Jim Hawkins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jim e Billy.
Jim di fronte a Silver.

Jim Hawkins è un personaggio immaginario creato dallo scrittore scozzese di lingua inglese Robert Louis Stevenson, protagonista e voce narrante del romanzo L'isola del tesoro pubblicato nel 1883.

Jim è un ragazzo appena adolescente; in principio vive con la madre proprietaria di locanda, in seguito partecipa attivamente a tutti gli eventi della storia. È lui che per primo, fa amicizia col pirata Billy Bones ("il capitano"), e trova la mappa del tesoro e la consegna al Dottor Livesey.

Inoltre sarà proprio il ragazzo a scoprire il tentativo di ammutinamento sulla nave e la cospirazione messa in atto da Long John Silver; ad incontrare Ben Gunn sull'isola e a combattere contro il feroce pirata Israel Hands: avrà infine un rapporto sempre alquanto ambivalente nei confronti di Silver, anche dopo che questi manifesterà apertamente le proprie vere intenzioni.

Di carattere avventuroso, è un tipo pieno di coraggio, iniziativa ed ingegno e spirito d'adattamento. Continua a provare, nonostante tutto, fino alla fine sentimenti di vicinanza spirituale ed un legame d'amicizia sia nei confronti di Billy che di Silver.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Jim Hawkins è il giovane figlio dei proprietari della locanda "Ammiraglio Benbow". Un giorno arriva un marinaio ubriacone di nome Billy e si installa come inquilino a lungo termine; dopo la morte dell'uomo ed il ritrovamento di una mappa del tesoro, il ragazzo si reca immediatamente dal proprietario terriero Trelawnay e dal dottor Livesey, conoscenti della madre, a chiedere consiglio.

Allestita immediatamente una nave a vela partono insieme per la caccia al tesoro; a bordo gli capita di assistere di nascosto alle macchinazioni del cuoco di bordo, Silver, e va a dare l'allarme. Sbarcati sull'isola il ragazzo riesce a scappare dal controllo di Silver e si addentra nella boscaglia, dove incontra un naufrago superstite della ciurma del temibile Capitano Flint, Ben Gunn.

Il marinaio, rimasto lì isolato dal resto del mondo per più di tre anni, aiuta Jim contro il resto dei pirati. Tornato dagli amici e compagni rimasti fedeli al Capitano Smolett, sgusciano poi oltre la palizzata ed utilizzando la barca di Ben si issa sulla nave rimasta quasi interamente incustodita ed affronta il pericoloso Israel: per difendersi da una pugnalata di questi gli deve sparare.

Tornato al fortino vi trova però installata la ciurma di Silver e da questi viene fatto prigioniero, difendendolo però accanitamente dagli altri che vorrebbero ucciderlo o quantomeno torturarlo per estorcergli informazioni preziose. Infine, trovato il tesoro e sconfitti i pirati salpa nuovamente verso casa.

Al termine di quell'entusiasmante avventura, che l'avrà formato e fatto crescere, con la parte assegnatagli di ricompensa passerà una vita agiata come proprietario di locanda; in vecchiaia, seduto sulla riva del mare, durante la notte può ancora sentire Billy cantare stonato ed il pappagallo di Silver gracchiare.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Jim Hawkins, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata