End of Time (Beyoncé)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
End of Time
ArtistaBeyoncé
Tipo albumSingolo
Pubblicazione22 aprile 2012
Durata3:43
Album di provenienza4
GenereContemporary R&B
Dance pop
Funk
EtichettaColumbia
ProduttoreBeyoncé, The-Dream
Registrazione2011, MSR Studios, New York (New York)
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[1]
(Vendite: 200.000+)
Beyoncé - cronologia
Singolo precedente
(2012)
Singolo successivo
(2013)

End of Time è un singolo della cantante statunitense Beyoncé, l'ottavo estratto dal quarto album in studio 4 e pubblicato il 22 aprile 2013.[2]

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Scritto da Beyoncé stessa insieme a Terius "The-Dream" Nash, Shea Taylor e Dave Taylor, inizialmente doveva essere intitolato Till the End of Time, come un vecchio demo registrato da Beyoncè il 20 maggio 2011, dando adito alle voci che lo volevano come secondo singolo estratto dopo Run the World (Girls) (2011), brano che divise la critica per la presenza di un campionamento di Pon de Floor (2009) dei Major Lazer. Alla fine fu estratto Best Thing I Never Had.

Remix contest[modifica | modifica wikitesto]

l'8 febbraio 2012 è stata aperta una competizione mondiale per la creazione di un remix di "End of Time" che avrà fine l'8 marzo, con la conferma che il brano verrà estratto come nuovo singolo ufficiale.[2]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine di agosto 2011 fu ufficializzata la notizia che Beyoncé stesse girando i video per alcuni brani di 4, incluso "End of Time".[3] Tuttavia un video per il singolo non fu mai pubblicato.

Esibizioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Beyoncé canta End of Time durante il 4 Intimate Nights with Beyoncé.

Beyoncé ha eseguito il brano la prima volta al Palais Nikaia di Nizza, in Francia il 20 giugno 2011, durante una tappa promozionale a supporto di 4[4]. La canzone è stata anche inserita nel suo setlist della tappa al Glastonbury Festival 2011 del 26 giugno. La performance live di End of Time si trova nel DVD Live at Roseland: Elements of 4 pubblicato online il 16 novembre 2011 in contemporanea con la performance di I Was Here[5][6]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Dal booklet di 4:[7]

  • Phil Seaford – assistente del tecnico mix
  • Chris Soper – assistente tecnico
  • David "Switch" Taylor – Produzione aggiuntiva, testi
  • Shea Taylor – testi
  • Pat Thrall – registrazione
  • Nick Videen – tenore, sassofono contralto
  • Pete Wolford – assistente tecnico
  • Josiah Woodson – tromba
  • Jordan "DJ Swivel" Young – registrazione voci

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Prima di essere pubblicata come singolo End of Time debutta alla posizione n°62 della Official Singles Chart[8] e alla n°20 della Official R&B Chart il 4 luglio 2011[9] e alla n°13 della Billboard Under Hot 100 il 16 luglio 2011[10]

Classifica (2011/2012) Posizione
massima
Belgio (Fiandre)[11] 114
Irlanda[12] 28
Regno Unito[13] 39
Stati Uniti[14] 113

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.bpi.co.uk/bpi-awards/
  2. ^ a b (EN) End of Time Remix Competition, su beyonceonline.com, 8 febbraio 2012. (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2012).
  3. ^ (EN) Lewis Corner, Beyoncé shoots new videos for '4' album tracks, Digital Spy. Hachette Filipacchi Médias, 3 agosto 2011. URL consultato il 5 settembre 2011.
  4. ^ (EN) Rap Up.com, su rap-up.com. URL consultato il 26 marzo 2012.
  5. ^ (EN) Rap-Up.com. URL consultato il 26 marzo 2012.
  6. ^ (EN) Watch: Beyoncè: I Was Here and End of time Videos, Filmed Live at Roseland, su pitchfork.com. URL consultato il 26 marzo 2012.
  7. ^ Credits | The Official Beyoncé Site Archiviato il 25 giugno 2011 in WebCite
  8. ^ (EN) Beyoncé's 4 wins the album chart numbers game, su musicweek.com. URL consultato il 26 marzo 2012.
  9. ^ (EN) Chart Archive > R&B Singles > 9 July 2011, su officialcharts.com. URL consultato il 26 marzo 2012.
  10. ^ (EN) Bubbling Under Hot 100, su billboard.biz. URL consultato il 26 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2011).
  11. ^ (NL) BEYONCÉ - END OF TIME (NUMMER), su ultratop.be. URL consultato il 2 giugno 2012.
  12. ^ (EN) TOP 50 SINGLES, WEEK ENDING 12 April 2012, su chart-track.co.uk. URL consultato il 13 aprile 2012.
  13. ^ (EN) Alan Jones, Beyoncé's 4 wins the album chart numbers game, in Music Week, 3 luglio 2011. URL consultato il 14 luglio 2011.
  14. ^ (EN) Bubbling Under Hot 100, Billboard. URL consultato il 14 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2011).
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica