Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Gli allegri pirati dell'isola del tesoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli allegri pirati dell'isola del tesoro
Gli allegri pirati.png
Kathy e Jim in una scena del film
Titolo originaleどうぶつ宝島 (Dōbutsu takarajima)
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno1971
Durata78 min
Rapporto2,35:1
Genereanimazione, azione, avventura
RegiaHiroshi Ikeda
SoggettoRobert Louis Stevenson
SceneggiaturaKei Iijima
Casa di produzioneToei Dōga
MusicheNaozumi Yamamoto
Art directorIsamu Dota
AnimatoriYasuji Mori
SfondiHayao Miyazaki

Gli allegri pirati dell'isola del tesoro (どうぶつ宝島 Dōbutsu takarajima?), letteralmente "L'isola del tesoro degli animali", è un lungometraggio d'animazione giapponese liberamente ispirato al romanzo per ragazzi "L'isola del tesoro" di Robert Louis Stevenson. Prodotto nel 1971 dalla Toei Animation in occasione del ventesimo anniversario dalla fondazione dello studio di animazione; è caratterizzato dalla coesistenza di uomini e animali antropomorfi parlanti. Alla produzione del film partecipò anche l'allora trentenne Hayao Miyazaki come character designer, autore dei fondali, animatore chiave e consulente per la sceneggiatura.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jim è un ragazzino che lavora come oste nella locanda Bembo, che ha come amico il topolino parlante Gran e che un giorno entra per caso in possesso di una mappa del tesoro del pirata Flint Inizia così un'incredibile avventura che vedrà Jim, Gran e Kathy, la nipote del capitano Flint, imbarcati sulla nave del terribile Capitano Uncino per riuscire a ritrovare il tesoro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]