tesoro
del Commonwealth dell'Australia
Durata mandato 21 settembre 2015 –
24 agosto 2018
Capo di Stato Elisabetta II
Capo del governo Malcolm Turnbull
Predecessore Joe Hockey
Successore Josh Frydenberg

Ministro dei Servizi Sociali
del Commonwealth dell'Australia
Durata mandato 23 dicembre 2014 –
21 settembre 2015
Capo di Stato Elisabetta II
Capo del governo Tony Abbott
Malcolm Turnbull
Predecessore Kevin Andrews
Successore Christian Porter

Ministro dell'Immigrazione e della protezione delle Frontiere
del Commonwealth dell'Australia
Durata mandato 18 settembre 2013 –
23 dicembre 2014
Capo di Stato Elisabetta II
Capo del governo Tony Abbott
Predecessore Tony Burke
Successore Peter Dutton

Membro del Parlamento australiano
In carica
Inizio mandato 27 novembre 2007
Capo di Stato Elisabetta II
Predecessore Bruce Baird

Dati generali
Partito politico Partito Liberale d'Australia
Università Università del Nuovo Galles del Sud

Scott John Morrison (Waverley, 13 maggio 1968) è un politico australiano; è stato il 30º Primo ministro del Commonwealth dell'Australia dal 24 agosto 2018[1] al 23 maggio 2022.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di John Morrison, commissario di polizia e consigliere del Municipio di Waverley per 16 anni, da piccolo ha preso parte ad alcune apparizioni televisive in spot pubblicitari. Laureato in geografia economica applicata all’Università del Nuovo Galles del Sud, ha iniziato la propria carriera politica con incarichi nel settore del turismo. È sposato con Jenny Warren, dalla quale ha avuto due figlie.[2]

Il suo governo è molto criticato per il suo disinteresse per le questioni ambientali e climatiche, preferendo concentrarsi sugli interessi delle industrie del carbone e delle miniere.[3]

Nel 2021, Scott Morrison sta affrontando la pressione di una parte crescente del pubblico e dei paesi alleati per agire sul riscaldamento globale. Ha poi lasciato intendere che prenderà in considerazione la possibilità di puntare a zero emissioni nette di carbonio dall'Australia entro il 2050. All'interno della sua coalizione di governo, il Partito Nazionale d'Australia ha reagito negativamente: il 21 giugno, il partito ha licenziato il suo stesso leader, il vice primo ministro Michael McCormack, accusandolo di non essersi opposto abbastanza a questa prospettiva, e il suo nuovo leader, Barnaby Joyce, è stato incaricato dal partito di rallentare i progressi sul riscaldamento globale. Molti funzionari della coalizione conservatrice hanno stretti legami con l'industria mineraria e negano l'esistenza del cambiamento climatico o cercano di minimizzare le sue conseguenze. Il primo ministro ha successivamente annunciato che non avrebbe fissato obiettivi per la neutralità del carbonio.[4][5]

Il 16 settembre 2021, Scott Morrison ha annunciato con il primo ministro britannico Boris Johnson e il presidente americano Joe Biden il lancio della partnership AUKUS, un'alleanza strategica e militare tripartita diretta contro la Cina nel bacino indo-pacifico. Questo accordo permetterà all'Australia di diventare il settimo paese al mondo ad avere sottomarini navali a propulsione nucleare, grazie alle tecnologie americane.[6]

Il 20 maggio 2022 è stato sconfitto alle elezioni politiche nazionali e ha perso la carica di primo ministro a favore del candidato del partito laburista Anthony Albanese.[7]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Comandante in Capo della Legion of Merit (Stati Uniti) - nastrino per uniforme ordinaria Comandante in Capo della Legion of Merit (Stati Uniti)
— 22 dicembre 2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo ministro del Commonwealth dell'Australia Successore Flag of Australia.svg
Malcolm Turnbull 24 agosto 2018 - 23 maggio 2022 Anthony Albanese
Controllo di autoritàVIAF (EN3016153596631951900001 · GND (DE1165509598 · WorldCat Identities (ENlccn-n2019058275