AUKUS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trattato per la sicurezza tra Australia, Regno Unito e Stati Uniti (AUKUS)
Australia, United Kingdom, United States Security Treaty (AUKUS)
AUUKUS signatories map.svg
Paesi aderenti all'AUKUS
AbbreviazioneAUKUS / AUKUS Treaty
TipoAlleanza militare
Fondazione15 settembre 2021
Fondatore
Scopodifesa militare
PresidenteJoe Biden
Lingua ufficialeinglese

AUKUS (acronimo inglese delle tre nazioni firmatarie) è un patto di sicurezza trilaterale tra Australia, Regno Unito e Stati Uniti, annunciato il 15 settembre 2021.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In base ad esso, gli Stati Uniti e il Regno Unito concordano di aiutare l'Australia a sviluppare e dispiegare sottomarini a propulsione nucleare, aggiungendosi alla presenza militare occidentale nella regione del Pacifico. Sebbene l'annuncio congiunto del primo ministro australiano Scott Morrison, del primo ministro britannico Boris Johnson e del presidente degli Stati Uniti Joe Biden non abbia menzionato esplicitamente alcun altro paese, fonti anonime della Casa Bianca hanno affermato che è progettato per contrastare l'influenza della Repubblica Popolare Cinese (RPC) nella regione indo-pacifica, una caratterizzazione con cui gli analisti hanno concordato. Diversi analisti e media hanno anche caratterizzato l'alleanza come un modo per proteggere la Repubblica di Cina (Taiwan/Formosa) dall'espansionismo della RPC.[2][3][4][5]

Il 17 settembre 2021 la Francia ha richiamato i suoi ambasciatori dall'Australia e dagli Stati Uniti poiché l'accordo è stato accompagnato dall'inaspettata cancellazione da parte dell'Australia dell’accordo franco-australiano dal valore di 90 miliardi di dollari australiani con la francese Naval Group (ex DCNS) per il progetto Shortfin Barracuda Block 1A (una variante diesel-elettrica del sottomarino nucleare classe Suffren della Marina francese denominato programma Barracuda).[6] La reazione della Francia può essere spiegata più in generale dai problemi di sicurezza interna dovuti a diversi territori francesi nell'Indo-Pacifico e dal timore di future minacce geopolitiche contro i suoi cittadini in questa regione. In seguito la Francia ha rinviato il proprio ambasciatore negli Usa.[7]

L'accordo copre aree chiave come l'intelligenza artificiale, la guerra informatica, le capacità subacquee e le capacità di attacco a lungo raggio. Include anche una componente nucleare, possibilmente limitata agli Stati Uniti e al Regno Unito, sull'infrastruttura di difesa nucleare. L'accordo si concentrerà sulla capacità militare, separandola dall'alleanza di condivisione dell'intelligence dei Five Eyes che include anche la Nuova Zelanda e il Canada.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Australia to acquire nuclear submarines as part of historic deal with US and UK to counter China's influence, su abc.net.au, 15 settembre 2021. URL consultato il 26 settembre 2021.
  2. ^ (EN) Alexander Ward e Quint Forgey, Could AUKUS give Iran a nuclear excuse?. URL consultato il 19 settembre 2021.
  3. ^ What does the Australian submarine deal mean for non-proliferation?, in The Economist, 17 settembre 2021, ISSN 0013-0613 (WC · ACNP). URL consultato il 19 settembre 2021.
  4. ^ (EN) Helen Davidson e Vincent Ni, China vows to resist ‘interference’ as Taiwan welcomes support from Aukus allies, su The Guardian, 17 settembre 2021. URL consultato il 19 settembre 2021.
  5. ^ (EN) William Yang, Improving defence capabilities is key for Taiwan to line up with Aukus, say experts, su The Independent, 17 settembre 2021. URL consultato il 19 settembre 2021.
  6. ^ Andrea Mucedola, Il nuovo progetto di sottomarini nucleari australiani movimenta il Pacifico, 17 settembre 2021. URL consultato il 19 settembre 2021.
  7. ^ Che cosa ottiene la Francia dalla telefonata Biden-Macron, in limes.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5280163813698439110005