Drunk in Love

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Drunk in Love
DrunkInLove.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaBeyoncé
Tipo albumSingolo
Pubblicazione17 dicembre 2013
Durata5:23
Album di provenienzaBeyoncé
GenereTrap[1]
EtichettaParkwood, Columbia
ProduttoreDetail, Beyoncé, Boots
FormatiDownload digitale, streaming
NoteGrammy Award icon.svg Miglior canzone R&B 2015
Certificazioni
Dischi d'oroItalia Italia
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia
(vendite: 70 000+)

Canada Canada
(vendite: 80 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito
(vendite: 600 000+)
Danimarca Danimarca
(vendite: 20 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)
(vendite: 3 000 000+)

Beyoncé - cronologia
Singolo precedente
(2013)
Singolo successivo
(2014)

Drunk in Love è un singolo della cantante statunitense Beyoncé, pubblicato il 17 dicembre 2013 come secondo estratto dal quinto album in studio Beyoncé.

Ai Grammy Awards 2015, il brano ha vinto nelle categorie miglior canzone R&B e miglior performance R&B l'8 febbraio 2015.[2]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Drunk in Love è stata co-scritta da Beyoncé stessa, Noel Fisher, Andre Eric Proctor, Rasool Diaz, Brian Soko, Timothy Mosley, Jerome Harmon e Jay-Z, il quale ha scritto personalmente le sue rime.[3] La produzione del brano è stata affidata a Boots e al già citato Noel Fisher. La canzone è stata registrata negli Oven Studios di New York.[3] Riguardo alla creazione del singolo, Beyoncé ha affermato:[4]

«Ho fatto una specie di freestyle nei miei versi, e quando Jay entrò, cominciò a far uscire spontaneamente le sue rime [...] è stato come se stessimo avendo una festa. È stato bello, perché non c'era nessuno scopo personale, non stavamo cercando di creare un successo [...] ci stavamo solo divertendo...e penso che possiate capirlo dalla canzone.»

La canzone è stata inclusa nel quinto album omonimo di Beyoncé, il quale è stato pubblicato nello store di iTunes senza alcun preavviso.[5] Il primo singolo ad essere estratto dall'album doveva essere originalmente Blow, ma il 17 dicembre Drunk in Love e XO sono state inviate nelle radio statunitensi come singoli apripista.[6]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del brano è stato girato nella Golden Beach di Miami.[7] Il video è stato diretto da Hype Williams e girato in bianco e nero; la clip ritrae Beyoncé e suo marito "follemente innamorati".[7] Parlando del video all'iTunes Radio, la cantante ha affermato: "Le riprese sono state completamente spontanee, abbiamo catturato l'energia della canzone".[7] Il video è stato pubblicato insieme all'album stesso il 13 dicembre, mentre è stato caricato nell'account VEVO della cantante il 16 dicembre.[8]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ha debuttato nella Gaon Chart alla posizione numero 25, vendendo complessivamente 5,608 copie.[9] Nel Regno Unito, la canzone ha debuttato alla posizione numero 57 della Official Singles Chart,[10] e alla posizione numero 6 della Official R&B Chart.[11] La canzone ha debuttato alla posizione numero 12 della Billboard Hot 100.[12]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
massima
Australia[13] 22
Canada[14] 23
Irlanda[15] 10
Italia[16] 100
Regno Unito[17] 9
Stati Uniti[18] 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Beyonce’s ‘Beyonce’: Track-By-Track Album Review | Idolator
  2. ^ Grammys 2015: Complete list of nominees, in Los Angeles Times, Tribune Publishing, 5 dicembre 2014. URL consultato l'8 dicembre 2014.
  3. ^ a b (EN) Beyoncé, album credits, beyonce.com. URL consultato l'11 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2013).
  4. ^ (EN) Brandi Fowler, Beyonce Talks Surprise Self-Titled Album: "I Recorded About 80 Songs for It", NBC Washington. NBCUniversal. URL consultato l'11 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2014).
  5. ^ (EN) How 'Beyonce' Stayed a Secret, and Which Songs Will Be the First Singles, su billboard.com. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  6. ^ (EN) Beyonce's 618K Coup, su hitsdailydouble.com. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  7. ^ a b c (EN) Video: Beyoncé f/ Jay Z – 'Drunk in Love, su rap-up.com. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  8. ^ Video ufficiale di "Drunk in Love", YouTube. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  9. ^ South Korea Gaon International Chart (Week: December 15, 2013 to December 21, 2013), Gaon Chart. URL consultato l'11 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2013).
  10. ^ (EN) Official Singles Chart UK Top 100 - 28th December 2013, su officialcharts.com. URL consultato l'11 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2013).
  11. ^ (EN) 2013-12-28 Top 40 R&B Singles Archive, su officialcharts.com. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  12. ^ (EN) Eminem, Rihanna Top Hot 100; Beyonce Debuts, Billboard. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  13. ^ Steffen Hung, australian-charts.com - Australian charts portal, su australian-charts.com. URL consultato il 12 luglio 2018.
  14. ^ Beyoncé Chart History, in Billboard. URL consultato il 12 luglio 2018.
  15. ^ (EN) GFK Chart-Track, su www.chart-track.co.uk. URL consultato il 12 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  16. ^ FIMI - Classifiche - FIMI, su www.fimi.it. URL consultato il 12 luglio 2018.
  17. ^ (EN) drunk in love | full Official Chart History | Official Charts Company, su officialcharts.com. URL consultato il 12 luglio 2018.
  18. ^ Beyoncé Chart History, in Billboard. URL consultato il 12 luglio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica