Formation (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Formation
Beyoncé - formation.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaBeyoncé
Tipo albumSingolo
Pubblicazione6 febbraio 2016
Durata3:26
Album di provenienzaLemonade
GenereBounce music[1]
EtichettaParkwood, Columbia
ProduttoreMike Will Made It,[2] Pluss[3]
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[4]
(vendite: 35 000+)
Canada Canada[5]
(vendite: 40 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[6]
(vendite: 500 000+)
Beyoncé - cronologia
Singolo precedente
(2015)
Singolo successivo
(2016)
Logo
Logo del disco Formation

Formation è un singolo della cantante statunitense Beyoncé, il primo estratto dal sesto album in studio Lemonade e pubblicato il 6 febbraio 2016.[7]

Il singolo[modifica | modifica wikitesto]

Formation è stato annunciato il 6 febbraio 2016 dalla stessa Beyoncé, un giorno prima della sua esibizione durante lo spettacolo di metà gara al Super Bowl 50, tenutosi al Levi's Stadium di Santa Clarita, in California.[8] Il singolo è stato successivamente pubblicato per il download gratuito sulla piattaforma Tidal.[9]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del brano è stato diretto da Melina Matsoukas ed è stato pubblicato con la canzone il 6 febbraio 2016.[10][11] È stato reso disponibile attraverso Tidal così come un video sul profilo ufficiale di YouTube della cantante dal 9 dicembre 2016[12]. Il video è stato girato a Los Angeles, California, ed è dotato di riferimenti all'Uragano Katrina, Antebellum e la cultura creola della Louisiana, la brutalità della polizia, il razzismo e la black pride.[10][13][14]

Il video musicale modifica la canzone in modo tale da includere interpolazioni parlate dall'artista Big Freedia e la personalità del YouTube Messy Mya, che è stato assassinato a New Orleans nel 2010.[10] Si comincia con Beyoncé seduta sul tetto di una Ford Crown Victoria Police Interceptor in una strada completamente allagata. Durante la fine, è visto un uomo in possesso di un giornale con la faccia di Martin Luther King Jr. con il titolo «The Truth». Seguono poi delle scene ritraenti di un ragazzo incappucciato che si esibisce in passi di break dance davanti ad alcune auto della polizia, con alle spalle un muro pieno di graffiti con le parole «smettete di spararci» scritte.[15] Beyoncé inizia ad eseguire la coreografia del brano, fino alla fine del video. Sua figlia, Blue Ivy Carter, appare in un cameo.[14][16]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il video ha ricevuto sei candidature ai MTV Video Music Awards 2016 per Il video dell'anno, il miglior video pop, la miglior regia, la miglior coreografia, il miglior montaggio e la miglior fotografia, vincendo tutte le categorie.[17]

Ai Grammy Awards 2017 il singolo riceve tre nomination tra cui Record of the Year, Song of the Year e Video dell'Anno, vincendo quest'ultimo.[18]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2016) Posizione
massima
Australia[19] 17
Canada[20] 32
Francia[19] 24
Germania[19] 74
Irlanda[21] 59
Regno Unito[22] 31
Spagna[19] 27
Stati Uniti[23] 10
Stati Uniti (R&B/hip-hop)[24] 6
Stati Uniti (rhythmic)[25] 14

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Beyoncé in ‘Formation’: Entertainer, Activist, Both?, su mobile.nytimes.com. URL consultato il 25 aprile 2015.
  2. ^ (EN) Beyoncé Drops "Formation", su pitchfork.com. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Co-producer of Formation, su hotnewhiphop.com. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  4. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2016 Singles, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 15 agosto 2016.
  5. ^ (EN) Certification single certifications - Beyoncé – Formation, Music Canada. URL consultato il 15 agosto 2016.
  6. ^ (EN) Formation Beyoncé – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 6 ottobre 2016.
  7. ^ (EN) Listen to Beyoncé's new surprise single "Formation", New Musical Express. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  8. ^ "Formation" showcases a side of Beyoncé we've never seen, su Vox. URL consultato il 12 febbraio 2016.
  9. ^ Katie Reilly, Watch Beyonce's New Single 'Formation', su time.com. URL consultato il 12 febbraio 2016.
  10. ^ a b c (EN) Beyoncé Releases Surprise Single 'Formation' Ahead of Super Bowl Performance, The New York Times. URL consultato il 30 agosto 2016.
  11. ^ (EN) Here Are the Best Lyrics From Beyoncé's Perfect New Song, "Formation", Cosmopolitan. URL consultato il 30 agosto 2016.
  12. ^ Formation BeyonceVevo, su youtube.com.
  13. ^ (EN) Beyoncé Shoots Secret Video in New Orleans, Rap-Up. URL consultato il 30 agosto 2016.
  14. ^ a b (EN) 9 Celebrity Reactions That Perfectly Describe How You Felt When Beyoncé Dropped "Formation", Pop Sugar. URL consultato il 30 agosto 2016.
  15. ^ (EN) Beyoncé Drops New 'Formation' Single, Music Video, Billboard. URL consultato il 30 agosto 2016.
  16. ^ (EN) Beyoncé – "Formation" Video, Stereogum. URL consultato il 30 agosto 2016.
  17. ^ (EN) MTV Video Music Awards 2016: Full Winners’ List, Idolator. URL consultato il 30 agosto 2016.
  18. ^ Grammy Awards, su grammy.com.
  19. ^ a b c d (EN) Beyoncé – Formation, australia-charts.com. URL consultato il 5 maggio 2016.
  20. ^ (EN) Beyoncé – Chart history (Billboard Canadian Hot 100), Billboard. URL consultato il 5 maggio 2016.
  21. ^ (EN) TOP 100 SINGLES, WEEK ENDING 28 April 2016, GFK Chart-Track. URL consultato il 6 maggio 2016.
  22. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 29 April 2016 - 05 May 2016, Official Charts Company. URL consultato il 2 ottobre 2016.
  23. ^ (EN) Beyoncé – Chart history (The Hot 100), Billboard. URL consultato il 5 maggio 2016.
  24. ^ (EN) Beyoncé – Chart history (Hot R&B/Hip-Hop Songs), Billboard. URL consultato il 25 aprile 2016.
  25. ^ (EN) Beyoncé – Chart history (Rhythmic Songs), Billboard. URL consultato il 25 aprile 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica