Episodi di Supergirl (seconda stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Supergirl (serie televisiva).

La seconda stagione della serie televisiva Supergirl è trasmessa in prima visione dall'emittente televisiva The CW dal 10 ottobre 2016

In Italia la serie è trasmessa a partire dal 3 gennaio 2017 su Italia 1[1].

L'antagonista principale della stagione è Lillian Luthor.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Adventures of Supergirl Le avventure di Supergirl 10 ottobre 2016 3 gennaio 2017[1]
2 The Last Children of Krypton Gli ultimi figli di Krypton 17 ottobre 2016 10 gennaio 2017
3 Welcome on Earth Benvenuti sulla Terra 24 ottobre 2016 17 gennaio 2017
4 Survivors Sopravvissuti 31 ottobre 2016 24 gennaio 2017
5 Crossfire Fuoco incrociato 7 novembre 2016 31 gennaio 2017
6 Changing Cambiamenti 14 novembre 2016 7 febbraio 2017
7 The Darkest Place Cyborg Superman 21 novembre 2016 14 febbraio 2017
8 Medusa Medusa 28 novembre 2016 21 febbraio 2017
9 Supergirl Lives Supergirl vive 23 gennaio 2017 28 febbraio 2017
10 We Can Be Heroes Possiamo essere eroi 30 gennaio 2017 7 marzo 2017
11 The Martian Chronicles 6 febbraio 2017
12 Luthors 13 febbraio 2017
13 Mr. & Mrs. Mxyzptlk 20 febbraio 2017
14 Homecoming 27 febbraio 2017
15 Exodus 4 marzo 2017

Le avventure di Supergirl[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio riapre da dove si era conclusa la stagione precedente: Supergirl trova un ragazzo all'interno della navicella kryptoniana che è atterrata sulla Terra. J'onn J'onzz porta Kara nella vera sede del DEO che si trova in un edificio governativo a National City e lì tengono sotto custodia il ragazzo misterioso, il quale è caduto in un sonno profondo. La Venture, un'astronave per i viaggi spaziali, sta per decollare e tra i passeggeri, per il volo di inaugurazione, ci sono molti personaggi illustri; durante il decollo un componente salta in aria e la nave rischia di precipitare, ma Supergirl e Superman impediscono il peggio. Kara porta Clark alla sede del DEO dove viene accolto come un'autorità importante; intanto Winn viene ufficialmente assunto dal DEO. Clark e Kara indagano sull'incidente del Venture, credendolo un sabotaggio, e scoprono che uno dei passeggeri era Lena Luthor, l'attuale amministratrice delegata della LexCorp, dopo che suo fratello Lex è stato arrestato dall'Uomo d'Acciaio. Clark e Kara vanno da lei per interrogarla: la donna in realtà non è la vera sorella di Lex, è stata adottata, e quando Lex è stato arrestato ha preso il controllo della società allo scopo di fare del bene e riabilitare il nome della sua famiglia; tra l'altro vuole ribattezzare l'azienda "L-Corp". I due kryptoniani salvano Lena da dei droni che volevano ucciderla, manovrati da qualcuno; inoltre Winn, analizzando il componente della Venture che è esploso, capisce che Lena non c'entra nulla con il sabotaggio. Durante una conferenza stampa, il misterioso uomo che ha cercato più volte di uccidere Lena fa saltare in aria l'edificio della LexCorp, il quale rischia di cadere su Lena e su tutte le altre persone che erano venute alla conferenza stampa: Superman tiene in equilibrio l'edificio mentre Supergirl, fondendo delle travi con la vista laser sulle fondamenta, riesce a mantenerlo in piedi; nel frattempo Alex affronta l'attentatore, John Corben, assoldato da Lex per uccidere la sorella; infine Lena spara a Corben, ferendolo. Kara, che aveva ricevuto da Cat la possibilità di scegliere un lavoro qualsiasi al CatCo, le chiede di diventare una reporter. Kara e Jimmy, che avevano da breve deciso di intraprendere una relazione, hanno dei problemi dato che non passano nemmeno un po' di tempo insieme, dati gli impegni di Kara; quest'ultima, parlando con Jimmy, ammette che non se la sente di stare con lui perché, per tanto tempo, nei panni di "Kara Danvers" ha sempre tenuto un profilo basso, ma ora che le si stanno aprendo delle prospettive vuole esplorare il suo potenziale e dunque è meglio che lei e Jimmy restino solo buoni amici. Corben, che lotta tra la vita e la morte dopo il colpo d'arma da fuoco, viene portato da una misteriosa donna ai laboratori Cadmus: la donna gli salva la vita con uno speciale trattamento affermando che da adesso il nome di Corben sarà Metallo.

Gli ultimi figli di Krypton[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Kara e Clark continuano a lavorare insieme a National City, divertendosi, fino a che Clark rivela alla cugina che adesso deve tornare a Metropolis; Kara ci rimane male visto che Clark è l'unico con cui si sente a casa. Il misterioso kryptoniano che è in osservazione al DEO assorbe energia elettrica dalla struttura per recuperare le forze; intanto Cadmus invade le reti mediatiche per inviare il suo messaggio: i kryptoniani non sono amici, ma una minaccia e loro li elimineranno, e con loro anche tutte le persone che si sono alleate al loro fianco. Corben, alias Metallo, affronta Supergirl e Superman, forte dei poteri che Cadmus gli ha donato; infatti ora il suo corpo ha un endoscheletro di metallo e un generatore di energia sul petto alimentato dalla kryptonite, che indebolisce i due kryptoniani, ma Superman alla fine lo colpisce lanciandolo via, salvando sè stesso e Kara. Quest'ultima conosce il suo nuovo mentore che la istruirà a diventare una reporter, Snapper Carr, un uomo scontroso che non vede molte potenzialità in Kara. Cat dà alla sua ex segretaria una notizia: lascerà il CatCo a tempo indeterminato perché, pur essendo soddisfatta di aver raggiunto grandi traguardi nella sua carriera, ora sente l'esigenza di fare altre esperienze, lasciando a Jimmy la direzione del CatCo; alla fine Kara e Cat si abbracciano. Al DEO discutono su come Cadmus sia entrato in possesso della kryptonite dato che solo il DEO possiede le uniche scorte, capendo quindi che nell'agenzia c'è un traditore. Kara confessa ad Alex che sta pensando di trasferirsi a Metropolis con Clark e questo fa infuriare Alex la quale, per tutto il tempo in cui Clark è stato a National City, si è sentita trascurata da Kara, affermando che lei mette sempre Clark su un piedistallo, nonostante lui l'avesse abbandonata quando venne sulla Terra e lasciando che fossero i Danvers a crescerla, mentre Alex ha fatto di tutto per lei e nonostante ciò sua sorella non le dà la giusta considerazione. Kara e Clark affrontano Corben, ma lui li informa che un secondo Metallo (uno scienziato di Cadmus che è stato trasformato contro la sua volontà) sta terrorizzando Metropolis, quindi i due kryptoniani vanno lì, ma è troppo tardi: infatti il secondo Metallo ha già fatto terra bruciata. Alex, pensando a chi possa essere la talpa che ha rubato la kryptonite al DEO per consegnarla a Cadmus, arriva alla conclusione che probabilmente avrà sul suo corpo una traccia di radiazioni da kryptonite, quindi riesce a identificarlo con l'aiuto di Winn che usa un rilevatore di radiazioni. Alex lo coglie sul fatto anche se poi viene ucciso dai soldati di Cadmus, i quali cercano di uccidere anche Alex, ma Kara giunge in suo soccorso e la salva, scusandosi con lei per averla data per scontata, sostenendo che Alex è l'unica che la faccia veramente sentire accettata. A National City Kara affronta Corben con l'aiuto di Alex, che usa un'armatura meccanica: le due sorelle lo sconfiggono, mentre Superman e J'onn J'onzz, a Metropolis, sconfiggono il secondo Metallo. Clark saluta Kara e torna a Metropolis, inoltre J'onn J'onzz gli dà tutta la kryptonite del DEO visto che con lui sarà in buone mani. Kara, nelle vesti di Supergirl, saluta Cat la quale promette di ritornare. La kryptoniana rimane accanto al ragazzo di Krypton che è ancora in coma, ma poi, all'improvviso, questi si risveglia e aggredisce Kara.

Benvenuti sulla Terra[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il misterioso kryptoniano, dopo essersi risvegliato, aggredisce Kara e gli agenti del DEO, per poi scappare via. National City aspetta con emozione l'arrivo della presidentessa degli Stati Uniti, giunta per firmare un decreto di amnistia per gli alieni visitatori; intanto Jimmy inizia ad avere problemi come capo dato che Snapper, facendo leva sulla sua inesperienza, lo sminuisce davanti a tutti. Snapper incarica Kara di scrivere un articolo su Lena Luthor, quindi va da lei scoprendo che la donna, in virtù dell'amnistia, ha fatto costruire un rilevatore di alieni; Kara vede questo come un ostacolo alla convivenza con le forme di vita aliene e scrive un articolo molto ostile sulla cosa, ma Snapper la costringe a scriverne un altro in quanto riteneva il primo poco obiettivo. L'Air Force One atterra a National City, ma la presidentessa viene attaccata da qualcuno non identificato che usa dei raggi infuocati; Kara quindi dà per scontato che si tratti del ragazzo kryptoniano, il quale va in un osservatorio allo scopo di mettersi in contatto con il suo pianeta. Alex conosce la detective Maggie Sawyer, che prende parte al caso e la porta in un bar clandestino frequentato da alieni. Lei in parte capisce il loro disagio nel volersi integrare dato che per lei non è stato facile farsi accettare in quanto lesbica e figlia di immigrati. Al bar Alex riceve una soffiata sulla posizione del kryptoniano; tra l'altro Winn capisce che non si sta mettendo in contatto con Krypton, ma con Daxam. Kara va all'osservatorio e affronta il daxamita e lo sconfigge, per poi rinchiuderlo in una cella del DEO; Kara spiega a Alex e Winn che Daxam era il pianeta gemello di Krypton, ma la loro era una civiltà monarchica, mentre quella di Krypton era democratica, oltre al fatto che tra i due pianeti c'era stata una guerra iniziata dai daxamiti. Kara interroga il daxamita, ma lui si dichiara innocente riguardo all'attentato dalla presidentessa. Infatti il colpevole è un'aliena che può controllare il fuoco, la quale rapisce Maggie; Alex quindi va al bar e la barista le rivela dove si trova l'aliena, conoscendola bene visto che è una cliente. Alex e Kara vanno nel luogo indicato: Kara sconfigge l'aliena, inoltre lei e la sorella salvano Maggie. Kara scrive un articolo diverso sul rilevatore di alieni, anche perché dopo questa esperienza capisce, pur credendo nella possibile pacifica convivenza tra umani e alieni, che è necessario tutelarsi in quanto ci sono in circolazione troppi alieni con cattive intenzioni. La presidentessa firma l'amnistia (tenendo tutti all'oscuro del fatto che anche lei è un aliena), mentre Jimmy decide di sfidare Snapper, imponendo le sue scelte sui titoli di testa e rimettendo in riga il cronista esperto. Kara libera il daxamita, avendo appurato la sua innocenza e scusandosi con lui; i due si stringono la mano e il ragazzo si presenta: il suo nome è Mon-El. Kara gli dà una spiacevole notizia: quando Krypton è andato distrutto i suoi detriti hanno colpito la luna di Daxam, variandone la traiettoria e facendo sì che Daxam venisse travolto dalle tempeste solari, eliminando ogni forma di vita e riducendo il pianeta ad una landa desolata. J'onn J'onzz va al bar alieno e dialoga con la barista, che si presenta a lui con il suo vero aspetto: anche lei è una marziana e il suo nome è M'gann M'orzz.

Sopravvissuti[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

J'onn J'onzz, dopo aver scoperto dell'esistenza di M'gann, che come lui è l'unico Marziano Verde sopravvissuto allo sterminio ad opera dei Marziani Bianchi, cerca di tirarla fuori da un brutto giro: lei infatti combatte in un club di lotta clandestina per alieni, allestito da Veronica Sinclair, chiamata Roulette; il pubblico che assiste a queste lotte è costituito da persone ricche e potenti a cui Sinclair offre intrattenimento. J'onn J'onzz cerca di convincere M'gann ad abbandonare quel giro ma lei lo tradisce e gli scagnozzi di Sinclair lo catturano e lo costringono a lottare contro M'gann. Intanto Kara chiede aiuto a Lena, la quale conosce Sinclair da tempo e le dice dove si terrà il prossimo scontro. M'gann attacca J'onn J'onzz il quale si rifiuta di combattere, lui parla con M'gann dicendole che la capisce e che la vera ragione per cui lotta in questo club è per punire sè stessa del fatto che è sopravvissuta a dispetto degli altri Marziani Verdi, ma che non deve vergognarsene. M'gann decide di non lottare più, poi arriva Supergirl e a quel punto Sinclair sguinzaglia il suo alieno più forte, Draaga, che affronta la kryptoniana, ma lei seguendo i consigli di Mon-El lo sconfigge. Poi arrivano Alex, Maggie e il DEO per una retata: gli alieni fedeli a Sinclair si apprestano a combattere ma Kara si rivolge a loro facendo capire a tutti che le persone come Sinclair si divertono solo a farli apparire come dei mostri agli occhi della società. Detto ciò gli alieni le voltano le spalle e lei viene arrestata, ma Maggie e Alex si vedono poi costrette a rilasciarla dato che uno dei suoi contatti ha fatto cadere tutte le accuse a suo carico, ma Alex le promette che un giorno avrà ciò che merita. Mon-El è stanco di vivere sotto la sorveglianza del DEO, quindi Kara li convince a lasciarlo libero ma a patto che sia lei a tenerlo sotto custodia. Kara scrive un articolo sul club di lotte clandestine e Snapper, nonostante qualche riserva, decide di pubblicarlo. J'onn J'onzz e M'gann fanno pace ma ciò che ignora il primo è che M'gann in realtà non è un Marziano Verde, ma uno Bianco.

Fuoco incrociato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Kara procura a Mon-El, il quale ora si farà chiamare Mike Matthews, un lavoro come stagista al CatCo; intanto, mentre Kara e Jimmy passeggiano incrociano dei rapinatori, quindi Kara nei panni di Supergirl cerca di fermarli ma non ci riesce dato che usano armi ad alta tecnologia: Jimmy ne affronta uno ma viene messo al tappeto. Winn scopre che hanno usato delle armi aliene, poi Cadmus invia un messaggio alle reti mediatiche affermando che sono stati gli alieni a dare a quei delinquenti le armi; Kara però capisce subito che in realtà è stato Cadmus a fornire quell'armamentario per poi dare la colpa agli alieni e screditarli. Jimmy, seguendo una soffiata di Winn, trova i rapinatori e li affronta venendo sconfitto un'altra volta. Winn chiede a Jimmy per quale motivo si comporta così: lui ammette che è sempre stato una spalla, sia per Kara che per Clark, ed essere a capo del CatCo per lui non è abbastanza, vuole essere un eroe e chiede a Winn di progettare per lui delle armi. Kara non accetta la poca considerazione che Mon-El dà al lavoro, che praticamente delega alla segretaria Eve Teschmacher, inoltre lo sorprende intento a fare sesso con lei. Alex cerca di far ragionare la sorella facendole notare che pretende da Mon-El che lui si comporti esattamente come farebbe lei invece che permettergli di trovare la sua strada da solo. Kara e Mon-El vengono invitati da Lena a un galà di beneficenza a cui prendono parte anche Winn e Jimmy, poi arrivano i rapinatori: Supergirl li affronta ma le loro armi sofisticate la mettono in difficoltà, poi Winn sorprende Lena intenta ad attivare un congegno che dovrebbere mettere fuori uso le armi di quei criminali, capendo che il galà era solo un pretesto per tendere loro una trappola. Winn e Lena usano il congegno che neutralizza le armi aliene, mentre Maggie arresta i criminali. Maggie e la sua fidanzata si lasciano e quindi Alex cerca di farsi avanti con lei facendole capire in maniera indiretta che prova dei sentimenti per la detective. Kara informa Mon-El che è licenziato ma che deve trovarsi un altro lavoro, magari uno che gli piaccia. Winn, pur non approvando ciò che vuole fare Jimmy, decide di costruire delle armi per lui e un costume. Alla fine si scopre che la donna a capo di Cadmus è Lillian Luthor, la madre di Lena e Lex, la quale uccide il capo della banda criminale, Chet Miner, che stava per fare il suo nome a Maggie.

Cambiamenti[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il DEO porta in salvo il dottor Jones da un istituto di ricerca in Norvegia dove, a parte lui, tutto lo staff è stato ucciso da una strana creatura non identificata, proprio mentre stavano studiando il corpo di un lupo in stato di ibernazione nel ghiaccio. Alex, su consiglio di Maggie, confessa a Kara che prova dei sentimenti per la detective. Kara è sorpresa, e le chiede se anche prima di conoscere Maggie aveva mai provato sentimenti per altre donne: in effetti Alex le rivela che era già accaduto in passato ma che questa è la prima volta che lo ammette. Kara si sente in colpa comprendendo che Alex, per aiutare la sorella adottiva a mantenere il suo segreto in tutti questi anni, non ha mai potuto concentrarsi su sè stessa. Kara scopre che Mon-El ha trovato un lavoro assai discutibile: riscuote denaro ai debitori come libero professionista, anche usando le maniere forti. Kara si arrabbia con lui dato che sperava che diventasse un eroe, ma Mon-El le spiega che non sente questo bisogno e che la vera ragione per cui Kara è diventata un supereroe è perché ama essere al centro dell'attenzione. Winn accede a un video del centro di ricerca in Norvegia e scopre che a uccidere tutti i ricercatori è stato Jones, perché nel corpo del lupo c'era un parassita che era entrato in contatto con lui trasformandolo in un assassino privo di autocontrollo, che uccide la gente al contatto fisico assorbendo la loro forza vitale. Winn scopre che il parassita è di origini aliene, era venuto sulla Terra ai tempi dell'era glaciale, e che per anni è rimasto intrappolato nel ghiaccio finché non è venuto a contatto con Jones. Kara e J'onn J'onzz affrontano Jones, il quale li sconfigge entrambi assorbendo molta della loro forza vitale. I due vengono portati al DEO, dove Kara viene rianimata con un trattamento ai raggi solari, mentre per J'onn J'onzz serve una trasfusione di sangue per rianimarlo; Alex quindi porta al DEO M'gann che, essendo come lui una marziana, è l'unica donatrice disponibile. Mon-El affronta Jones per le strade di National City, salvando degli innocenti; anche Jimmy prende parte alla lotta, usando il costume che gli ha costruito Winn e facendosi chiamare "Guardian", riuscendo a mettere in difficoltà Jones. Poi sopraggiunge Supergirl che si vede costretta a uccidere Jones facendogli assorbire l'energia del Plutonio 239, che il suo corpo non è stato capace di reggere. J'onn J'onzz ringrazia M'gann per la trasfusione di sangue, mentre Alex trova il coraggio di baciare Maggie, ma il tutto si rivela imbarazzante dato che lei, pur trovando Alex simpatica, non è interessata a lei, infatti la vede solo come un'amica. A fine episodio Lilian e i mercenari di Cadmus rapiscono Mon-El.

Cyborg Superman[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jimmy, nelle vesti di Guardian, inizia a guadagnarsi la popolarità tra la gente, arrestando vari criminali, ma un nuovo vigilante, con un costume simile al suo, inizia a ucciderli e questo fa guadagnare a Guardian una pessima nomea. Kara viene contattata da Lillian, nel covo di Cadmus: lei ha in ostaggio Mon-El, ma è Supergirl che vuole veramente, e tra l'altro nella base di Cadmus la ragazza affronta un nemico inaspettato: Hank Henshaw. In realtà non è morto, Cadmus gli salvò la vita e lo trasformarono in un cyborg dalla forza sorprendente. Lui odia gli alieni, specialmente perché J'onn J'onzz, dopo avergli rubato l'identità, ha assunto il controllo del DEO. Supergirl chiede a Lillian perché odia tanto gli alieni: Lillian afferma che Superman ha solo dato a Lex false promesse e che ha rivoltato la comunità contro di lui. Dato che quando Kara usa la vista laser le sue difese si indeboliscono, la costringe a usarla, poi gli prende del sangue con una siringa. Winn rivela a Alex che Guardian in realtà è Jimmy, poi fa delle ricerche e nota che l'emulatore uccide solo i criminali che sono stati prosciolti dalle accuse con dei vizi di forma, e scopre che si tratta di Phillip Karnowsky, un ex soldato la cui moglie è stata uccisa da un criminale. Jimmy lo affronta sconfiggendolo, poi arrivano Alex e Maggie che lo arrestano. J'onn J'onzz inizia ad avere strane visioni, prima della sua famiglia, poi immagina di vedere un Marziano Bianco, quindi Alex gli fa delle analisi del sangue: J'onn J'onzz nota che ci sono delle stranezze probabilmente dovute alla trasfusione del sangue di M'gann, quindi comprende che lei in realtà è un Marziano Bianco e dunque si confronta con lei, la quale si presenta nella sua vera forma, ma afferma che non è come i suoi simili, anzi, al contrario provò persino a far scappare via dei marziani verdi dai campi di prigionia; nonostante questa rivelazione J'onn J'onzz, sopraffatto dalla rabbia, aggredisce M'gann, che a stento si difende, poi la rinchiude in una cella del DEO. La marziana comunque lo informa che il suo sangue a breve lo trasformerà in un Marziano Bianco, infatti dà già i primi segni di cambiamento. Kara e Mon-El riescono a scappare via da Cadmus con l'inaspettato aiuto di Jeremiah, il padre adottivo di Kara, che però decide di non seguirli. Kara informa Alex della faccenda, quindi lei e una squadra del DEO fanno irruzione nella base di Cadmus, ma non trovano nulla, il luogo è stato sgombrato. Ciò che preoccupa Kara è il fatto che non capisce per quale motivo hanno estratto il suo sangue. A fine episodio, Henshaw entra nella Fortezza della Solitudine al Polo-Nord e con la sua mano, intrisa del sangue di Kara, attiva il pannello di controllo chiedendo informazioni su una cosa chiamata "Medusa".

Medusa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È il giorno del Ringraziamento e Kara invita a casa sua Alex, Jimmy, Winn, Mon-El e Eliza: ad un tratto, seppur brevemente, appare un vortice nella sala da pranzo che poi scompare. Eliza fa notare a Kara che Mon-El ha un debole per lei. Henshaw va al bar alieno e libera un congegno a gas che uccide tutti gli alieni lì presenti; Mon-El, confondendolo per J'onn J'onzz, si avvicina a lui ma viene messo al tappeto. Kara va alla Fortezza della Solitudine in cerca di informazioni scoprendo che Henshaw ha rubato con il suo sangue un'arma batteriologica chiamata Medusa, creata proprio dal padre di Kara, che ha effetti mortali su coloro che non sono kriptoniani. Anche Mon-El, che aveva inspirato un po' del virus, inizia a stare male anche se il suo corpo, in quanto daxamita (quindi simile a quello kriptoniano), resiste meglio. Kara parla con J'onn J'onzz ammettendo che è stufa, dopo aver scoperto che suo padre ha creato un'arma così potente, di scoprire sempre più scheletri nell'armadio riguardo al passato della sua famiglia, affermando che in fondo non sono migliori dei Luthor, poi J'onn J'onzz inizia a trasformarsi in un Marziano Bianco confessando a Kara che il sangue di M'gann lo sta alterando. Henshaw attacca la sede della L-Corp, poi intervengono Kara e Maggie mentre sul posto, ancora una volta, appare un altro vortice. Supergirl mette in fuga il nemico anche se la detective rimane ferita. Supergirl rivela a Lena che sua madre è a capo di Cadmus, ma lei non le crede considerandolo un altro accanimento ingiustificato contro i Luthor, però Supergirl le chiede di essere un'eroina. Maggie viene portata al DEO per essere curata, mentre Mon-El, che sta sempre peggio, confessa a Kara di provare dei sentimenti per lei baciandola. Lena si confronta con Lilian, con la quale non ha mai avuto un buon rapporto, e le dice che ha scoperto che c'è lei dietro a Cadmus, e che ha mandato Henshaw alla L-Corp per rubare un isotopo da loro prodotto che è necessario per sintetizzare un'altra dose di Medusa; lei lo cede volentieri affermando di volerla aiutare. L'isotopo produce un tracciante radioattivo che Winn localizza al porto navale di National City e quindi Supergirl e J'onn J'onzz vanno lì: il marziano affronta Henshaw, il quale scappa, mentre Lilian spara con un lanciamissile il virus Medusa che si sparge nell'atmosfera nella speranza di eliminare ogni alieno dalla città, ma Lena aveva manomesso l'isotopo e quindi Medusa perde ogni effetto letale, inoltre la ragazza aveva chiamato la polizia che giunge sul posto e arresta Lilian. Eliza guarisce Mon-El e anche J'onn J'onzz dal sangue di Marziano Bianco riprendendo le sue sembianze di Marziano Verde. Maggie, dopo aver rischiato di morire, confessa ad Alex di provare dei sentimenti per lei e che prima l'aveva allontanata per paura, ma ora invece si fa coraggio e la bacia. Kara torna a casa sua e un altro vortice si apre e da esso escono Barry Allen e il suo amico Cisco Ramon, che con i suoi poteri aveva fatto più tentativi per accedere alla sua dimensione; i due chiedono a Kara di seguirli nella loro realtà per sventare una minaccia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b DC NIGHT - 1^TV ASSOLUTA, in mediaset.it. URL consultato il 23 dicembre 2016.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione
  • Ascolti Italia: 1.208.000 telespettatori